ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

mercoledì 13 maggio 2015

LA CANNABIS TI DEVASTA. MA LA PSICHIATRIA TI POLVERIZZA DEFINITIVAMENTE: LEGGETE FINO ALLA FINE IL DELIRIO DI ONNIPOTENZA DI QUESTI FOLLI CIARLATANI

Salve Pietro sono la signora ***** e finalmente dopo un periodo d'incubo posso raccontare per intero la storia che ha coinvolto in prima persona mio figlio ***** e di conseguenza tutta la famiglia: ***** aveva problemi di ansia che inizialmente si credevano dovuti a problemi familiari e in estate aveva fatto pure uso di cannabis, a novembre decide di andare dal medico di base che gli prescrive Alprazolam a pillole di 0.25 mg al bisogno.

Mio figlio anzichè migliorare peggiora sempre di piu': stanchezza e sonnolenza e mancanza di concentrazione diventano così quotidiani che spesso non riesce neppure ad andare a scuola e a studiare, la dottoressa ci manda da uno specialista (psichiatra) il quale gli dice che ne può prendere fino a 3 al giorno.

A fine dicembre mio figlio incomincia a diventare strano, alterna periodi di debolezza fisica a iperattività e il suo carattere incomincia a cambiare, ha una visione distorta della realtà,  io e gli altri familiari non riusciamo più a capire cosa sta succedendo e siccome sta male ritorniamo dallo psichiatra che inizialmente gli fa prendere Olanzapina da 2.5 mg e  subito dopo l'aumenta a 5 mg.

Il mese di febbraio lo passa quasi sempre a letto, si alza solo per mangiare e lavarsi, non riesce più ad uscire da solo e si allontana da tutti i suoi amici e compagni di scuola ed in questo periodo incomincia ad avere tremori e dei blocchi che gli durano qualche minuto (resta immobile con gli occhi fissi nel vuoto completamente assente ma cosciente), poi se chiedo cosa sente in quei momenti mi risponde che sente la sua testa vuota. 

Il 2 di marzo alla visita di controllo riferiamo  tutto e il medico gli dice che il suo sonno e' solo la volontà di non andare a scuola e pensando che i blocchi siano una forma di psicosi gli aumenta l'Olanzapina a 7.5 mg, mantenendo sempre l'ansiolitico e dietro mia richiesta dopo qualche giorno facciamo un EEG.   

Quando lo ritiro mi dice che mio figlio probabilmente e' epilettico, che che deve iniziare una cura contro l'epilessia, e riporta a 5 mg l'Olanzapina. Nei giorni a seguire i tremori diventano vere e proprie crisi epilettiche e i blocchi incominciano a essere ricorrenti e si manifestano i sintomi extrapiramidali sia di giorno che di notte, abbinati a un malessere generale.

A metà marzo lo porto due volte al pronto soccorso, e dopo una tac e un nuovo eeg mi dicono che mio figlio non e' epilettico e lo conferma pure il neurologo del centro, anzi mi dicono che potrebbero essere i farmaci.

A questo punto, di mia iniziativa sospendo tutte le medicine e dopo due giorni ho appuntamento e riesco a portare mio figlio da questa specie di medico che imbambolato accetta passivamente il fatto che ho tolto tutto e ci rassicura che non c'e' nessuna schizofrenia di cui era terrorizzato ***** e che dobbiamo aspettare l'esito di una risonanza, ma non ci prepara a quello che sarebbe avvenuto...

Pupille dilatate al massimo e blocchi che si trasformano in catatonia, sudorazione, pressione bassa e temperatura sotto i 35 gradi, lo debbo alimentare con cibi liquidi, lo controllo giorno e notte, deliri  religiosi e  tendenze suicide,  talune volte avviene anche una regressione a livello infantile.

Ho paura di tutto ciò e dal medico non ho nessun aiuto, mi sa solo dire che potrebbe essere nervosismo, ma io ribadisco con assoluta sicurezza che non si tratta di nervosismo e mi prescrive Akineton, che compro subito, ma decido di non darlo.

Non convinta riesco a portare ***** da un neurologo privato, che sentendo la storia  prescrive il Tegredol e  un antidepressivo, dice che deve prendere tutto per 8 o 9 mesi  e mi assicura che non sono neurolettici.

Non li compro neppure e incomincio a fare ricerche più approfondite sul web e li trovo il tuo sito: una luce nel buio, ho appena finito di leggere il tuo libro che ho trovato molto istruttivo, io e mio figlio stiamo cambiando stile di alimentazione e niente più farmaci, i risultati sono arrivati giorno dopo giorno, grazie a te i dubbi che potevo avere sulla medicina e sui farmaci sono diventati certezze.  

Ho lottato contro la psicologa di mio figlio che mi diceva di farlo ricoverare in ospedale o di prendere il loro psichiatra, so solo che finalmente a poco a poco tutte le crisi di mio figlio sono passate ma sono sicura che nel corpo ha ancora quelle medicine e so che ogni tanto quando la pupilla si dilata significa che sono ancora in azione, ma dura molto poco e sono certa che e' solo questione di tempo e passerà tutto. 

Ho mandato a quel paese la psicologa che ancora voleva cercare in mio figlio traumi passati senza tenere conto che il vero trauma lo ha avuto in questi mesi, addirittura la responsabile del del centro mi ha detto che la cannabis può portare solo sonno e niente di più, ma io so che non e' vero e la sua psicologa ha osato dire a mio figlio la cosa più classica che si possa dire cioè che la psicosi e' come il diabete, che si deve curare a vita.

Se questi laureati sono quelli che devono aiutare chi e' in difficoltà, a questo punto è preferibile starci il più lontano possibile, danneggiano e non aiutano. 

Scusa per questa mia lunga lettera, ma deve essere un'ulteriore testimonianza verso chi ancora pensa che i farmaci prescritti dagli psichiatri siano utili .......sono solo veleni autorizzati  !!!!   

Chi pagherà per questi errori? Mi conviene fare denuncia per l'incompetenza di questo medico ? Il 24 aprile ho appuntamento che devo fare? Sbattergli in faccia tutti gli esami che mi ha fatto fare dove non risulta nulla? O aspettare che mi dia un'altra falsa diagnosi, consigliami per favore tu che hai esperienza relativa  a queste situazioni.

In attesa di una risposta, grazie per aver avuto la possibilita' di raccontare  tutto         
Distinti saluti                     Lettera firmata



RISPOSTA

Ciao Anonima,
e grazie della tua preziosissima testimonianza.

Non aggiungo altro. Vai avanti per la tua strada, non dare giustificazioni a nessuno, e in caso di problemi valuteremo con il nostro team legale.

Avanti così


Pietro Bisanti

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.