ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

lunedì 2 gennaio 2012

LA CONTINUA ILLUSIONE DEL PROZAC

Ho deciso di pubblicare un commento che mi è giunto in forma anonima al mio articolo "PROZAC, TI CONDANNO A MORTE PER OMICIDIO"

"E' facile sparare a zero quando si ha la fortuna di NON soffrire di depressione. Complimenti. Pensiamo pure che la depressione non sia una malattia, che si possa curare semplicemente bevendo acqua. A me personalmente ha cambiato la vita, esco, mangio, vedo i miei amici, vado al lavoro. E se non avessi preso il prozac (che adesso non prendo più perchè sono guarita) probabilmente non ce l'avrei fatta. E si lo sbandiero. Quando uno è depresso (e parlo di vera depresione,non di giornate no) deve curarsi, non mangiare più frutta e verdura."


RISPOSTA

Ho deciso di pubblicarlo per dimostrare ancora una volta quanta ignoranza ci sia intorno al tema "psicofarmaci", e di come molta gente idoltatri letteralmente queste pasticche, rimanendo nel contempo all'oscuro di come realmente funzionino (o non funzionino) e di come invece funzioni il corpo umano.

Caro Anonimo, facile pubblicare in un blog dove tu sai con chi stai parlando, mentre io no.
Non importa, tanto ritengo di avere più di una risposta ai tuoi quesiti, e ho anche delle domande da porti.
Nessuno osa (e non è nemmeno stato detto nell'articolo in questione) mettere in discussione il fatto che la depressione sia una conclamata e innegabile MANIFESTAZIONE PSICOLOGICA (e non disturbo del cervello come i tuoi cari psichiatri vogliono farlo passare) di una potenza devastante, capace di cambiare letteralmente la vita di chi ne soffre.
Ma siamo sempre alla FORSENNATA RICERCA DEL SINTOMO (come il mio omonimo articolo che ti consiglio di leggere) e mai alla risoluzione vera e propria del problema.
Lo psichiatra che ti ha in cura, e che ti ha con tanta facilità prescritto una sostanza che è uguale alle droghe di strada, ti ha mai forse chiesto quali fossero le tue abitudini di vita, alimentari, relazionali, spirituali?
Ti ha mai paventato la possibilità che la depressione NON si formi nel cervello, ma parta dall'intestino?
Ti ha mai paventato la possibilità che la depressione possa essere causata dai peptidi non digeriti del glutine? (e ti consiglio di vedere il mio articolo "CELIACHIA, NON SOLO MAL DI STOMACO)
TI ha mai paventato la possibilità che la depressione possa scaturire da anni di consumo di latticini, che formano una pellicola sui villi intestinali, che non permette l'assimilazione dei cibi e quindi la formazione di quelle sostanze che poi servono a livello celebrale per creare le giuste sinapsi affinché tu ti possa sentire bene?
Ti ha mai paventato che il corpo umano va guardato in maniera olistica e completa e non a "pezzi" (e ti consiglio di leggere il mio articolo "NON SIAMO I MATTONCINI DELLA LEGA")?
E ammesso che determinate difficoltà, anche grosse, nella vita, ti abbiano abbattuto, ti sei mai chiesta come mai la tua resistenza alle avversità non è tanto forte quanto ti aspetteresti, e che quindi ricadi nella categorie di quelle persone che vedono sempre "il bicchiere mezzo vuoto"?
Eh no...al posto di investigare è molto più semplice ottundersi, drogarsi, impasticcarsi, magari per anni, e poi farsi dire da un'altra persona: "Ora sei guarita!".
Ma guarita da cosa se la causa a monte non è stata né investigata, né quindi tantomeno arginata?
Guarita per quanto? Guarita totalmente (che significa vivere ogni giorno appieno con entusiasmo) o semplicemente sei stata resettata in "modalità sopravvivenza", e quindi con vita sessuale pari a zero, ingrassata o dimagrita, piena zeppa di tossine che solo gli antidepressivi possono dare?
E fra un anno o due pensi che non sarai da capo? Io non te lo auguro assolutamente, voglio infatti il bene per l'umanità intera, e spero che la tua "cura" ti abbia "guarita" per sempre, ma purtroppo cara amica ho i miei seri, fondati dubbi.
E sai perché? Perché solo un ignorante o un saccente potrebbe avere l'ardire di pensare che una pasticca possa "guarire" e interagire con l'infinita e ancora quasi totalmente oscura biochimica celebrale.
Solo un ignorante o un saccente può pensare che nascondendo, sopprimendo, ingannando, manipolando una sintomatologia si possa arrivare alla guarigione della stessa.
Sono convinto che il tuo psichiatra nulla ti ha mai detto riguardo alle putrefazione intestinale, alla disbiosi, alla leucocitosi digestiva, ai danni causati da caffè, thè, alle iperglicemie e ipoglicemie causate dagli zuccheri raffinati.
E quindi hai preso il tuo bel Prozac e hai continuato le tue sicuramente pessime abitudini di vita e alimentari.
E hai il coraggio di chiamare tutto questo guarigione?
E hai l'ardire di offendere la frutta e la verdura, pensando che non si guarisce con esse?
Da un lato hai perfettamente ragione, lo dico pure io. Infatti non sono frutta e verdura a farti guarire, ma il tuo corpo che si autoregola grazie ad esse.
Questo è il fulcro di tutto. Solo il tuo medico interno sa cosa deve fare, ma non lo può fare perché il tuo intestino è diventato una pattumiera, una fogna di Calcutta, una cloaca di città.
E tu, al posto di risistemarlo, lo bombardi ancora con ulteriori veleni, tagli la spia rossa che ti si è accesa, nascondi i miasmi intestinali con il deodorante chimico chiamato "Prozac", e ti gongoli in una finta guarigione che, credimi, non durerà per sempre, anzi, durerà meno di quello che pensi.

1 commento:

  1. Voglio aggiungere una cosa per amonima:
    Se hai tanta, tanta fortuna di avere anche in modo inconsapevole, modificato l'origine della tua depressione può darsi che non si ripresenti in futuro e io te lo auguro con tutto il cuore. Ma le esperienze di molti, troppi dimostrano invece proprio il contrario. Gli antidepressivi aggravano la depressione nel lungo periodo, questo non lo dicono soltanto gli antipsichiatri ma è dimostrato da precisi studi, proprio quegli studi che ne dovrebbero dimostrare l'efficacia! Uno per tutti lo scandalo di uno studio chiamato STAR*D uno dei più ampi mai fatti. Documentiamoci gente, non possiamo continuare a farci rovinare in nome del profitto!!

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.