ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

domenica 3 luglio 2016

COME UN EPISODIO DI ESAURIMENTO (FISICO) PUO' DIVENTARE LA TUA CONDANNA A MORTE: PSICHIATRIA, FOTTITI!

LETTERA

Buongiorno...sono *****, ho 27 anni e sono una studentessa dell'ultimo anno di corso della facoltà di sociologia a *****. Volevo raccontarle la mia storia e alla fine farle alcune domande.

Sono sempre stata una ragazza solare, studiosa e molto attiva socialmente nel mio piccolo paese della provincia di **** che conta all'incirca 300 anime. L'anno scorso a novembre purtroppo ho avuto uno stress talmente forte dovuto all'eccessiva perdita di peso, allo studio (non riuscivo a superare l'esame di spagnolo e in più si assommava la tesi) purtroppo ho fatto un gesto molto brutto e mi hanno portata in pronto soccorso, dove dopo avermi fatto bere tre bicchierini di non so cosa fosse, mi trovo in reparto psichiatrico. 

Solo dopo tre giorni mi sono resa conto di dove ero e della roba che mi hanno dato sono pure stata male in reparto. Dopo la dismissione mi prescrivono una pastiglia di zoloft da prendere alla sera e una pastiglia da due milligrammi di tavor. 

Succede poi nei mesi seguenti che queste pastiglie non riesco a reggerle, ho sempre tremori e sto male. Quindi decido di non prenderle. A gennaio ho una nuova ricaduta e finisco di nuovo in psichiatria. Questa volta però mi informo di ciò che mi somministrano: una pastiglia di abilify e una di zoloft e la notte valdorm (penso un sonnifero). 

Uscita dal mio secondo ricovero tremavo come una foglia e non stavo in piedi. Perciò chiedo alla psichiatra di fare qualcosa per il mio tremore. Mi prescrive una pastiglia di Akineton insieme a quelle che prendevo ed il risultato è stato: non ci vedevo, non ragionavo, non camminavo. 

La notte in più vedevo nei miei occhi una pulsazione di luci bianche. Dopo questo episodio e spaventata, ho deciso di contattare un altro medico che si è preso cura di me ma somministrandomi altri psicofarmaci. 

All'inizio mi ha fatto delle punture di antidepressivo e mi sono sentita subito meglio ma poi quando mi ha prescritto la cura, quale clopixol in gocce 3/4 e un quarto di pastiglia di remeron i tremori e le mie ansie aumentavano di nuovo. 

Perciò ho deciso di smettere. Da aprile ho smesso di mia volontà sono stata malissimo, ma adesso ho pochi sintomi. Purtroppo non riesco a dormire la notte e devo prendere il tavor da un milligrammo, non riesco ad uscire ancora di casa e ogni giorno mi sembra un incubo. 

Volevo chiederle....secondo lei queste sensazioni passeranno? Riuscirò ad avere una vita come prima? Il paese è piccolo mi sento giudicata...inoltre, può il nuovo psichiatra mandarmi in psichiatria se non seguo le sue cure (questo psichiatra mi ha tolto dalla prima psichiatria, lui svolge servizio privato). 
La ringrazio per la sua attenzione.
Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Cosa le è accaduto?

Semplice, tutti gli impegni che si è sobbarcata hanno semplicemente mandato in tilt il suo MALE ALIMENTATO corpo fisico.

Ha "semplicemente" avuto un esaurimento delle sue risorse energetiche. Non si possono chiedere infatti al proprio corpo sforzi immani se non lo trattiamo, soprattutto a livello alimentare, in maniera impeccabile.

E questi inutili e ignoranti dottori l'hanno trasformata in un caso da manuale...

Al posto di accoglierla, capirla, supportarla psicologicamente e NUTRIZIONALMENTE, altro non hanno fatto se non distruggerla di farmaci, giocando al piccolo chimico con la sua mente e il suo corpo...Roba da far rabbrividire!

Ora, ha tolto i farmaci di botto (e, a dirle la verità, quando assunti da non troppo tempo, questa pratica si rivela più utile dello scalaggio), ma le rimane il Tavor e la sua salute precaria.

Impari finalmente come un corpo debba essere trattato e abbracci senza riserve i dettami millenari della scienza Igienista e dell'alimentazione vegancrudista.


Ecco il piano di battaglia


1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendole un libro, ma a te permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e nel suo caso specifico potrà seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono
Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.