ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Igienista alimentare specializzato in ambito giuridico-psichiatrico (NOTA BENE: L'Igienismo è uno stile e filosofia di vita e NON una specializzazione in ambito medico), già maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

martedì 6 marzo 2018

PIEDE DIABETICO: FATEVI PURE AMPUTARE TUTTO L'AMPUTABILE... L'OLIO E' UNA MERDA, SENZA SE E SENZA MA

Un po' di tempo fa sono andato a trovare un mio amico all'ospedale, poiché aveva subito un'operazione a cuore aperto per la "sistemazione" di alcune "valvole usurate".

Tralasciando le nostre solite considerazioni igieniste, e cioè quanto lo stile di vita sia essenziale per evitare di finire sotto i ferri di una medicina interventista e che rimane sorda allo sradicamento delle cause, mi è rimasta impressa la scena di un ragazzo sui vent'anni che, uscito dal meraviglioso reparto "Piede diabetico", con in "bella vista" un moncherino fasciato all'altezza della caviglia di una delle due gambe, si era fiondato, accompagnato dalla solerte madre, verso il distributore automatico di bibite e schifezze varie ("casualmente" posto proprio sullo stesso piano).

Entrambi avevano scelto senza indugio una bella lattina di "Lemonsoda"; trangugiandola con gioia, l'avevano terminata con una esclamazione di gioia: "Ah... quanto è bella fresca".

Bella fresca un paio di palle avrei voluto rispondergli io...

L'uomo moderno non è mai stato così tanto tecnologico quanto brutalmente ignorante.

Il diabete, soprattutto di tipo II, è una delle "patologie" più altamente reversibili attraverso un poderoso e deciso cambiamento dello stile di vita emozionale ed alimentare.

Mettiamoci bene in testa alcuni concetti:

1) Il diabete di tipo II è la CONSEGUENZA di uno stile di vita alimentare/emozionale contro natura. Il principale responsabile è il SANGUE GRASSO e non gli alimenti "zuccherini"; oltre ad esserci "zucchero e zucchero" (quello della frutta NON ha NIENTE a che vedere con la merda artificiale creata dall'uomo), la glicemia sale perché l'insulina è INCAPACE di agire proprio a causa del sangue grasso, che le impedisce di svolgere il proprio compito di traghettatore del glucosio dal sangue alle cellule.

2) La macchina umana, che lo vogliate o no, funziona non a bassi ma a BASSISSIMI livelli di grasso: avete mai visto una scimmia imbottirsi di frutta secca, barrette crudiste e olio di oliva? 

3) Lo zucchero della frutta NON ha niente a che vedere con gli zuccheri artificiali e quelli contenuti nei cereali e nei legumi: mettetevelo BENE in testa, la frutta è PIENA di sostanze che permettono l'assorbimento lento e costante del glucosio, mentre sono i cereali e i legumi che portano a picchi glicemici innaturali proprio perché NON sono cibo per noi ma per i granivori... Siete forse un uccello, capace di ingerirli crudi?

4) Ho visto una MAREA di vegani (soprattutto crudisti) stare di MERDA nonostante fossero convinti di aver abbracciato il miglior stile di vita possibile. Consumare grosse quantità di frutta in un organismo il cui sangue è GRASSO e INTASATO è una bomba ad orologeria. Tutto si trasforma in glucosio, persino un pezzo di plastica se lo mangiate. La differenza ABISSALE è che una mela diventa tale in poco più di mezz'ora, contro le diverse ore di una bistecca: impegno digestivo e scorie residue fanno la differenza tra una salute vibrante e una di merda. Una mela, seppur infinitamente più sana, richiede però che TUTTO il sistema funzioni alla perfezione, altrimenti tutto si intoppa. Il glucosio altamente e prontamente disponibile della frutta è un'arma a doppio taglio quando rimane bloccato nel sangue a causa di un'insulina a sua volta impantanata in un sangue grasso. Ecco quindi che la glicemia sale e arrivano i problemi, nonostante uno pensi di stare mangiando perfettamente. E la causa principale è sempre la stessa: i grassi, siano essi vegetali o animali. Anche se alcuni sono sicuramente più salutari e compatibili, il grasso è sempre grasso, e va consumato con assoluta moderazione. Come accennato sopra, questa è la miserabile fine che fanno i vegancrudisti che ritengono di potersi sostentare di frutta secca, litri di olio di oliva, semi e noci.

5) La risposta della fallimentare medicina allopatica è sempre la stessa: ci si deve imbottire di proteine, di cibi animali, di formaggi, evitando assolutamente la frutta, oltre ad assumere la pastiglietta giornaliera o l'insulina, ora attraverso dei super tecnologi dosatori computerizzati... La follia della follia.

6) Questo comporta, come per gli psicofarmaci, un EFFIMERO e TEMPORANEO senso di sollievo, in pratica le solite "guarigioni" farlocche, che non fanno altro che spegnere i sintomi, andando ad aggravare il problema nel medio-lungo periodo. Non si "stimola" la glicemia evitando la frutta ma si ingrassa sempre di più il sangue, ESAUTORANDO il pancreas dalla produzione di insulina (spegnendolo piano piano, nonostante nei diabetici di tipo II di insulina ve ne sia anche fin troppa) fino a quando il sangue è talmente grasso che la glicemia sale anche respirando... e poi via al valzer delle amputazioni.

7) La soluzione è di una semplicità disarmante: lentissima dismissione dei farmaci e/o dell'insulina che si assume e cambio altrettanto lento ma radicale dello stile di vita alimentare.

8) Eliminazione TOTALE di cereali (con e senza glutine), legumi e riduzione netta di patate e altri amidacei. Massimizzare la frutta e tenere BASSISSIMI i livelli di grasso.

Quanto detto per il diabete di tipo II vale anche per quello di tipo I. Se pensate che quest'ultimo sia una condizione irreversibile, non avete mai visto che cosa fanno in alcune cliniche igieniste statunitensi.

Nessuno sta dicendo che sia una passeggiata ma con le opportune cautele si può provare a dare la possibilità al proprio organismo di autoripararsi e autogestirsi al meglio, oppure accontentatevi di una vita fatta di precarietà fisica e mentale.

Come ben spiegato, la chiave è l'eliminazione dei cereali/legumi, della massimizzazione del crudo in chiave frutta e di un bassissimo consumo di grassi BUONI.

Un avocado alla settimana e qualche mandorla sono più che sufficienti.

Chi avesse ancora dei dubbi sulla dannosità degli oli (anche quelli spremuti a freddo), basta che se ne versi un po' sulle dita e provi a eliminarlo solo con acqua...

Questo è quello che accade al vostro sangue catramoso, e volete che in tali situazioni l'insulina funzioni a dovere?

Pietro Eupremio Maria Bisanti



Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.























Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.