ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

mercoledì 20 novembre 2013

COME DOVREBBE ESSERE LA PSICHIATRIA MODERNA?

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "TESTIMONIANZA DI UN'OPERATRICE DI COMUNITA' PSICHIATRICA": 

la legge Basaglia non è stata mai applicata. Ero sana prima che mi rinchiudessero in un ospedale psichiatrico a 15 anni subendo violenze atroci da medici e paramedici infermieri.... a distanza di anni scopro che succede lo stesso ma in un altro ospedale solo che ho un'età diversa per difendermi .....ma allora mi chiedo se tutto ciò succede in tutti gli ospedali come fa un malato a guarire? Voglio dire a tutti che in manicomio ho visto infermieri rubare soldi ad un disabile usare l'acqua destinata alle mense sostituendole con bottiglie di acqua del rubinetto, guardare con occhi maliziosi là dove facevano un'iniezione...non sono solo i farmaci che usano per stordire i pazienti insomma se avete la disgrazia di avere un figlio con dei problemi del genere la miglior cura è l'affetto ....che tutti abbiamo dei difetti o deficit come direbbero i medici. il miglior medico di noi stessi è noi stessi, intanto io mi sono rivolta ad un legale.


Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 10 novembre 2013 19:39



RISPOSTA

Buongiorno Anonima,
e grazie di aver voluto condividere la sua testimonianza.

Veniamo a noi.

La rete di assistenza psichiatrica in Italia è variopinta e variegata.

Come nelle migliori famiglie, si può trovare tanto il professionista "preparatissimo" e magari anche umano, che crede fermamente in quello che fa, quanto quello che alla prima "scenata" mette un paziente sul letto di contenzione.

Buttare fango a 360 gradi è quindi sbagliato e controproducente.

Il messaggio che vuole dare questo blog, frutto di vent'anni di esperienza del sottoscritto quale operatore delle Forze di Polizia, è che il sistema è marcio alla base, e che quindi anche gli sforzi dei singoli sono e saranno del tutto inutili.

Volete sapere come dovrebbe essere la psichiatria moderna?

Personale con un altissimo senso di umanità.

Strutture atte ad accogliere pazienti con camere di contenzione (non letti con cinghie), ove chi giunge in stato psicotico possa essere salvaguardato dal fare del male a se stesso e/o agli altri.

Uso di psicofarmaci ridotto praticamente allo ZERO, con infinitesimali eccezioni solo ed esclusivamente in caso di assoluta emergenza e per un limitatissimo periodo di tempo.

Impostazione di un'alimentazione totalmente vegana, il più crudista possibile, con l'eliminazione di ogni sostanza chimica che possa interferire con la delicata biochimica cerebrale.

Osservazione TOTALE di qualunque causa organica possa portare alla manifestazione psichiatrica in atto. Sapete che tantissimi farmaci di uso comune, dagli antibiotici agli inibitori della pompa protonica, da i farmaci per curare l'acne a quelli contro la caduta dei capelli, possono portare severe reazioni di ordine psichiatrico?

Disintossicazione TOTALE e graduale da qualunque sostanza stupefacente legale e/o non.

Assistenza psicologica vera e concreta, senza dipendenze, aiutando la persona a riappropriarsi della propria vita.

Cibi puliti e pensieri puliti: amore contro odio e frutta e verdura contro il moderno cibo spazzatura.

Così si guarisce per sempre. Tutto il resto sono frottole





6 commenti:

  1. cosi dovrebbe essere , ma attualmente tutto è esattamente l'opposto . finisco ora un turno in una comunità psichiatrica residenziale ad ALTA PROTEZIONE. sono nauseata anche oggi e lo sono sempre di più dai miei colleghi, dalla loro falsità, da come accettano di trattare adulti come bambini. Li hanno resi bambini somministrandogli la TERAPIA , alla mattina, al pomeriggio, alla sera...più quella al bisogno. quando i pazienti hanno una qualche reazione che increspi il solito Nulla che trasmettono , i miei colleghi dicono " il paziente x mi sembra un po alterato " alterato..perché alza la voce o canta o litiga con un altro o si lamenta per qualcosa. Allor a gentilmente viene portato in infermeria e gli vengono date delle goccine.. lo si fa sdraiare su un divano e si aspetta che facciano effetto. Poi a fine turno si torna a casa,mentre il disgraziato dorme sul divano finchè i parenti vengono a riprenderselo. Quelli che stanno meglio , perché magari sputano la terapia, vengono comunque resi idioti nel lungo periodo..perché sono de responsabilizzati. Li si tratta come bambini handicappati... nel bene e nel male. il male è anche togliergli la possibilità di uscire mai più dal meccanismo infernale della comunità...dove a gente che ha perso tutto ( casa famiglia lavoro ) non si offre altro che un pasto caldo, una cuccia , un televisiore, gite sui furgoni e tanti psicofarmaci. intorno a questo dolore muto proliferano decine di operatori , che prendono un normale stipendio per trascorrere il turno 8 soprattuto quelli festivi e serali 9 a giocare a biliardo o guardare la tv.. mentre la Asl li pagherebbe per educare i pazienti a stare meglio o per lo meno ascoltarli... sapete che non avvengono colloqui nelle comunità ?? nessun colloquio , s e non la verifica per modificare i farmaci... ma i contenuti dei pensieri dei pazienti sono sconosciuti agli operatori. Nessuno conosce bene la loro storia personale .....e quanto al cibo ...... siamo su un altro pianeta.

    RispondiElimina
  2. e le ciaffate e pugni che alcuni pazienti prendono nelle psichiatrie da alcuni operatori dittatori ??se non vai a letto o magari sei di fuori di testa urli e altro sei trattato peggio di un carcerato ...ciaffate spintoni..che prendi se sei uno che non si sa difendere nelle migliori SPDC italiane..dove alcuni operatori sono "pagati" per esprimere sugli indifesi le loro maniere brutali..ma nessuno denuncia...tutto finisce in una bolla di sapone..senza telefono sequestrato dagli operatori senza poter uscire dal reparto (anche in trattamento volontario tsv le porte sono chiuse )

    le psichiatrie che se ne dica sono una legge a parte dagli altri reparti..che hanno le uscite aperte anche per questione di sicurezza antipanico antincendio

    dico : uno si ricovera volontario va bene !!..ma se poi cambia idea e vuole essere dimesso non PUO' CAMBIARE MAI IDEA e non lo fanno uscire...minacciando un tso o accampando scuse varie...attenda cambiamo terapia etcetc..e magari per levarti le forze di fanno dare un bel caffe' o orzo o altro condito con dell'aloperidolo senza che tu lo sappia cosi' senza forze torni a letto...e poi dicono vedete non puo' essere dimesso e' confuso..cambia idea..a provare !!! imbottito anche di nascosto di psicobombe farmacologiche...

    ex degente MARIO

    RispondiElimina
  3. E CHI CONTROLLA SE LE GOCCE CHE SONO PRESCRITTE SIANO QUELLE DATE EFFETTIVAMENTE ??? HO VISTO OPERATORI STRIZZARE LETTERALMENTE BOCCETTE INTERE DI SERENASE HALDOL SENZA CONTARE LE GOCCE CHE CASCAVANO NEL BICCHIERE ...se un turno e' bravo e professionale , un altro turno di operatori rovina tutto perche' ti ingannano anche sulle terapie che dovevano essere date in un certo dosaggio dandone infinite volte di piu' cosi'per loro stai zitte non rompi le palle...

    alla faccia della correttezza e delle prescrizioni..ma tanto come puoi provare queste cose ???

    RispondiElimina
  4. i tutori dell'ordine carabinieri nas polizia e vigili sanno che le porte sono chiuse degli SPDC e non denunciano il fatto grave

    e'sequestro di persona

    non vi e' nessuna scusante atta a tenere chiuso un reparto apribile solo dal personale infermieristico e medico e' fuori legge e BASTA

    i reparti devono essere aperti e apribili da dentro aprite gli occhi foderati di prosciutto..e vedete che ci sono migliaia di ricoveri volontari tsv trattati alla stregua di arresti domiciliari e carcere

    voi carabinieri e polizia e vigli lo sapete e dovete intervenire perche' e' FUORILEGGE FUORI DAI DIRITTI UMANI E FUORI DALLA COSTITUZIONE

    I PAZIENTI DELLE SPDC DEVONO avere stessi diritti degli altri ricoverati invece in tanti sanno che le porte sono chiuse..specie le forze dell'ordine , i sindaci..ma nessuno lo denuncia e fa nulla per abolire questa pratica fuori legge


    COME MAI MI DOMANDO come mai chi conosce la legge italiana non la fa applicare e denuncia quando vi e' una ilegalita' come succede per altre illegalita' di negozi , strutture pubbliche fuorilegge o altro che viene visitato dai NAS ??

    INDIGNATO

    RispondiElimina
  5. Nelle mappe dell' "orrore" e della "speranza": un caso unico in Italia


    0 Comments


    La trincea della pazzia: così è considerato spesso il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura.

    http://www.ilenzuolibianchi.com/index.php?option=com_content&view=article&id=135:un-caso-unico-in-italia&catid=117&Itemid=469

    RispondiElimina
  6. grazie Anonimo per le testimonianze degli abusi. Non dimenticare che il maresciallo Pietro è una mosca bianca.. e che quasi tutti i suoi colleghi purtroppo, perché hanno famiglia , perché hanno paura, perché ... per mille altri perché...devono stare zitti e fingere di non vedere. per questo motivo è così importante l'opera di Bisanti: perché è incredibile pensare che la denuncia della disfatta della psichiatria venga da una persona che ricopre un ruolo istituzionale tanto autorevole.

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.