ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

lunedì 1 settembre 2014

ANTIDEPRESSIVI E TOTALE IMPOTENZA E ANORGASMIA: DISFUNZIONE SESSUALE POST SSRI

LETTERA

Ciao Pietro mi chiamo Dario, sono uno studente di medicina di Napoli. Volevo segnalarti questo orrorifico effetto collaterale dei farmaci SSRIs, gli inibitori selettivi della recapitazione della serotonina.
Questo effetto collaterale si chiama PSSD (post ssri sexual dysfunction), ma più che un effetto collaterale è una vera e propria malattia iatrogena permanente per la stragrande maggioranza delle persone che ne rimangono affette anche dopo una breve esposizione ai farmaci SSRIs, si può sviluppare anche solo con tre dosi, e alcune persone ne sono affette da 18/20 anni, da quando è subentrato sul mercato il primo farmaco SSRIs, il Prozac:


Questa è la PSSD (disunzione sessuale post ssri), sicuramente una delle peggiori condizioni con la quale convivere, non si tratta solo di impotenza sessuale cronica e permanente ma di recidere completamente la sessualità di una persona, infatti i sintomi comprendono oltre una profonda disfunzione erettile per l'uomo e la mancata lubrificazione per la donna, anche l'anorgasmia, l'anestesia genitale e la drastica riduzione di sensibilità degli organi genitali al tatto.
Attualmente la scienza medica  non riconosce la malattia, e i malati si ritrovano ad affrontarla da soli, i pochi medici che la riconoscono 2 o 3 al mondo la considerano rara, ma tanto rara non è visto che il gruppo yahoo dei malati di PSSD, presenta circa 3500 membri:


La malattia può svilupparsi già all'inizio della terapia con gli SSRIs, anche con un esposizione brevissima ai farmaci SSRIs da una dose a tre giorni, fino a qualche settimana, e può perdurare a tempo indeterminato, fino ad ora ci sono segnalazioni di persone che ne sono affette da 18/20 anni, qualsiasi SSRIs o SNRIs può scatenarla, Seroxat(paroxetina) e Citalopram essendo i più potenti e selettivi sembrano quelli che scatenano più PSSD, ma anche Prozac(fluoxetina), Zoloft(setralina), luvox, o SNRIs come effexor o cymbalta possono provocarla, sembra che la causa sia uno spegnimento permanente o una desensibilizzazione permanente dei recettori 5th1A, o a un cambimento epigenitco, e ha una dowregolazione della dopamina che regola moltissime funzioni sessuali, infatti i recettori della serotonina controllano anche quelli della dopamina e dell'acetilcolina, inibendo la recapitazione della serotoina, alcune persone che assumone SSRIs, si ritrovano con più serotonina nei recettori sbagliati come quelli della dopamina e cosi si ritrovano con la funzionalità sessuale completamente inibita, comunque la causa certa del fenomeno per ora non si sa, visto che non si fanno studi approfonditi su questo meccanismo di azione, comunque gli SSRIs sono anticolinergici, portano a deplezione dell'ossido nitrico e vanno considerati neuro tossine.
Ho conosciuto diverse persone con questa malatta, questo è uno dei vari articoli scritti dal dottor David Healey uno dei pochi medici che la riconosce:


Con una storia approfondita di Tony un ricercatore universitario affetto dalla PSSD da 7 anni, e c'è anche un forum di persone affette da pssd, che provano vari trattamenti da soli studiando approfonditamente il problema, visto che tutti i medici si rifiutano di curare una malattia iatrogena indotta dalle case farmaceutiche:


E in fine l'articolo di uno studio di 120 casi di PSSD da SSRIs, PFS (sindrome post finstaride) e post accutane sexual dysfunction, altri 2 farmaci che dovrebbero curare cose diverse come la calvizie androgenetica e l'acne ma che danno sintomi simili alla pssd, segnalati e tenuti d'occhio negli anni, sembra che spesso la vita di queste persone finisce con il suicidio:


Io penso che gli SSRIs andrebbero ritirati dal commercio, per la depressione e tutte le altre patologie che dovrebbero curare, ci sono alternative molto più valide e sicure, infatti la teoria sulla mancanza di serotonina o su un suo presunto squilibrio nei casi di depressione è pura speculazione, non ci sono prove e non è mai stata dimostrata la cosa.
Comunque prendere un SSRIs è come giocare a una roulette russa, anche se sembra raro bastano solo un paio di dosi per ritrovarsi con la PSSD per decenni.
Io penso che quanto meno i medici che prescrivono questi farmaci dovrebbero avvertire il paziente di quello che potrebbe succedergli e a cosa puo' andare incontro, ma ciò non succede anzi, spesso si viene incoraggiati a prenderli anche quando iniziano subito gli effetti collaterali dicendogli che in un paio di settimane scompaiano quando in realtà possono anche durare per sempre, poi con il rischio di andare incontro a un danno biologico di questa portata andrebbe quanto meno firmato un modulo di consenso informato.
Ti faccio i complimenti per il tuo blog e l'aiuto che dai, la psichiatria non va considerata una branca della medicina.


Ciao Dario.


RISPOSTA

Buongiorno Dario,
e grazie mille per il tuo splendido contributo, che, è da sottolinearlo, dimostra un'elevata capacità mentale e di discernimento.

Sei uno studente in medicina, e ti stanno quindi infarcendo il cervello di nozioni che poco hanno a che vedere con le capacità autoguaritive del corpo umano, eppure non ti manca la voglia di critica dura nei confronti della sua peggior branca, la moderna psichiatria.

Sono d'accordissimo con tutto quanto descritto nell'articolo che mi hai mandato.

Gli antidepressivi SSRI/SNRI sono delle molecole mostruose, che distruggono il corpo e la mente, anche e soprattutto a livello dei meccanismi sessuali.

Mi è capitato di leggere ultimamente sul sito www.medicitalia.it la richiesta di consulto di "un povero disgraziato" che dopo due anni di assunzione dell'antidepressivo SSRI Cipralex lo ha dismesso, diventando, di fatto, impotente.

Anzi, di più. Afferma di soffrire di un vero blocco mentale verso il piacere sessuale.

Lui, giustamente, imputa il tutto al farmaco, mentre gli psichiatri continuano a spalleggiarsi fra di loro, affermando come la colpa sia del ritorno dello stato depressivo e non del farmaco.

Robe da pazzi. La negazione dell'evidenza, così classica degli psichiatri!

Prima ti rovinano, e poi se ne lavano le mani, come Ponzio Pilato.

Devo però fare un'iniezione di ottimismo a chi si trova in queste disperate condizioni.

Le capacità guaritive del corpo umano, anche e soprattutto in conseguenza di un nuovo regime alimentare vegano, che tenda a massimizzare il crudismo, possono fare miracoli.

È finita si dice alla fine. Trattate bene il vostro corpo e i miracoli accadono.

Grazie ancora Dario per il tuo splendido contributo.

Avanti così.

NOTA BENE:

Tre anni ininterrotti di impegno e sacrifici hanno portato questo blog a diventare un piccolo faro nella notte per quanto riguarda l'igienismo naturale e l'alimentazione vegana in relazione a tutto quello che concerne il mondo della salute mentale.

Siamo partiti da zero e in tutto questo tempo tante persone hanno finalmente capito come esista un'alternativa ad imbottirsi di sostanze chimiche non meglio identificate, che uccidono il corpo e addormentano l'anima.

Gli psicofarmaci sono e rimangono pillole assassine.

Il libro è finalmente pronto. "ASSASSINI IN PILLOLE: la psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere".

Cosa leggerete? Leggerete tutto quello che nessuno psichiatra vi dirà mai.

Cosa sono veramente gli psicofarmaci, la facilità con cui vengono prescritti, il fallimento totale della psichiatria moderna.

E ancora...il lato oscuro degli psicofarmaci, che trasformano persone comuni in stupratori, assassini di se stesse e degli altri.

E ancora...le alternative "non violente", legate allo stile di vita e alimentare, per arrivare a risolvere un problema e non a mascherarlo.

E ancora...lo stretto legame tra ciò che mangiamo e come ci sentiamo, anche a livello mentale.

Tutto questo visto da un operatore di polizia, che da 20 anni osserva con i propri occhi lo sfacelo che la psichiatria moderna ha portato e tuttora porta nella vita delle persone.

Senza dimenticare la dismissione dai farmaci, per molte persone l'inferno sceso in terra, e la psichiatria negli anziani. C'è tanto, tanto da leggere.

Questo blog continuerà la sua opera pienamente gratuita di supporto a tutti quelli che ne avranno bisogno.

Acquistare il libro deve quindi essere una scelta personale e consapevole, sapendo però che ogni copia venduta significherà aiutare questo piccolo uomo in quest'opera informativa senza precedenti.

E chiunque assuma psicofarmaci, attraverso la sua lettura potrà finalmente capire che esiste una via alternativa alla lobotomizzazione perenne.

Il libro uscirà in due versioni: Ebook (al prezzo di 8 Euro) e cartacea (al prezzo di 16 Euro).

Nessuna casa editrice. Tutto in self-publishing.

Chiunque sia interessato, può scrivere a pbisant@hotmail.com e vi verranno fornite le coordinate bancarie per il pagamento.

La data finale di uscita è il 30 giugno 2014: chi ha scelto la versione cartacea, la riceverà all'indirizzo evidenziato; chi ha scelto quella su ebook, riceverà link e autorizzazione al download.

Ringrazio tutte le persone che continuano a scrivermi e a starmi vicino.

Questo è solo l'inizio e vi prego di divulgare il più possibile.

Con l'aiuto di tutti so che arriveremo molto, molto lontano.

Grazie di cuore

Pietro Bisanti


Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.


Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.



5 commenti:

  1. Non ho parole..
    È per questo motivo che gli SSRI sono stati considerati anche per "trattare" reati a sfondo sessuale. In piccole dosi vengono già prescritti per curare l'eiaculazione precoce.
    Vedete come da un grosso problema iatrogeno si può trarre vantaggio..

    RispondiElimina
  2. Salve; posso confermare, purtroppo, quanto esposto in questa breve lettera sugli antidepressivi; per circa tre settimane ho assunto l'Escitalopram, l'unico psicofarmaco che abbia mai preso in vita mia. Farmaco bellissimo, mi dissero tutti, dal medico di famiglia allo psichiatra che me lo prescrisse; non mi parlarono di nessuno degli effetti collaterali e soprattutto, non mi parlarono dell'impotenza. Dopo tre settimane appunto, l'ho sospeso di botto, in quanto capì (era evidente del resto) che era stato il farmaco a rendermi così. Il medico, messo alle strette, alla fine ammise tutto. Gli chiesi perché non me ne parlò prima di prescrivermene l'assunzione e mi ha risposto che, non lo fece, perché sennò c'era il rischio che il farmaco non l'avrei preso.
    Fatto sta che, l'ho sospeso da 8 mesi, ma non sono più tornato come prima. Ogni tanto riesco ad avere qualche erezione, ma durano poco e quasi mai l'orgasmo.
    Tra l'altro è una situazione ben peggiore delle semplice impotenza, in quanto si tratta di anaorgasmia: senti il bisogno di eiaculare, ma non ci riesci, con fitte ai testicoli e sensazioni sgradevolissime
    Ho 36 anni e non avevo mai avuto problemi di questo tipo.
    Poco tempo fa, preso dalla disperazione, ho anche tentato il suicidio...

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo anche io sto combattendo con questo problema.Dal 2005 assumo mezza compressa di seroxat a pranzo e ho praticamente mancanza di libido,disfunzione erettile che non mi permette di avere un rapporto.Il mo andrologo mi ha consigliato di poter compensare con il cialis once day da prendere tutti i giorni,ma la spesa e' tanta a livello economico

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.