ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

venerdì 8 novembre 2013

TESTIMONIANZA DI UN'OPERATRICE DI COMUNITA' PSICHIATRICA

LETTERA

Salve,
ho già avuto modo di scrivere le mia esperienza, non diretta, con gli psicofarmaci. Non è stata pubblicata, ma la ripropongo in quanto ritengo sia un punto di vista "mezzo dentro e mezzo fuori" in quanto non avendo io provato direttamente gli psicofarmaci non ne sono dentro appieno, ma ho visto a distanza ravvicinata e dal di fuori, i danni che queste pilloline creano in un organismo umano, e quali devastazioni portano alla sua mente. Sono stata un'operatrice di comunità psichiatrica per molti anni. Ho visto entrare vittime della solitudine, di famiglie sbagliate, di scompensi emotivi trasformati dopo poco tempo in automi senza volontà. Il lavoro di gruppo, che avrebbe dovuto consistere nell'individuare la terapia migliore atta a riportare ad una vita accettabile tali persone, con la progettazione di ascolti della psicologa, di momenti di ricostruzione del quotidiano, di un nuovo inserimento lavorativo laddove possibile, si è trasformato in compilazioni di ricette da parte dello psichiatra, sicché, la progettualità quotidiana è andata a farsi benedire. Come si può cucinare con un ospite che dorme in piedi, e che ti manda a quel paese se tenti di coinvolgerlo il minimo sindacale? Il lavoro che avevo scelto, che doveva consistere nell'aiutare gli ospiti a ricongiungersi col mondo, si è trasformato in cene preparate con l'ospite che doveva farlo con me addormentato sulla sedia, di spese fatte con persone che dovrebbero riabituarsi a controllare prezzi e scegliere alimenti completamente indifferenti, ho visto una bellissima ragazza prendere 20 kg in pochi mesi. Ho visto facce gonfie ed espressioni rimbambite.
Ho chiesto spiegazioni sul perché prendessero tanti farmaci piuttosto che seguire un percorso personale di "riappassionamento" alla vita, ma mi è stato risposto che senza farmaci per loro non è possibile vivere. Sappiamo tutti che questa è un boiata, e sappiamo anche quanti soldi circolano dietro l'industria della follia, tra psicofarmaci, alloggiamenti in strutture che cronicizzano e non curano. La cura dei"matti"è uno dei businness più fiorenti di questa porca Italia.

Me ne sono andata, prima di passare a strategie sovversive, quali il buttare via i farmaci durante il mio turno e di sostituirli con dei placebo, perché non sarebbe servito a nulla. La sospensione per tre o quattro giorni e la ripresa nel turno di un'altra farebbe solo danni. Tutto quello che ho potuto fare è stato consigliare i parenti di portarli più spesso a casa, e magari nel frattempo informarsi su possibili cure alternative, ma senza risultati. Ho chiesto mi spostassero, in quanto mio diritto. Nel nostro lavoro è facile non voler più essere complici di qualcosa di sbagliato.

F.to Barbara Peuto



RISPOSTA

Gent.ma sig.ra Peuto,
grazie anzitutto di aver voluto condividere la sua testimonianza.

Non mi perdo in ulteriori commenti, dato che tutto quello che penso è ben evidenziato nel blog.

Aggiungo solo questo a quanto da Lei scritto e che condivido al 100%: 

l'ignoranza uccide più della spada. L'unica arma di difesa è informarsi e non aspettarsi aiuto da un mondo fondato sulla sull'egoismo, l'avarizia, l'ipocrisia e la mancanza di ideali.

Pietro Bisanti

Per tutti: a breve uscirà il mio primo libro "ASSASSINI IN PILLOLE: La psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere": prenotazioni a pbisant@hotmail.com

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.

PER TUTTI: RISPONDO A OGNI SINGOLA MAIL O COMMENTO. DATA L'ENORME QUANTITA' DI POSTA CHE RICEVO, CHIUNQUE ABBIA UN'URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARMELO



1 commento:

  1. la legge basaglia non e stata mai applicata.ero sana prima che mi rinchiudessero in un ospedale pschiatrico a 15 anni subendo violenze atroci da medici e paramedici infermieri.... a distanza di anni scopro che succede lostesso ma in un altro ospedale solo che ho un eta diversa per difendermi .....ma allora mi chiedo se tutto cio succede in tutti gli ospedali come fa malato a guarire ? voglio dire a tutti che in manicomio ho visto infermieri rubare soldi ad un disabile usare l acqua destinata alle mense sostituendole con bottigle di acqua del rubinetto guardare con occhi maliziosi la dove facevano un iniezione...non sono solo i farmaci che usano per stordire i pazienti insomma se avete la disgrazia di avere un figlio con dei problemi del genere la miglior cura e l affetto ....che tutti abbiamo dei difetti o deficit come direbbero i medici. il miglior medico di noi stessi e noi .stessi intanto io mi sono rivolta ad un legale.

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.