ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

giovedì 29 novembre 2012

LA MOSTRUOSA DIPENDENZA DELLO XANAX

COMMENTO AL MIO ARTICOLO "XANAX, CLOZAPINA, ABILIFY, DEPAKIN CRONO E LAMICTAL E NESSUNA GUARIGIONE"

Posso confermare che, dopo quasi 5 anni di assunzione di xanax, erano più i momenti in cui stavo male che quelli in cui stavo bene. Mi spiego meglio.
L'alprazolam, principio attivo dello xanax, è un ottimo ansiolitico e sonnifero, ma, ha il forte svantaggio di avere una brevissima "emivita", in parole povere, il suo effetto è molto breve nel sangue e quindi a livello cerebrale; ne consegue che si è costretti a ripetute assunzioni durante il giorno per mantenere uno stato costante di "non ansia".
A questo punto, la "disintossicazione" dallo xanax dovrebbe avvenire passando a un ansiolitico magari meno potente ma che ti consenta una sola assunzione al dì. Ve ne sono svariati, basta chiedere al medico o al farmacista. Una volta stabilizzatosi con il "nuovo" ansiolitico, si potrebbe cominciare una riduzione lenta e progressiva, non inferiore a 8-10 mesi. Se alla fine dello scalaggio i sintomi ansiogeni ricompaiono, le cose sono due: o si è innestata una "dipendenza", il che avviene nel 60-70% dei casi in generale, o, la sintomatologia ansioso-depressiva non è passta ancora, ma ahimè perdura. Questo è un problema delicato, e di non facile individuazione perchè la non guarigione è quasi simile ai sintomi di astinenza. Io sto cercando ancora di eliminare del tutto l'ansiolitco, e, sono arrivato a mezza pasticca di Delorazepam da 2mg. ogni 2-3 gg. massimo. Il cammino è ancora lungo ma vorrei farcela davvero.

Gianni


RISPOSTA

Ciao Gianni,
posso dirti una cosa? Mi sembri esattamente "TG2 Salute".
E questo non per criticarti, ma per farti capire che lavaggio del cervello ti hanno fatto.
Ti rendi conto che hai scritto che il principio attivo dello Xanax è "un ottimo ansiolitico e sonnifero"?
Mi spieghi che cosa di buono possa esserci in una sostanza capace di ottundere, mascherare, addormentare il cervello di un essere umano?
Io non ci vedo proprio nulla di buono, e il vortice in cui ora tu sei ne è la piena conferma.
Sei tecnicamente perfetto, e concordo quindi sulla brevissima "emivita" dello Xanax, e quindi il bisogno di una sua ripetuta assunzione durante la giornata.
Ma sono in completo disaccordo con tutto il resto.
Scalare lo Xanax è per molti un'impresa epocale, con sintomi da dismissione di una potenza inimmaginabile.
Non mi interessano i pochi casi in cui si riesca a scalarlo senza problemi, come non fa testo il vecchietto che vive fino a 120 anni fumando dalla mattina alla sera.
L'eccezione conferma la regola, e il dato generale è che scalare lo Xanax sia infernale.
Sbagli assolutamente anche minimamente pensando che lo Xanax, e gli psicofarmaci in generale, possano guarire.
Sono sintomatici, quando va bene. Capire questo concetto significa finalmente, una volta per tutte, smontare il mito che questi farmaci possano guarire.
Il consiglio che posso dare a te e a tutti è che il corpo va aiutato nello scalaggio, che deve avvenire in maniera lenta.
Non sono sempre daccordo sul passare da un farmaco a un altro, anche se di emivita più lunga.
Mi sembra la stessa cosa che viene fatta dall'eroina al metadone.
Basta incatenarsi da una sostanza all'altra.
Si scala lentamente e nel contempo si inonda il corpo di sostanze che esso stesso necessita disperatamente per disintossicarsi.
Dieta vegana, crudista al massimo, ma con grande grande cautela e attenzione, senza esagerare, andando per gradi, per non dover passare attraverso una crisi eliminativa troppo forte da sopportare.
Investigare su se stessi a 360 gradi: via glutine e caseina, che sono i più grandi allergeni presenti nella nostra alimentazione.
Massimizzare l'apporto di acqua biologica della frutta e mai, dico mai tentare un digiuno terapeutico quando si è ancora sotto farmaci.
Investigare sulla presenza di metalli pesanti attraverso un test del capello e prevedere la rimozione, ove presenti, di amalgame al mercurio in bocca.
Investigare sulla presenza di denti devitalizzati, che sono come la peste per il corpo essendo denti morti con all'interno una carica batterica enorme.
Investigare su altri farmaci che si stanno prendendo: farmaci contro la caduta dei capelli e contro l'acne cistica hanno come effetti collaterali depressioni che possono raggiungere i pensieri suicidiari.
Investigate, investigate, investigate su voi stessi.
Il corpo è nato per funzionare bene, non per vivere in un perenne stato di ansia/depressione.

NOTA BENE:


Tre anni ininterrotti di impegno e sacrifici hanno portato questo blog a diventare un piccolo faro nella notte per quanto riguarda l'igienismo naturale e l'alimentazione vegana in relazione a tutto quello che concerne il mondo della salute mentale.

Siamo partiti da zero e in tutto questo tempo tante persone hanno finalmente capito come esista un'alternativa ad imbottirsi di sostanze chimiche non meglio identificate, che uccidono il corpo e addormentano l'anima.

Gli psicofarmaci sono e rimangono pillole assassine.

Il libro è finalmente pronto. "ASSASSINI IN PILLOLE: la psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere".

Cosa leggerete? Leggerete tutto quello che nessuno psichiatra vi dirà mai.

Cosa sono veramente gli psicofarmaci, la facilità con cui vengono prescritti, il fallimento totale della psichiatria moderna.

E ancora...il lato oscuro degli psicofarmaci, che trasformano persone comuni in stupratori, assassini di se stesse e degli altri.

E ancora...le alternative "non violente", legate allo stile di vita e alimentare, per arrivare a risolvere un problema e non a mascherarlo.

E ancora...lo stretto legame tra ciò che mangiamo e come ci sentiamo, anche a livello mentale.

Tutto questo visto da un operatore di polizia, che da 20 anni osserva con i propri occhi lo sfacelo che la psichiatria moderna ha portato e tuttora porta nella vita delle persone.

Senza dimenticare la dismissione dai farmaci, per molte persone l'inferno sceso in terra, e la psichiatria negli anziani. C'è tanto, tanto da leggere.

Questo blog continuerà la sua opera pienamente gratuita di supporto a tutti quelli che ne avranno bisogno.

Acquistare il libro deve quindi essere una scelta personale e consapevole, sapendo però che ogni copia venduta significherà aiutare questo piccolo uomo in quest'opera informativa senza precedenti.

E chiunque assuma psicofarmaci, attraverso la sua lettura potrà finalmente capire che esiste una via alternativa alla lobotomizzazione perenne.

Il libro uscirà in due versioni: Ebook (al prezzo di 8 Euro) e cartacea (al prezzo di 16 Euro).

Nessuna casa editrice. Tutto in self-publishing.

Chiunque sia interessato, può scrivere a pbisant@hotmail.com e vi verranno fornite le coordinate bancarie per il pagamento.

La data finale di uscita è il 30 giugno 2014: chi ha scelto la versione cartacea, la riceverà all'indirizzo evidenziato; chi ha scelto quella su ebook, riceverà link e autorizzazione al download.

Ringrazio tutte le persone che continuano a scrivermi e a starmi vicino.

Questo è solo l'inizio e vi prego di divulgare il più possibile.

Con l'aiuto di tutti so che arriveremo molto, molto lontano.

Grazie di cuore


Pietro Bisanti



51 commenti:

  1. questo ultimo commento è inappropriato!!!!lei ha mai sofferto di ansia e attacchi di panico?!mmmmm secondo me no....è un medico?se non ha mai sofferto tutto si spiega se invece ne ha sofferto evidentemente è stato miracolato oppure aveva un ansia leggera con un accenno ad attacchi di panico.ah!!!!il corpo è nato per vivere bene,che bella parola!!!!secondo lei chi soffre di questa dannata cosa non vorrebbe tornare bambino per nn averla mai vissuta?????buona giornata.sabrina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te lo dico io, che sono arrivato a numerosi tentativi di suicidio. chi l'ha scritto, non ha idea di cio che ha scritto!!!!

      Elimina
    2. Sabrina... questo "carabiniere" col culto del fisico, non sa neppure lontanamente cosa sia un attacco di panico, cosa si provi e cosa comporta (evitamenti). Ad ognuno il proprio mestiere, direi.

      Elimina
  2. Buongiorno, la soluzione quindi sarebbe scalare lentamente e nel contempo farsi del bene, il più possibile, attraverso la purificazione dell' organismo, mi pare di capire...
    Ma come si scala? Anche io assumo xanax, 0,5 mg al giorno da ormai 4 anni, avevo crisi di ansia e attacchi di panico, da una vita, non volevo prendere nulla ma mi hanno detto, psicologa e dottoressa di base, che la dose era minima e che non ci sarebbero stati problemi, nessuno mi ha detto di usarlo per poco tempo, io non ho letto il bugiardino per paura, insomma adesso mi ritrovo a voler smettere e non sapere come fare...
    ho preso le gocce, per scalare, perchè non riesco a spezzare ulteriormente la pastiglia da 1mg.
    Ha suggerimenti su come procedere? la dose che assumo adesso è 0,5mg, l' equivalente di 20 gocce, come scalo? scalo di una goccia a settimana? di 1 al mese?
    sono in alto mare e non intendo rivolgermi nè al medico di base nè alla psicologa, secondo loro devo continuare a prenderlo finchè non sto bene, mi pare un controsenso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe diende da te.. tieni conto che x stabilizzarti un po impiegherai 2 sett circa, starai bene dopo 1 mese dalla riduzione.. più o meno, è un periodo lungo, ma dovrebbe permetterti di disintossicarti con relativa facilità. Dovresti consultare un medico, ma t consiglio di nn farti rifilare altri farmaci, almeno x esperienza mia..

      Elimina
  3. io sono 10 anni che prendo 10 gocce al giorno,però negli ultimi due anni sono arrivata a prenderne 3 al dì...negli ultimi 2 mesi ho provato a smettere ,scalando di una goccia ogni 15 giorni e l ultima settimana una goccia a giorni alterni....risultato''ansia pazzesca ,confusione....ho ripreso con tre gocce al dì...anch io vorrei liberarmene definitivamente e penso che sia solo un fattore psicologico....aiuta molto yoga e meditazione....ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao..3 gocce al di è come se non lo prendessi. se ti accorgi che ti fa bene....sicuramente è l'effetto "psicologico"..... 3 gocce rapportato al peso corporeo non hanno nessuno effetto fisico reale.

      Elimina
    2. a proposito....dopo tutto questo tempo, come va?

      Elimina
  4. Beati voi che parlate di gocce...io sono arrivata a 3 mg al giorno e l'inizio della disintossicazione è durissimo. Sono riuscita ad eleminare nella prima settimana 0,50 tutto in un colpo (grandissimo errore! perché ora l'ansia è triplicata). Il passo successivo è stato eliminare 0,25 ulteriormente ma - come vedete- non dormo la notte. Una cosa è certa: la dieta, l'alimentazione, un'attività fisica sono tutte cose molto utili. Ma chi soffre o ha sofferto davvero di attacchi di panico, ha bisogno di un aiuto che purtroppo solo la farmacologia lo può dare. Non affidatevi a falsi "curatori": il rischio di stare peggio è dietro l'angolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiegatemi come potrò scalare io che ingerisco una boccetta in gocce di xanax o lexotan in un un giorno e mezzo..E questo da tre anni
      La psichiatra vuole sapere in settimana quante gocce assumo..dal momento che non conto le gocce ma mi attacco direttamente alla boccetta

      Elimina
  5. l'alprazolam mi ha fatto uscire da una brutta situazione di attacchi di panico con tre compr.0.5o al di nel 2002 insieme a fluoxetina .ho 67 anni, quindi 12anni fa. ho sospeso spesso e a lungo la fluoxetina, ma ho avuto sempre in tasca da allora l'alprazolam da prendere o al bisogno (astinenza o ansie particolari).tollero bene il farmaco, non mi da sonno, cali memoria ed altro, quindi ci convivo bene, ma vorrei pian piano scalarlo fino a 0, ma è difficile. al momento ho ripreso fluoxetina, a mi sento bene. e questo è fondamentale.tutto sommato alprazolam è ben tollerato anche per lunghi anni. spero esservi stato utile.

    RispondiElimina
  6. scusate io sono sempre dell'idea che i psicofarmaci non sono la soluzione ideale....un mio sfogo personale scusate....................................

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari prima di commentare impara ad usare gli articoli determinativi che fai più bella figura.

      Elimina
    2. Il problema non sono gli articoli determinativi purtroppo...
      Ma lo sfacelo provocato dagli psicofarmaci

      Elimina
    3. secondo lei: una persona malata di depressione maggiore con alle spalle numerosi tentativi di suicidio, cosa è meglio lasciarla UCCIDERE, oppure almeno provare a guarire?
      qui vediamo che persona è lei se è un assassino che la speranza l'ha persa da un pezzo ( nel primo caso) oppure se è una persona che proverebbe di tutto per salvere la vita alle persone (NON E' IL SUO CASO).
      PS se vuoi io sono la prova che i farmaci guariscono le persone e ora non ne sento la mancanza ma! non mi sono ucciso.

      Elimina
  7. Carissimo Bisanti,
    a mio parere lo scopo della medicina in generale è quello di far star meglio il paziente , indipendentemente dal farmaco prescritto che come tutti avrà degli effetti collaterali, andrà valutato il rischio beneficio ect.
    tutto il resto è Filosofia pura!
    grazie Franco

    RispondiElimina
  8. L'intervento del signor Pietro Bisanti é totalmente infondato e diffamatorio. Pertanto, tutti colo che stanno assumendo psicofarmaci si rasserenino e portino a termine le proprie cure. Non sto a controbattere a quanto sostenuto nel testo sopra, ma consiglio vivamente a tutti di preferire il parere di un medico piuttosto che di un poliziotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggi quello che ho scritto e poi mi dai il parere da Medico ok????.............
      vediamo se sei professionale.............

      Elimina
  9. INFONDATO dice?
    Sarò ben felice di smentirla caro ANONIMO citandole la mia storia così lei si mette l'anima in pace e forse la mia testimonianza sarà utile a tutti coloro che vogliono e DEVONO dismettere una delle molecole più devastanti e distruttive che esistano, le benzodiazepine.

    Per cinque anni mi è stato somministrato lo Xanax - oltre a vari antidepressivi che non hanno fatto altro che farmi stare peggio, poichè i benefici erano solo iniziali ma si sa, ci si abitua facilmente a queste porcherie pertanto vi è sempre il bisogno di alzare la dose.

    Ma torniamo a noi, caro ANONIMO.
    Per cinque anni Xanax a ritmo di 60 gocce al giorno, il tutto prescritto dal mio Psichiatra che ha sempre minimizzato riguardo gli effetti a lungo termine e soprattutto alle crisi di una mia eventuale dismissione; ebbene, nel corso di questo lungo, lunghissimo periodo ho tentato svariate volte di smettere poichè gli effetti collaterali si facevano sentire eccome, ma ve li elenco brevemente:

    - dolori alle ossa;
    - DISBIOSI;
    - sonnolenza ai massimi livelli;
    - mancanza di concentrazione;
    - perdita di interesse per qualsiasi attività con conseguente depressione ( indotta dalla Xanax eh, leggetevi il bugiardino );
    - mancanza di memoria anterograda.

    E questo è solo una parte degli effetti collaterali riscontrati; dimenticavo, aumento di peso e voglia di mangiare in continuazione.

    Ma andiamo avanti.

    Un giorno stanca di stare da schifo e di vivere una vita a metà mi sono imbattuta in questo Blog che non è stato altro che LA MIA SALVEZZA. Premetto che ho cominciato a scalare lo Xanax a Settembre 2013 concludendo la mia odissea esattamente due mesi fa - Aprile 2014 ( raccomando a tutti uno scalaggio molto lento per "frenare" le crisi di dismissioni che ci saranno eccome ma che i cari PSICHIATRI minimizzano fino all'esasperazione - poveri noi ).

    Ebbene, non vi racconterò cazzate perchè le crisi arriveranno ma si può uscirne con la forza di volontà e soprattutto facendo attenzione a ciò che si mangia.
    Io posso ritenermi a tutt'oggi SALVA, Pietro è stato il mio angelo custode A COSTO ZERO e sappiate che il cammino verso la guarigione non è semplice ma tutti ce la possono fare, il cammino può essere infernale ma NON SI MUORE. Non confondete le crisi di dismissione con il riaffioro della "malattia" - che malattia non è - ma date tempo al corpo di ristabilirsi, rigenerarsi e soprattutto liberarsi dalle tossine.

    Tutti ce la possono fare e ripeto, solo l'alimentazione, che ai più può sembrare una soluzione ridicola, altro non è che la L'UNICA SOLUZIONE.

    Io sono rinata e se penso alle umiliazioni, al tempo sprecato e all'ignoranza medica-psichiatrica mi vengono ancora i brividi.

    Beatrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao a tutti a differenza di altri io non mi faccio riconoscere come anonimo non mi vergogno di niente............. detto questo vado con il mio pensiero.......
      il psicofarmaco e come una droga crea dipendenza e basta!!!!!!!!!!!.............
      io da ex tossico facendo uso di cocaina e parlado di uso dai 5/6 grammi al giorno.Adesso mi sono ripulito da tutto da ben 10 anni e tuuto questo lo fatto da solo senza aiuto di nessuno: spicologo, spichiatra e altri semplicemente da solo!!!!!! ricordandovi che andava avanti da 3 anni l'uso di COCAINA............e leggendo i vostri commenti su questo farmaco ho altri farmaci mi rivedo io con la cocaina UGUALE STESSI SINTOMI..............
      ma con solo la mia forza di volnta' e con una giusta punizione avuta...........sono 10 anni che non tocco piu' niente neanche l'alcol..............
      adesso mi ritrovo con la mia compagna alla quale assume Xanax da 4 anni in gocce e io la conosco da 2 anni e sta facendo uno sforzo grande ma grande per scalare e io vorrei aiutarla .............e voi con i vostri batti becchi create confusione, a chi come tante persone vorrebbero uscirne.....
      Io non ne ho mai fatto usco di questi farmaci ma come ex tossico i sintomi sono uguali e come se le avessi usati quindi io chiedo: ci sono centri alla quale ci si puo' appoggiare per fa si' di finire questa dipendenza?????
      AIUTATEMI PERFAVORE............ GRAZIE

      Elimina
  10. ho una sorella che fa uso di xanax da anni per le crisi di ansia. ha sempre mangiato malissimo, niente verdura e frutta. la frutta la mangiava finchè eravamo ragazzine perchè gliela sbucciavo e tagliavo io. altrimenti per pigrizia niente frutta. la verdura non le piaceva, andava avanti a merendine dolci e schifezze varie. lei stava male e io che mi facevo enormi piatti di frutta a colazione pranzo e merenda no..sono dell'idea che lo xanax vada scalato nella misura di una goccia ogni 2 mesi perchè 1 mese ci vuole per abituarsi e un altro per rinforzare l'abitudine. prima di iniziare a scalare però è necessario cominciare a scalare anche le schifezze che si mangiano, altrimenti è inutile. un paio di mesi per ogni cibo spazzatura per il corpo. a parte caseina e glutine che per me richiedono 6 mesi ognuno (ho fatto così, ci ho messo abbastanza per abituarmi a stare senza glutine, poi senza latticini, è una disintossicazione da sostanze tossiche impressionanti), la carne già non la consumavo granchè se non in occasione di qualche festa, perciò non ho avuto problemi ad abolirla del tutto. sono vegana cerco il più possibile crudista. lo zucchero l'ho eliminato completamente, il sale sto cercando un po' alla volta e in ogni caso ne ho sempre usato pochissimo. ma ci vuole tempo per rieducare il palato :-). purtroppo so che non si sta bene e che lo xanax si prende per necessità o disperazione. ma penso che la maggiorparte dei nostri squilibri spichichi venga innescata da carenze vitaminiche e di minerali (veri, non sintetici!). quando ero onnivora ero in sovrappeso e sempre in lotta con la bilancia, se volevo calare di qualche chilo dovevo diminuire le quantità di cibo e aumentare il movimento..col rischio di avere crisi quasi bulimiche per mancanza di calorie! epppure sempre così..da quando sono vegana mangio sempre e sono sempre in forma! certo i primi 2 anni ti senti spesso stanco perchè ti devi abituare, il corpo cambia ma quando la flora batterica intestinale si sistema cominci a stare benissimo! forza dai che ce la fate! vogliatevi bene per tutto!! arrabbiatevi, prendete in mano la vostra vita ma non vi lasciate abbattere! anche io ho avuto attacchi di panico nella vita (da onnivora guarda caso), sembra di morire, che stia per succedere o sia successo qualcosa di gravissimo, non dormi. io ho risolto con la musica classica a palla (con le cuffie), obbligandomi a spostare il pensiero (yoga docet), tecniche yoga, alimentazione e visione della vita diversa..certo se ti muore qualcuno, se perdi il lavoro, la casa, se sei mobbizzato, molestato o cose del genere è molto difficile. ma quelle sono cause esterne che è giusto che provochino reazioni negative in noi ma bisogna uscirne! per non perire con tutto il resto..

    RispondiElimina
  11. IO HO PRESO XANAX DA 1 MG A RILASCIO LENTO ALLA SERA , POI 2 PASTIGLIE AL GIORNO ( 1 MATTINO E 1 POMERIGGIO) DA 0,50 . HO COMINCIATO A SCALARE LE DOSI GIORNALIERE PER UN PAIO DI MESI E DA 1 MESE CIRCA HO SMESSO DI PRENDERLO. QUESTO HO POTUTO FARLO GRAZIE AD UNA PERSONA CHE MI STA VICINO E MI DA SERENITA'. SOLO CHE AVVERTO UN SENSO DI VERTIGINE,POCO EQUILIBRIO E STATO UN PO' CONFUSIONALE. VORREI SAPERE SE E' L'ASSENZA DEL XANAX CHE MI PROCURA QUESTI SINTOMI E SE HO FATTO BENE A SMETTERE COSI'. IO CERCO DI TENER DURO E SPERO DI SMALTIRE UN PO' ALLA VOLTA QUESTO VELENO CHE HO INGOIATO PER UN ANNO.

    RispondiElimina
  12. L'HO PRESO PER 1 ANNO

    RispondiElimina
  13. la mia esperienza è quella di aver preso un quarto di una pasticca di tavor da 2,5 per una leggera insonnia, poi incoscientemente ho preso l'abitudine serale di continuare a prenderlo. Sono passati anni e ad un certo punto ho capito di essere caduto in trappola, dal 2004 ad oggi (10 anni la mia vita è diventata un inferno) resisto solo per mia figlia e la mia compagna che sono splendide, ora sto a 8 gocce di en (delorazepam) boccetta da 1 mg e sto ancora vivendo l'inferno, ho le vertigini da anni se dovessi fare l'elenco delle sofferenze subite ci vorrebbe un'ora minimo. Io credo che chi permette, prescrivendo senza informare, vendendo senza informare, producendo senza informare ecc. questi assurdi veleni sia un ciriminale impunito a volte inconsapevole di quanta sofferenza possa arrecare a persone innocenti. L'informazione su questi assurdi veleni credo sia sacrosanta e tutti coloro che danno anche un piccolo contributo sono persone compassionevoli che possono evitare tragedie. Grazie per questa utile iniziativa.

    RispondiElimina
  14. Non credo che il crudismo abbia un effetto gabaergico...purtroppo. E niente vaccini immagino...vero?

    RispondiElimina
  15. eh si, sarebbe meglio evitare di prendere gli psciofarmaci e stare bene. a saperlo prima!!1??? e chi l'avrebbe mai detto!!!

    io ho provato tutto, yoga, psico, crudismo, cottismo, omeopatia. qualcosa di buono specialmente frutta e verdura mi avranno fatto, ma sai, dopo 10 anni che mi sono rotto i cosiddetti. ora sono 2 settimane che prendo 10 x 3 gocce al giorno di xanax (un consiglio meglio le gocce,,,è più facile lo "scalaggio") e sono le mie prime 2 settimane che mi sento rinascere. lo so già.....finirò nella dipendenza da psicofarmaco, la droga delle multinazionali, ecc...ecc..... ma le insalatine di carote crude non mi hanno fatto un'emerita pippa. l'acqua con la memoria , i fiori di Bach........ma smettetela. Emilio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assumo 10 gocce la mattina, 10, pomeriggio e 15 la sera. Dite che è troppo' Se volessi fare un piano per ridurre cosa mi consigliate?

      Elimina
  16. Buonasera a noi che per sfortuna ci ritroviamo qui a chetare su questi farmaci senza di quale tanti non riusciamo a superare questi brutti scherzi di noi stessi sto prendendo xanax con dosaggio vario da un anno o forse un po più di un anno non sono curata però al meno riesco più o meno a vivere normale ad curare la mia famiglia e ad sorridere ogni tanto... Nessuno di noi non vorrebbe arrivare qui e magari non si ritrova la forza di superare questi episodi senza farmaci! In bocca al lupo a tutti noi!

    RispondiElimina
  17. Non credo a queste cose, perché ormai ho provato tutto e non scherzo, proprio tutto. Pratiche come yoga, respirazione, training autogeno, sfoghi, psicoterapia, farmaci naturali e non, alimentazione, sport, ipnosi, riflessologia ecc ecc ecc..
    purtroppo la vita non va come uno si sogna da piccolo, capitano cose che ti possono cambiare la vita, ti temprano, ti formano il carattere, ma ti segnano, e l'ansia è lì che ti fa capire che certe cose ti fanno paura. Ne soffro ormai da 20 anni, non ne sono uscito e purtroppo penso non ne uscirò mai, ormai fanno parte di me.

    Valerio

    RispondiElimina
  18. Buongiorno, io devo dirvi che pur troppo meglio se non fossimo finiti ad assumere questi farmaci...due anni e mezzo fa ho iniziato 0.50 alprazolam una la matt ed una al pom, più il daparox la mattina...a seguito di una forte ansia che mi aveva creato una depressione...la paura di impazzire mi ha mandato dal dottore...anche se è sembrato che sono subito stata meglio...xchè la testa ha il suo ruolo...mi è voluto qualche mese per tornare a gioire..cmq sia, l'anno scorso ho cambiato dottore perchè il mio continuava a non intervenire sulla diminuzione dei farmaci ed io volevo uscirne fuori...oltre ad affrontare una gravidanza...la nuova dott.ssa mi ha fatto prendere un quarto di daparox e dimezzato lo xanax del pomeriggio...andato tutto alla grande...e lunedì 22 mi ha sospeso completamente lo xanax ed il daparox lo prendo un giorno si uno no x ancora 2 settimane. devo dirvi che ho tutti i sintomi da astinenza...meno le allucinazioni, deliri, crisi...però ho tanta voglia di combattere e vincere...è abbastanza difficile...non cambio nulla dalla mia quotidianità..lavoro d'ufficio etc...sono contenta, e non voglio mollare...un giorno mi dovranno mollare questi fastidi...nausea giramenti di testa ansia panico mal di testa, stordita, scoordinata, sudore brividi...ed io prenderò in mano la mia vita...e anche se sono un tipo ansioso...preferirò una bella tisana prima di pensare ai farmaci...è solo ansia...si può combattere...senza paure e senza farsi venire le paure e aggravare tutto...forza a tutti!!!!

    RispondiElimina
  19. Ma questo è palesemente un coglione che non sa di cosa parla. Non ha il minimo rispetto per chi si è fatto un culo come una casa per laurearsi in medicina. Poi fanno tanto gli hippie che vogliono salvare il mondo e tra un proclame e l'altro ti ficcano:"però comprati il mio libricino a 16 euro". Divulgate la cultura, studiate e non date retta a queste merde ambulanti.

    RispondiElimina
  20. Posso dire che con lo xanax gli attacchi di panico e l ansia sono molto diminuiti .....aiuta davvero tanto !

    RispondiElimina
  21. Ma quante chiacchiere..inutili!!.. Io oserei dire..mi.scuso per lamia schiettezza!!..volete togliervi lo xanax..e dite che è una vera schifezza!!vi...ricordo .che siamo (in parte )fortunati ..!! Meno male che la medicina li ha inventati questi farmaci..altrimenti nei momenti di vari attacchi ansiogeni e di panico...cosa avreste fatto?? Tutti i farmaci si possono scalare ..e noi lo sappiamo bene!! Ci vuole molta fiducia in se stessi e convinzione...che tutto si può superare..vi ricordo che la vera dipendenza non è ai farmaci , ma alle nostre fobie!! Consapevolezza!!!un caro saluto

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. CONCORDO SU TUTTO MA NON CREDO PER SUA FORTUNA CHE LEI NON L ABBIA MAI ASSUNTO. NON SEMPRE COME LEI DOVREBBE BEN SAPERE L ANSIA E GLI ATTACCHI DI PANICO HANNO SEMPRE UNA CAUSA SU CUI SI PUO AGIRE MA POSSONO ESSERE SCATENATI DA UN QUALCOSA CHE SI HA DENTRO E NON SEMPRE INTERPRETABILE. IO LO ASSUMO DA DUE ANNI SONO ARRIVATO A 6 MG AL GIORNO E DORMO SE E TANTO 4 ORE PER NOTTE. NON CE LA FACCIO PIU

    RispondiElimina
  24. Buonasera prendo xanax da ormai 6 anni ,naturalmente la dose è aumentata negli anni anche fino a 100 gocce :( ,essendo ipocondriaco ora mi sono fissato che possa avermi rovinato fegato o reni ,è possibile,che ne pensate?non ho il coraggio di fare esami del sangue :(

    RispondiElimina
  25. Al di là degli effetti immediati che saino positivi o negativi mi piacerebbe sapere da esperti nel tempo (ad esempio 15 - 20 anni )assumere una compressa al giorno di xanax da 0,5 quali problemi fisici potrebbe comportare sull'organismo ( fegato, reni , cuore, dolori etc etc )...grazie per le risposte !!!

    RispondiElimina
  26. Buongiorno, ho 36 anni e circa 4 anni fà ho iniziato ad avere di improvviso i miei problemi di ansia e attacchi di panico devastanti. Sono stata e lo sono ancora in cura presso un centro di salute mentale. Durante alcune crisi associate ad iperventilazione, tachicardia, pressione a livelli massimi mi hanno continuamente fatto flebo sia di valium che en, Prendo tavor orosolubile al bisogno, paroxetina 40mg al dì, mutabon mite, ma soprattutto alprazolam un asiolitico che oramai non mi fa più nulla, non mi fa più passare l'ansia, devo prenderlo altrimenti inizio a tremare prima la parte sinistra del corpo, tachicardia, affanno nel respiro e poi tremore nella parte destra del corpo, se non li prendo mi arriva sempre una crisi atroce, più di una volta hanno chiamato l'ambulanza,e messa in osservazione nel reparto di psichiatria (che non auguro a nessuno) , e li sempre flebo e basta. Non ne posso più, per me è devastante è come girare continuamente in tutti i gironi dell'inferno senza via di uscita, mi sta distruggendo dentro e non so più cosa fare, è un buio nero talmente nero che a volte veramente penso di voler dire basta è brutto da scrivere ma è la verità, non esco più, non ho più voglia di fare niente... Piango ogni giorno, prego ogni giorno, ma non vedo nessuna luce. Mi hanno rovinato,mi sento drogata e basta, se solo potessi tornare indietro... A tutti quelli che leggeranno questo post vi dico: NON PRENDETELI MAI! MAI E POI MAIII!! "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono nelle tue stesse condizioni di ansia 24 su 24.dopo 7 anni senza goccie oggi ho ricominciato perché sono la mia unica ancora di salvezza.avrei bisogno di sfogarmi ma non voglio spaventare chi mi vuole bene

      Elimina
  27. Dimenticavo, come alprazolam sono arrivata a più di 10 pastiglie da 1mg al giorno.

    RispondiElimina
  28. Buongiorno Francesca. Mi sono imbattuta in questo forum perché volevo leggere gli effetti dello scalaggio dello xanax che per me sono a tratti devastanti ma non so se sia lo xanax o se sia io.... Premetto che già prendevo poche gocce e ora sono a 8/8/13... Mi sento però molto spesso come se il cervello non fosse collegato, psicosi ipocondriache senza motivo e senza controllo! Ho paura che sia un farmaco che provochi una forte dipendenza... Per quanto riguarda lei mi ha molto colpito la sua storia... Ha pensato ad una terapia cognitivo comportamentale che al centro di salute mentale non fanno?

    RispondiElimina
  29. E qua c'è pure chi da retta a uno che si faceva di eroina? Andate avanti con le vostre cure e lasciate perdere il complottismo becero e ridicolo dell'antipsichiatria.

    RispondiElimina
  30. Ma per cortesia... faccia il suo mestiere. La psichiatria cura persone che hanno un disagio serio che non si cura di certo con ravanelli crudi o eliminando il glutine. Sia serio e non speculi sulla credulità popolare di qualcuno che può seguire i suoi insani consigli. Condivido in pieno il fatto che l'alprazolam (principio attivo dello Xanax) sia da usare per periodi limitati e ponga un bel problema in fase di dismissione. Ma la psichiatria ha aiutato (ed aiuta tutt'ora) persone che soffrono di disturbi atroci, come il D.A.P. o la depressione, grazie a farmaci ben tollerati. Non abbandonate le cure date da gente che si è laureata per seguire consigli di improvvisati.

    RispondiElimina
  31. Dal profilo Facebook del carabiniere anti-farmaci si legge che è "Sposato con una Naturopata"... coincidenze? Io non credo.... purtroppo.

    RispondiElimina
  32. Prendo lo xanax 0'50 da 35 anni e grazie a questo medicinale non dico di aver vissuto benissimo.....ma ho vissuto....ho avuto quattro figli e quattro nipoti.....adesso sono in pensione e vivo bene anche se continuo ad assumere lo xanax....lo dico solo per dare un consiglio a quelli che vivono come ho vissuto io....auguri a tutti e non fatevi ingannare dai troppi consigli.....non cambiate troppo lo psichiatra....e anche se si vive all'80% va bene lo stesso.....auguri a tutti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava io come te l'ho prendo da 32 anni sono diventata mamma e nonna e' mi ha permesso di vivere almeno quasi normalmente

      Elimina
  33. Secondo me lei fa più danni degli psicofarmaci. Si cerchi un modo più onesto per passare il tempo. Mi sembra molto ignorante e quindi pericoloso per gli altri. Buona fortuna e spero di non incappare più in uno dei sui discutibili consigli.

    RispondiElimina
  34. qualcuno mi sa' dire quanto tempo ci vuole x smaltire xanas visto che devo fare eami capello e urina? grazie mille

    RispondiElimina
  35. Gli attacchi di panico non vengono a caso. Il nostro vissuto è una parte importante che può dererminarli.le nostre spalle sopportano, sopportano e ancora sopportano. Poi un bel giorno ci coglie l'attacco di panico, all'improvviso, quando meno ce lo aspettiamo. È un segnale che ci invia il nostro cervello, ci avvisa che siamo in riserva, che forse ne abbiamo passate troppe ed è il momento di pensare a noi. Molti si vergognano a parlarne perché si sentono deboli e stupidi, invece bisognerebbe parlarne di più e far capire che non c è nulla di cui vergognarsi. Il primo passo per uscirne è parlarne. Ci sarà sempre il pirla che ti dice che è solo una tua fissazione... cambiate strada, per uno come lui ce ne saranno tanti altri pronti ad ascoltarvi. L'ansia non di cura con il veganesimo o con le crudite... L'ansia si cura con le medicine.che poi sport e una sana alimentazione debbano essere per ognuno di noi la base del vivere bene, su questo non vi piove. Come non ci piove che non si debba abusare di nessun tipo di farmaco. E ripeto ABUSARE.Ma purtroppo solo sport e alimentazione non curano dagli attacchi di panico. Per cui, caro il mio poliziotto, vada a pattugliare le strade, che la criminalità è in aumento. Saluti

    RispondiElimina
  36. Gli attacchi di panico non vengono a caso. Il nostro vissuto è una parte importante che può dererminarli.le nostre spalle sopportano, sopportano e ancora sopportano. Poi un bel giorno ci coglie l'attacco di panico, all'improvviso, quando meno ce lo aspettiamo. È un segnale che ci invia il nostro cervello, ci avvisa che siamo in riserva, che forse ne abbiamo passate troppe ed è il momento di pensare a noi. Molti si vergognano a parlarne perché si sentono deboli e stupidi, invece bisognerebbe parlarne di più e far capire che non c è nulla di cui vergognarsi. Il primo passo per uscirne è parlarne. Ci sarà sempre il pirla che ti dice che è solo una tua fissazione... cambiate strada, per uno come lui ce ne saranno tanti altri pronti ad ascoltarvi. L'ansia non di cura con il veganesimo o con le crudite... L'ansia si cura con le medicine.che poi sport e una sana alimentazione debbano essere per ognuno di noi la base del vivere bene, su questo non vi piove. Come non ci piove che non si debba abusare di nessun tipo di farmaco. E ripeto ABUSARE.Ma purtroppo solo sport e alimentazione non curano dagli attacchi di panico. Per cui, caro il mio carabiniere, vada a pattugliare le strade, che la criminalità è in aumento. Saluti

    Rispondi

    RispondiElimina
  37. ho fatto una cura con Xanax un anno fa e voglio dire che dopo un trattamento di quasi due settiamne ho sentito ameliorimaneti..Ho assunto 0,25 g di xanax con effetto calmante.. vi dico che se usato a bassi dosaggi è molto ben tollerato. E’ un tranquillante e ansiolitico molto efficace ma serve pazienza, una settimana è poco per avere risultati importanti; vedrà che ne avvertirà i primi benefici nelle prossimi giorni. Io di solito lo prendo da un sito online ( allgenericmeds.net ) e lo ricevo a casa in pochi giorni. Sappiamo tutti che e' molto difficile andare al suo medico ogni volta che hai bisogno di una prescrizione... per un acquisto online non serve la ricetta  

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.