ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Igienista e consulente legale specializzato in ambito giuridico-psichiatrico, ricercatore indipendente sul disagio umano con particolare attenzione a quello giovanile e sui danni da psicofarmaci (NOTA BENE: L'Igienismo è uno stile e filosofia di vita e NON una specializzazione in ambito medico), già maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

domenica 24 dicembre 2017

TANTE DOMANDE DA UN RAGAZZO "SCHIZOFRENICO" SOTTO CLOZAPINA E QUIETAPINA CHE SI STA SVEGLIANDO

LETTERA

Ciao Pietro sono un ragazzo che ti aveva scritto nel blog. Mi hanno diagnosticato la schizofrenia a 19 anni ed ora prendo clozapina e quietapina per tirare avanti la vita. 

Ma io voglio di più voglio parlare e ridere e voglio ragionare con il mio vero cervello. Sto seguendo i tuoi consigli e da una settimana ho tolto glutine e caseina prima. La carne non ancora ma le proteine le si possono prendere dai vegetali. 

La mia domanda è: adesso mi sento più veloce nei ragionamenti e più vivo e carico. È un po' che i dottori non mi vedono e quando ritornerò mi vedranno sveglio e non tonto. Anche se prendo la terapia. 

Voglio prima mettere a posto il corpo e poi iniziare a scalare. Ora vado al csm quindi non privato. 

Sto facendo delle sedute di emdr se sai cosa è per attacchi di panico quando so che è tutto causato da bassa dopamina dovuta ai farmaci. Se mi vedono così carico anche se sono lucido e non do segni di psicosi possono costringermi al tso e mandare qualcuno a prendermi? 

Dovrei staccarmi ed andare da uno privato? Dovrei sentire un avvocato che mi tutela? Ho paura perché ho un lavoro e sono felice...Ti ringrazio perché Grazie al tuo blog mi hai svegliato e stai aiutando tanti prigionieri di questo sistema che seda l'anima delle persone.

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Grazie anzitutto per le tue parole finali. Moltissime persone nemmeno si chiedono cosa significhi portare avanti un lavoro informativo di questa portata. 

Io me ne fotto altamente: non sono in cerca di gloria. Sto solo dando il mio contributo personale al "risveglio" del mondo; risveglio di chi VORRA' SVEGLIARSI. Qui non si obbliga nessuno a niente, si insegna a prendere in mano la propria esistenza senza delegarla a nessuno.


Da quanto scrivi nella tua email, si comprende bene che stai intraprendendo la strada giusta, e stai sperimentando su te stesso cosa significhi cominciare a trattare il proprio corpo non come un sacco dell'immondizia bensì come una reliquia.

Non sono qui però a fartela facile. Glutine e caseina sono mostruosamente intossicanti, e sicuramente stai ottenendo benefici dalla loro eliminazione.

Non dimentichiamo al contempo che, comunque, TUTTO il tuo organismo è sotto attacco di una terapia psicofarmacologica MOSTRUOSA e INVASIVA.

Non finisco mai di sbalordirmi di come la "moderna" Psichiatria ragioni: ti hanno abbinato due antipsicotici, tra cui la famigerata Clozapina, che già da sola, in ambito medico, viene considerata "l'ultima spiaggia" allorquando tutte le altre terapie non "abbiano fatto effetto".

Qualcuno ti ha quindi mai detto che dismettere tale farmaco sia mostruosamente difficile e pieno zeppo di insidie?

Ho visto con i miei occhi tante persone che hanno provato a dismettere la Clozapina: chi lo fa troppo velocemente, rischia crisi psicotiche ALLUCINANTI. Mi sento quindi di dirti di andare piano, molto piano.

Se fossi in te scalerei prima la Clozapina, e lo farei nell'ordine del 5% al mese. Impiegaci anche 20 mesi, ma evita il più possibile di finire in crisi psicotiche a cui la società risponderebbe imbottendoti ancora di più.

Dopo un mese dalla dismissione della Clozapina, comincerei a dismettere l'altro farmaco, nell'ordine del 10% al mese. Quindi 30 mesi di dismissione totale.

E sono assolutamente d'accordo su come tu ti stia muovendo: concediti due-tre mesi di miglioramento alimentare, per poi cominciare la dismissione.

Ricorda però che non basta l'eliminazione di glutine e caseina. Bisogna virare con GRADUALITA' ma con COSTANZA verso un'alimentazione vegana, ad alti livelli di crudismo e a bassissimi livelli di grasso. Tanta tanta tanta frutta.

Questo però, come detto, deve avvenire con gradualità, perché il tuo corpo è così gravemente intossicato dalla merda che assumi che, paradossalmente, ha bisogno di tempo per riabituarsi a ricevere cibo "giusto e normale".

E togliti dalla testa quelle boiate sulle proteine. L'uomo ne ha bisogno di una quantità irrisoria, che trova comodamente nella frutta e nella verdura crude. Altrimenti, come diamine giustifichi la potenza del gorilla, del rinoceronte, del toro? Basta farsi prendere per il culo da questi luoghi comuni da lobotomizzati sociali!

Frutta e verdure crude: tutto il resto è "optional".

Anche le sedute di EMDR: ben venga ciò che ritieni possa darti una mano, ma tieni bene a mente che la guarigione NON consiste nella soppressione del sintomo bensì nel riequilibrio totale del corpo anche e soprattutto attraverso un'alimentazione e uno stile di vita impeccabili.

Ora passiamo al lato squisitamente giuridico...

Fuori dal regime di TSO, nessuno può essere obbligato a nulla, tanto meno all'assunzione di farmaci.

Non sei quindi obbligato a frequentare né il CSM né uno psichiatra privato.

Tra la "teoria" e la "pratica" le cose però possono cambiare enormemente.

Infatti, tu hai il diritto, in assenza di un'urgenza psichiatrica, di fare quel diamine che ti pare, ma LORO hanno comunque le armi del TSO e dell'ASO, con l'aggiunta di una ampia "libertà" di diagnosi...

E non sempre lo fanno in cattiva fede: si sentono responsabili di chi hanno in carico, e in parte lo sono in relazione a quanto indicato dal Codice Civile, e per loro "curare" significa "prescrivere farmaci".

Hanno paura delle conseguenze giuridiche di un atto violento commesso da un loro paziente quanto il paziente stesso ha paura di loro: un cane che si morde la coda.

Quindi, una volta "presi in carico" il mio consiglio è di sganciarsi con intelligenza, senza "aggredirli".

Nel tuo caso specifico, vai avanti a presentarti ai colloqui, sii sempre collaborativo, e quando ti sentirai pronto alla dismissione dai farmaci, se lo vorrai, provvederò ad assisterti nelle comunicazioni con il CSM, in modo che si provi a concordarlo con loro. 

Nessuno ha "interesse" a farti un TSO senza i presupposti di Legge: stai assumendo la terapia e non sei in urgenza psichiatrica. Non stai "fuggendo" da loro. Quindi non devi temere nulla. Se ci dovesse essere un abuso bello e buono, fammi sapere subito, e verrai aiutato e assistito come faccio con tutti.

Puoi anche valutare la presa in carico da uno psichiatra privato (e anche in questo caso saprei da chi indirizzarti). In questa circostanza, si comunicherebbe formalmente al CSM che stai continuando il tuo percorso di cure privatamente.

Come vedi ci sono soluzioni diverse, e devi essere tu a scegliere cosa fare.

Io non ho il benché minimo dubbio che la guarigione VERA e DURATURA sia solo una: dismissione dei farmaci lenta a costante, cambio alimentare ed emozionale lento e costante, sganciamento dal CSM attraverso un protocollo concordato di dismissione con loro o presa in carico da uno specialista privato.

Senza fretta. 

Con calma, prudenza e intelligenza si arriva dove si deve arrivare.

Inutile correre per poi finire ricoverati e fare un passo in avanti e mille indietro, no?

Rifletti sulle mie parole e decidi: chiunque segua la via della salute, avrà sempre il mio appoggio incondizionato.

Avanti così

Pietro Eupremio Maria Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.



Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.







Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.