ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

domenica 5 febbraio 2012

DOVE SEI MALEDETTO ACARO? IO TI SCOVERO'!

Spessissimo accade che moltissimi casi di dermatiti atopiche vengano associati alle più disparate allergie: alla nocciolina, alla fragolina, alla ciliegina, al pomodorino, fino al microscopico acaro.
Mai però che venga in mente di associarli alla cadaverina, alla putrescina, al caffè, al latte, alla caseina, e a tutte le altre sostanze di uso "comune" che ormai vengono viste non solo come innocue, ma anche come salutari.
Come al solito siamo alla FORSENNATA RICERCA DEL SINTOMO, come il mio ben noto e solito articolo, dove si corre come forsennati ad annientare il sintomo senza veramente aver inquadrato la causa a monte.
Partiamo dal concetto che le manifestazioni allergiche sono reazioni del sistema immunitario di fronte a una sostanza che non viene ritenuta amica, e quindi compatibile con l'organismo.
Infatti non ci sono vie di mezzo, o una sostanza è amica e quindi compatibile, o è nemica, e quindi incompatibile...un po' come l'utilizzo dei farmaci antirigetto in caso di trapianto, che non fanno altro che zittire e indebolire continuamente il sistema immunitario per evitare la sua normale reazione a un pezzo di carne di un altro individuo inserito all'interno del proprio corpo.
Ma quando abusiamo del nostro corpo e siamo stracarichi di tossine e il nostro intestino è diventato il secchio dell'umido che non viene mai svuotato, ecco che le allergie fioccano come funghi, anche nei confronti di alimenti e/o microorganismi che sono con noi compatibili o che convivono regolarmente all'interno del nostro corpo.
Il famoso chimico Pasteur, fermamente convinto per tutta la sua carriera che i virus con le zampette fossero causa del contagio fra essere umani, in punto di morte ha dichiarato che "il terreno è tutto, il microbo è niente".
Cosa significa? Significa che quando siamo saturi di tossine e mangiamo una nocciolina, e ci viene una bolla in faccia, non dobbiamo dare la colpa alla nocciolina, ma al fatto che ormai siamo saturi, e ogni ulteriore "attacco" al corpo diviene insopportabile, e si scatenano quindi meccanismi funzionali di difesa anche controproducenti.
Naturalmente non diventiamo "allergici alla ciliegia" a furia di frutta e verdura, ma a causa delle tonnellate di cadaveri marini e terrestri che ingurgitiamo, a causa del furto del loro latte che ricopre i nostri villi intestinali come colla, a causa degli integratori chimici che tutto rubano e nulla danno, a causa degli innocenti caffè che costringono le nostre ghiandole surrenali a uno sforzo da maratoneta e il nostro fegato a un surplus di lavoro per disgregare gli acidi urici con essi immessi.
Senza contare lo sforzo totale dell'organismo per mantenere l'omeostasi interna e il nostro ph che deve essere SEMPRE alcalino.
E quindi torniamo alla nostra nocciolina che ci fa impazzire...
Che fa l'essere umano generico medio? Corre dall'allergologo per testare alcune sostanze di uso comune, pensando che qualche piccola goccia, il rossore che ne deriva e quindi l'individuazione del "fattore scatenante" gli permettano di evitare il successivo contatto con la stessa (sia essa un cibo, un profumo, un microorganismo) e quindi di poter continuare a vivere con lo stesso malsano stile di vita.
Troppo facile...La nocciolina è la goccia che fa traboccare il vaso e voi la evitate? Se dentro siete una cloaca, tale rimarrete, e più presto di quanto pensate ci sarà qualche altro "trigger", qualche altra "goccia che fa traboccare il vaso" che vi riporterà punto e a capo.
Volete continuare sulla vostra strada e prendete gli antistaminici? Liberi di farlo, ma non dimenticate che sono farmaci potentissimi, che agiscono sul sistema immunitario e sul sistema nervoso (tipica la sonnolenza a cui portano) e che spengono semplicemente un interruttore, senza risolvere il problema, e lasciandovi ancora più intossicati.
La soluzione? Semplice, come è semplice la Natura: detossificazione totale dell'organismo attraverso in digiuno di 1-3 giorni, e via con l'alimentazione vegana il più crudista possibile.
E smettetela di aver paura dell'acaro, di smontare una casa, di disinfettare, di cambiare lenzuola, federe, materassi.
Vivere sì nell'igiene, ma con la consapevolezza che gli acari, i batteri, i funghi vivono con noi e dentro di noi, e si scatenano solo ed esclusivamente quando il corpo non ce la fa più a mantenere un equilibrio con essi.
Non giocate alla caccia all'acaro, portate fuori l'immondizia.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.