ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

lunedì 20 febbraio 2012

EBOLA. DI BUGIA IN BUGIA.

COMMENTO AL MIO ARTICOLO "LO RIPETO: I VIRUS NON ESISTONO"

Caro Pietro Bisanti, facciamo così! E tu fa' lo stesso la prossima volta che prendi l'ebola, poi vediamo se i virus non esistono :D

Un diverso (e divertito) Anonimo


RISPOSTA

Caro Anonimo, anche tu fai parte della categoria dei guerrieri anonimi dietro la tastiera, bene.
Il solo fatto che tu abbia inserito un commento, seppur in forma anonima, mi fa capire che ho colpito e continuo a colpire al centro.
Non ti invidio però, proprio per nulla.
Non ti invidio perché non riesci a estendere le tue conoscenze, informandoti, vagliando e ragionando con la tua testa.
L'Ebola presenta una sintomatologia spaventosa, da film splatter, eppure dietro a ogni manifestazione c'è una ragione logica.
Non esiste alcun virus Ebola con le zampette pronto a ucciderti, come non esiste il virus HIV, come non esiste il virus dell'Herpes Zoster, come non esistono i milioni di virus del raffreddore e dell'influenza.
Esistono solo logiche conseguenze che avvengono allorquando il corpo viene aggredito, maltrattato, violato.
Ti sei mai chiesto la motivazione per cui il "virus" dell'Ebola colpisca proprio in Africa?
Hai mai avuto contezza del fatto che l'Africa è stata ed è sicuramente tuttora oggetto di campagne di vaccinazioni indiscriminate, con esseri umani utilizzati come vere e proprie cavie a buon mercato?
Ti sei mai chiesto se non siano proprio queste indiscriminate compagne vaccinatorie a innestare "malattie" mostruose delle quali poi si incolpa un detrito cellulare endogeno ormai morto a cui si da il nome di "virus"?
Sono le vaccinazioni, la malnutrizione, la scarsa igiene fisica e morale, i continui stress dovuti a vite difficilissime in condizioni proibitive oltre che i farmaci stessi la causa di tutte le "malattie" del genere umano.
Ti hanno propinato il capro espiatorio, e tu ci sei caduto come un ingenuo.



sabato 18 febbraio 2012

PIU' FATE POLEMICA, PIU' SONO FELICE. LO RIPETO: I VIRUS NON ESISTONO

Commento anonimo
Avete almeno una qualche fonte affidabile per asserire le vostre ipotesi? Avete mai studiato la fisica, la chimica, la biologia, la biochimica, insomma avete mai visto con i vostri occhi la scienza prima di denigrarla "per sentito dire", prima di arrivare a certe asserzioni? avete mai visto una malato per davvero prima di parlare?
Informatevi ma per davvero!


RISPOSTA

Caro Anonimo,
anzitutto presentati, dato che io nei miei articoli ci metto nome, cognome, e pure la foto.
Sono felice di queste polemiche, che pubblico, dato che non mi limito a mettere nel blog solo i commenti a me "favorevoli".
Vuoi una mia risposta?
Come ho già detto non sono un medico, non faccio diagnosi né prescrivo nulla, e non ho studiato fisica, chimica, biologia, biochimica.
Ma, perdonami un attimo, cosa c'entrano i virus con la "fisica"?
Comunque, se ho mai visto un malato?
Ne vedo tutti i giorni a bizzeffe tra i miei colleghi di lavoro, o più semplicemente camminando per la strada.
Vuoi sapere se credo ai virus quali esserini con le zampette pronti a uccidermi?
Neanche per sogno, questo è quello che fa comodo alla medicina allopatica per tenere in riga gente come te, per spaventarla a morte, per tenerla sempre attaccatta a mamma farmaco.
Non bisogna avere delle lauree o un camice bianco per capire quello che è logico, lampante.
I virus sono e rimangono normalissimi e innocui detriti di origine cellulare, la nostra "spazzatura interna", e diventano pericolosi solo quando il ritmo di carico e scarico tossine si interrompe a causa delle nostre malsane abitudini alimentari, spirituali e di vita, e quindi si accumulano causando malattia.
Se sei un fan dei vaccini, se pensi che ci siano milioni di virus del raffreddore in giro per il mondo pronti a colpirti, allora, mi dispiace dirlo, sei proprio sulla strada sbagliata.
Non ti basta la sbugiardata mondiale che Luc Montagnier ha fatto di se stesso e della "scoperta" del virus dell'AIDS, quando, anni prima, aveva vinto il Nobel mostrando fotografie di questo esserino con le zampette, per poi ammettere che l'AIDS è una patologia causata dalle abitudini di vita e non da un inesistente virus.
Non devi mica credere a me. Fai una prova. Il prossimo raffreddore, herpes zoster, influenza, al posto di mettere creme o prendere farmaci, stai a digiuno bevendo piccoli sorsi d'acqua.
E poi dimmi se i virus ti mangeranno vivo o se guarirai. Io opto per la seconda.

giovedì 9 febbraio 2012

IL DILEMMA DELL'INTEGRAZIONE A TUTTI I COSTI

COMMENTO

Ciao ancora e grazie della risposta! Molto utile!
Ma cosa intendi con piccoli compromessi innocenti? La vitamina B12?
Mi sto un po' documentando su internet (e tengo a precisare una cosa prima di tutto che se insinuata nei miei confronti mi da i nervi! IO NON GUARDO LA TELEVISIONE DA QUANDO HO 15 ANNI!!!! :) ) e sto valutando bene se integrare anche uova e latticini nella dieta oppure no.
Tu come risolvi il problema? ovviamente se te lo poni.

Grazie ancora!
Ciao!


RISPOSTA

Ciao Andrea,
anzitutto bravo. Guarda la televisione magari solo per vedere un bel film come faccio io, il resto è spazzatura.
Cosa intendo per compromessi innocenti: le patate, le melanzane, tutto quello che con un minimo di cottura possa essere utilizzato però marginalmente in un'alimentazione vegana sempre tendente al crudismo.
La vitamina B12? Anche tu a preoccupartene? Vedi che sei comunque influenzato?
La mia risposta: fregatene, nessuno essere vivente perde tempo dietro inesistenti carenze nutrizionali, se pensi che le vitamine scoperte ufficialmente sono solo una irrisoria parte di quelle realmente esistenti.
La stessa cosa vale per il discorso integrazione. Siamo tutti rincretiniti dal fatto di avere carenze, di dover integrare, e allora via pillole di qua, alimenti di là.
Quando si mangia in maniera varia, secondo il proprio disegno strutturale, non è materialmente possibile andare incontro a carenze.
Ce lo insegna la saggia mucca, che mangia diversi tipi di erba e non compensa con l'ovetto.
Ce lo insegna il saggio elefante, che mangia cortecce e foglie varie e non compensa con lo yogurt.
Ce lo insegna la Natura.
Quindi non fare l'errore di pensare di avere carenze con uno stile di vita vegano tendenzialmente crudista.
Anzi, è proprio il regime onnivoro, non adatto a noi, che porta inevitabilmente alla malattia.

mercoledì 8 febbraio 2012

L'ANIMA PIENA DI SPAZZATURA

LETTERA (COMMENTO ALL'ARTICOLO "PRONTO 112? HO APPENA STERMINATO LA MIA FAMIGLIA)

Sai, sarà che sono molto condizionabile, ma ho trovato un leggero sollievo nelle tue parole! Sono stato mollato dalla ragazzo dopo 7 anni perché non sono stato capace di amarla, i rapporti in famiglia per via di tensioni economiche e stress generali sono sempre uno schifo ed in più la maggior parte dei rapporti sociali che avevo non esistono più. 
Però do fiducia in quello che scrivi. Sara un caso ma io ho una vita molto irregolare, in tutto! Pero credo anche che la soluzione non sia tutta qui. oltre a questo metterei in considerazione anche i veleni della psiche quali rabbia, desiderio ecc..
Anonimo


RISPOSTA

Ciao Anonimo,
sono felice che il mio articolo ti abbia portato un minimo di sollievo.
Non so chi tu sia, non so la tua storia, ma le tue parole trasudano di dolore e sofferenza, ma anche di speranza dato che ti sei messo a cercare su Internet, e quindi sei stato instradato nella giusta direzione.
Penso di capire che gli psicofarmaci siano stati e siano tuttora parte integrante della tua vita.
Parti da questa equazione: "spazzatura ingerita=spazzatura nell'animo".
Quindi: colon marcio=pensieri negativi.
Non dico che tutti i mali del mondo provengano da lì, esistono infatti accadimenti reali nella vita che possono portarci a stare malissimo psicologicamente.
Ma è altresì innegabile che un corpo alimentato secondo il nostro DNA, e quindi fruttariano, reagirà diversamente alle avversità, con più forza e più vigore anche mentale.
Non sono un medico, e quindi non posso dirti smetti di prendere pillole. Ti dico semplicemente che gli psicofarmaci sono una classe di medicine devastanti, che danno assuefazione, che sconquassano la biochimica celebrale, difficilissimi da smettere e con l'illusorio benessere (quando va bene) nel corto-medio periodo, per poi portare un conto da pagare salatissimo ne lungo periodo.
Ci sono moltissimi articoli da leggere sugli psicofarmaci nel blog.
Ricordati solo che alimentazione vegana tendenzialmente crudista e farmaci in generale non vanno d'accordo in quanto il sangue diventa più fluido e quindi i farmaci ancora più disturbanti.
Leggi, informati, e prendi in mano la tua salute.
Benvenuto a bordo.


QUESTO BLOG NON VUOLE CONVERTIRE NESSUNO, MA LA GENTE SI SVEGLIA!

LETTERA

Ciao, davvero complimenti per questo blog, averlo conosciuto prima!!! Volevo chiederti un consiglio su una dieta da seguire a base di frutta e verdura. Su internet se ne trovano tante, ma sicuramente so che tu potrai consigliarmi meglio su una che segui tu oppure un buon sito. Mangio troppe schifezze, "cadaveri" come li chiami tu e sempre in orari irregolari. Ti ringrazio per la tua attenzione, e davvero, ancora complimenti per il tuo blog!!!!
Andrea

Ciao Andrea,
non sono un Testimone di Geova che busso alle porte della gente, né guadagno qualcosa a "insegnare" cosa sia nutrirsi adeguatamente, ma commenti come i tuoi mi fanno capire che molta gente comincia a "svegliarsi" e a non prendere per oro colato gli insegnamenti di Mamma TV.
Veniamo a noi...
Il salto mentale lo hai fatto, altrimenti non mi avresti scritto.
Ora, passo numero due, butta nel water tutto quello che le trasmissioni televisive ti hanno propinato, e resettati come un computer.
Non servono lauree per capire cosa mangiare, non servono corsi di specializzazione, basta solo riguadagnare l'istinto che da sempre abbiamo e che da quando veniamo al mondo viene soppresso dalle porcherie che ci mettono in bocca.
D'altronde, l'ippopotamo ha bisogno di un dietologo, il colibrì di un nutrizionista?
E quindi nemmeno tu...
Siamo fruttariani. Punto. Questo non è in discussione.
E la vita nasce e si crea con il crudo. Nessuno essere vivente mangia cotto, sia che si parli di cottura al vapore, al forno, al famigerato microonde e chi più ne ha più ne metta.
IL LUPO NON FA IL BARBECUE, come il mio omonimo articolo che puoi trovare sul blog.
Ma non siamo drastici, non siamo assolutistici.
Boccio, senza esami a settembre: carne, pesce, uova, latte e derivati. Senza riserve, senza sé e senza ma.
Promuovo con dieci e lode tutta la frutta e la verdura eludibile, non tossica o velenosa, esistente sul pianeta Terra, che possa essere mangiata così come si trova in Natura.
Promuovo anche i cibi di origine vegetale che possano essere utilizzati con una cottura di tipo conservativo (senza superare i 100 gradi centigradi): patate, melanzane, cavoli, broccoli.
Questo si chiama mangiare "vegano tendenzialmente crudista", scendendo a piccoli, innocenti compromessi, che il nostro sistema immunitario può naturalmente concedersi in un'ottica di ritrovata alimentazione naturale.
Esprimo parecchie riserve sui cereali, soprattutto su quelli contenenti glutine.
Boccio, senza esami a settembre, le farine impacchettate (anche integrali), raffinate e denaturate e tutti i cereali raffinati in ogni forma.
I cereali non raffinati con glutine li ritengo troppo difficili da digerire, troppo incompatibili con la natura umana.
Quelli non raffinati senza glutine: grano saraceno (che non è un cereale), quinoa, amaranto, farro, kamut, riso possono far parte al 20, 30% di una alimentazione vegana tendenzialmente crudista.
I cereali sono un po' come la spremuta d'arancia: quando vengono macinati dovrebbero essere utilizzati subito e non dopo troppo tempo, in quanto ossidano e perdono le loro proprietà molto velocemente.
Promuovo frutta e verdura bio e possibilmente di stagione e a "kilometri zero", ma non si cada nel tranello che la frutta e verdura non bio siano schifezze. Io mangio tanta frutta e verdura "da supermercato" e integro con quella biologica, dato che non voglio passare da un'estremismo all'altro.
Promuovo la frutta tropicale via aerea (quella via nave sa di sapone): siamo senza peli, nati per vivere nelle zone tropicali a sbafarci frutta dalla mattina alla sera.
Il motto quindi è "più crudo è meglio è", ma utilizziamo la nostra intelligenza per scendere a piccoli, innocenti compromessi che ci permettano di sfruttare e al contempo rispettare noi stessi e la Natura che ci circonda.
Benvenuto a bordo.

domenica 5 febbraio 2012

LA SALUTE NON È UN OPTIONAL. È LA REGOLA

COMMENTO DI UN LETTORE ALL'ARTICOLO "I VIRUS NON ESISTONO"
Non so se mi crederete, ma ho avuto questa informazione "in astrale", come si suol dire, o, se preferite, in uno stato di coscienza alterato che sperimento sovente (in maniera del tutto spontanea, sia chiaro), durante il quale vedo, o almeno mi pare, il mio corpo dall'estrerno. In queste circostanze sono spesso accompagnata da voci, che sembra abbiano il ruolo di insegnanti; mi spiegano cose, mostrandomi immagini, o schemi. E' sempre meraviglioso e interessante. Quella volta avevo da tre giorni il dolorosissimo herpes zoster. Il medico mi aveva spiegato che si trattava del virus della varicella, e mi aveva prescritto un antivirale. Ovviamente non lo assunsi, e non assunsi analgesici. Passai invece quei tre giorni meditando, ordinando al virus di "ritirarsi". La terza notte ebbi l'esperienza: le voci si rivolsero a me con un tono quasi paternalistico. Mi dissero che stavo sbagliando l'approccio: mi portarono nel mondo di simboli e disegni e, partendo dall'AIDS, passando per Kaposi, fino alla varicella e infine all'herpes, mi mostrarono come, anche solo a rigor di logica, è evidente che i virus non esistono. "Sono, diciamo così, come un errore di sistema" mi dissero. Passai la mano sul lato malato del mio corpo che vedevo da fuori. Mi svegliai ridendo. La sera stessa il dolore era passato. L'indomani raggiunsi i miei genitori al mare, a Palinuro, feci il bagno e presi il sole, malgrado tutti mi dicessero che l'herpes zoster, al sole, lascia piaghe perenni. In poche ore le bolle erano già diventate crosticine, ancor prima di partire. Sugli scogli, appoggiai dei paguri sul fianco dell'herpes, a giochicchiare con le crosticine con le chele, sotto il sole, così, per un'ora. Non ho nemmeno una traccia di quell'herpes.

Cerco di spiegarlo a tutti: i virus non esistono, sono probabilmente il residuo dell'apoptosi cellulare, i batteri esistono, sì, ma non esiste il contagio.

Nessuno crede mai. E' troppa l'assuefazione ad anni e anni di "medicina" ufficiale.

Grazie per il tuo articolo. Lo farò leggere ai miei amici; chissà che, sentendo due campane suonare all'unisono, non comincino a coltivare il dubbio. :-)


RISPOSTA

Cara Didima, sono io che ringrazio te.
Magari qualcuno sorriderà al tuo messaggio, ma io credo fermamente anche alle tue esperienze chiamiamole "extracorporee": siamo esseri fisicamente e spiritualmente così complessi che non è sicuramente possibile giustificare tutto con la semplice evoluzione della Terra.
Comunque, torniamo al tuo interessante intervento.
Anche per il sarcoma di Kaposi, che viene definito come tumore maligno con l'intervento del virus dell'Herpes ci sarebbe da parlare per ora.
Ma io invece rispondo semplicemente, come tu hai fatto, che non può essere causa di un virus, semplicemente perché i virus come entità vive a sé stanti non esistono.
Sono detriti cellulari, spazzatura dell'organismo che, quando questo funziona correttamente, viene espulsa regolarmente, accumulandosi invece e causando tossemia interna quando queste azioni non vengono poste in essere a causa di un organismo lento e intossicato.
Ma voglio esprimere oggi un nuovo concetto, e cioè che la salute deve essere la REGOLA e non l'eccezione.
Ieri mi trovavo per lavoro in un pronto soccorso di un grande ospedale milanese(preciso che non lavoro in ambito ospedaliero), e a gettito continuo entravano moribondi da ogni angolo.
Emaciati, in sovrappeso, doloranti...con l'idea di poter essere curati.
Quando in realtà la medicina allopatica non cura: stoppa il sintomo e manda a casa in una sorta di falsa-guargione-temporanea-con-assuefazione-e-dipendenza-da-farmaci.
Quando la gente imparerà che guarire significa stare bene e non cullarsi in temporanei stati di benessere? Quando la gente imparerà che la salute è la regola.
Siamo fortissimi, abbiamo un organismo frutto di anni di evoluzione, e chiede solo di essere alimentato con il giusto carburante alimentare e spirituale.

DOVE SEI MALEDETTO ACARO? IO TI SCOVERO'!

Spessissimo accade che moltissimi casi di dermatiti atopiche vengano associati alle più disparate allergie: alla nocciolina, alla fragolina, alla ciliegina, al pomodorino, fino al microscopico acaro.
Mai però che venga in mente di associarli alla cadaverina, alla putrescina, al caffè, al latte, alla caseina, e a tutte le altre sostanze di uso "comune" che ormai vengono viste non solo come innocue, ma anche come salutari.
Come al solito siamo alla FORSENNATA RICERCA DEL SINTOMO, come il mio ben noto e solito articolo, dove si corre come forsennati ad annientare il sintomo senza veramente aver inquadrato la causa a monte.
Partiamo dal concetto che le manifestazioni allergiche sono reazioni del sistema immunitario di fronte a una sostanza che non viene ritenuta amica, e quindi compatibile con l'organismo.
Infatti non ci sono vie di mezzo, o una sostanza è amica e quindi compatibile, o è nemica, e quindi incompatibile...un po' come l'utilizzo dei farmaci antirigetto in caso di trapianto, che non fanno altro che zittire e indebolire continuamente il sistema immunitario per evitare la sua normale reazione a un pezzo di carne di un altro individuo inserito all'interno del proprio corpo.
Ma quando abusiamo del nostro corpo e siamo stracarichi di tossine e il nostro intestino è diventato il secchio dell'umido che non viene mai svuotato, ecco che le allergie fioccano come funghi, anche nei confronti di alimenti e/o microorganismi che sono con noi compatibili o che convivono regolarmente all'interno del nostro corpo.
Il famoso chimico Pasteur, fermamente convinto per tutta la sua carriera che i virus con le zampette fossero causa del contagio fra essere umani, in punto di morte ha dichiarato che "il terreno è tutto, il microbo è niente".
Cosa significa? Significa che quando siamo saturi di tossine e mangiamo una nocciolina, e ci viene una bolla in faccia, non dobbiamo dare la colpa alla nocciolina, ma al fatto che ormai siamo saturi, e ogni ulteriore "attacco" al corpo diviene insopportabile, e si scatenano quindi meccanismi funzionali di difesa anche controproducenti.
Naturalmente non diventiamo "allergici alla ciliegia" a furia di frutta e verdura, ma a causa delle tonnellate di cadaveri marini e terrestri che ingurgitiamo, a causa del furto del loro latte che ricopre i nostri villi intestinali come colla, a causa degli integratori chimici che tutto rubano e nulla danno, a causa degli innocenti caffè che costringono le nostre ghiandole surrenali a uno sforzo da maratoneta e il nostro fegato a un surplus di lavoro per disgregare gli acidi urici con essi immessi.
Senza contare lo sforzo totale dell'organismo per mantenere l'omeostasi interna e il nostro ph che deve essere SEMPRE alcalino.
E quindi torniamo alla nostra nocciolina che ci fa impazzire...
Che fa l'essere umano generico medio? Corre dall'allergologo per testare alcune sostanze di uso comune, pensando che qualche piccola goccia, il rossore che ne deriva e quindi l'individuazione del "fattore scatenante" gli permettano di evitare il successivo contatto con la stessa (sia essa un cibo, un profumo, un microorganismo) e quindi di poter continuare a vivere con lo stesso malsano stile di vita.
Troppo facile...La nocciolina è la goccia che fa traboccare il vaso e voi la evitate? Se dentro siete una cloaca, tale rimarrete, e più presto di quanto pensate ci sarà qualche altro "trigger", qualche altra "goccia che fa traboccare il vaso" che vi riporterà punto e a capo.
Volete continuare sulla vostra strada e prendete gli antistaminici? Liberi di farlo, ma non dimenticate che sono farmaci potentissimi, che agiscono sul sistema immunitario e sul sistema nervoso (tipica la sonnolenza a cui portano) e che spengono semplicemente un interruttore, senza risolvere il problema, e lasciandovi ancora più intossicati.
La soluzione? Semplice, come è semplice la Natura: detossificazione totale dell'organismo attraverso in digiuno di 1-3 giorni, e via con l'alimentazione vegana il più crudista possibile.
E smettetela di aver paura dell'acaro, di smontare una casa, di disinfettare, di cambiare lenzuola, federe, materassi.
Vivere sì nell'igiene, ma con la consapevolezza che gli acari, i batteri, i funghi vivono con noi e dentro di noi, e si scatenano solo ed esclusivamente quando il corpo non ce la fa più a mantenere un equilibrio con essi.
Non giocate alla caccia all'acaro, portate fuori l'immondizia.