ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

mercoledì 11 maggio 2016

BRUTALI CRISI ASMATICHE IN BAMBINO DI TRE ANNI. È ORA DI AGIRE, NON BASTA "LA SPREMUTA DI ARANCIA CON PAPA'"

LETTERA

Ciao Pietro, mi chiamo Francesco, non ho potuto fare a meno di notare un tuo commento in una lettera inviata a Valdo Vaccaro da una persona asmatica. 

Sono vegano da quasi tre anni, (dopo aver visto la tua lezione del 17 aprile 2016 con qualche riserva). 
Ho avuto la fortuna nelle mie ricerche e durante il mio "cambiamento" di imbattermi in un igenista come Valdo Vaccaro che ha completamente cambiato la mia vita, anche se non abbiamo mai avuto alcun tipo di contatto, però ho seguito alla lettera i suoi consigli alimentari e dopo svariati mesi e qualche crisi eliminativa (pesante) ho cominciato a sentirne i benefici.

Lo schema di Valdo è un po più "ricco" di quello che proponi tu, lui include i cereali, i legumi, anche l'avocado e la frutta secca, o il pane e la pasta integrale i semi ecc., mentre tu proponi un'alimentazione quasi esclusivamente fruttariana, e per i risultati che anch'io ho ottenuto mangiando frutta in abbondanza, mi farebbe piacere riparlarne. 

Detto questo, se scrivo a lui, so che non mi risponderà in tempi brevi visto la mole di email che riceve.
Mentre tu, (anche se da quello che vedo forse ancora per poco), respiri un po di più...
Forse mi risponderai prima...

Il mio è un atto di disperazione, 

Il mio problema è mio figlio, ha 3 anni e 6 mesi, soffre di broncospasmo, l'ultima crisi oggi ci ha messo proprio con le spalle al muro, nonostante il cortisone non accennava a placarsi, ci sono volute 8 ore prima di vederlo respirare meglio.
Mi trovo in una situazione folle e paradossale perché non posso portarlo in ospedale, la prima e l'ultima volta che ci sono stato ho beccato il turno di una dottoressa che non aveva nulla di normale come essere umano, diciamo pure un'aliena e mio figlio sotto i suoi "trattamenti" è rimasto vivo per miracolo, tanto è vero che sono diventato vegano come "pegno" per averlo riavuto indietro (oggi ringrazio Dio per questo).

Va spesso in broncospasmo, ma non abbiamo idea delle possibili cause, ipotizziamo qualche allergia, sono crisi che io e mia moglie cerchiamo comunque di gestire in casa con i farmaci di rito.
Il pediatra sta cercando quella che lui definisce "la giusta cura preventiva" e il bimbo è imbottito di porcherie giornalmente. 
Cortisonici, antistaminici e via dicendo.

Premetto che di suo è "estremamente" iperattivo e molti di questi farmaci abbiamo notato che aumentano la sua iperattività il che non lo aiuta nel suo problema, anzi, l'agitarsi continuamente durante le crisi aumenta la sua incapacità respiratoria che chiaramente fa aumentare il suo nervosismo, si crea così una spirale senza via d'uscita.

Se può esserti utile, ti spiego più o meno l'alimentazione di mio figlio: al mattino fa colazione con papà con una ricca spremuta d'arancia, poi peró va all'asilo e vede le merendine degli altri bambini ed io per evitargli il peggio con ovetti e cioccolate al latte, gli prendo dei biscotti di Kamut con cioccolato fondente (biologici), a pranzo sono riuscito ad evitargli la carne e i suoi derivati ma non ho potuto evitargli la pasta e qualche volta il pane, evito di dargli formaggio ma a volte sua madre gli da un po' di pizza con la mozzarella, il pomeriggio cerco sempre di dargli frutta: ananas, albicocche, mela, ma a volte ci scappa la merendina, come puoi immaginare, cerco di mantenere un equilibrio anche a livello familiare, io ho le mie convinzioni, ma mia moglie (e le rispettive famiglie) hanno ognuno le proprie idee, quindi cerco di mediare in qualche modo in tutto questo marasma, ma è come vivere in trincea.

Quando gli prepara il brodo vegetale ad esempio, io cerco di limitare al minimo la cottura, di più non riesco a fare al momento.
Capisco quando dici che non sei un medico e che non prescrivi cure, ma ho visto la tua forza igenista nelle persone che ti seguono ed anche nelle tue parole.
Io non cerco un miracolo, avrei solo bisogno di qualche consiglio.
Qui in Calabria se chiedi di un igienista fanno riferimento ad un impresa di pulizie.
Odio dare tutte quelle medicine a mio figlio, ma non saprei cos'altro fare, l'asma è una brutta bestia.

Io sono convinto che il corpo tende ad autoguarire, ma in questo caso ho le idee molto confuse...
Anche perché l'asma più che una una malattia sembra una condizione.
Io spero che crescendo mio figlio possa migliorare, ma il problema è adesso.
Cosa posso fare per alleviare le sue sofferenze?
Grazie Pietro, non so se ho fatto bene a scriverti, ma credimi, è l'ultimo atto disperato di questa dolorosa giornata per cercare di evitare al mio piccolo questo martirio chiamato broncospasmo. 
Un abbraccio, Francesco.


RISPOSTA

Ciao Francesco,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Perdonami se potrò sembrarti duro, ma ricorda che ogni parola che esce dalla mia bocca è solo ed esclusivamente a fin di bene.

Meglio uno sfacciato (oltretutto gratuito) come me, che un dottorone che in maniera affabile e con una bella fattura da 250 euro ti prescrive veleni.

Veniamo a noi...

Io non sono affatto meravigliato della condizione pietosa in cui versa quella dolcissima creatura che è tuo figlio, anzi, a dirti il vero, mi meraviglierei del contrario.

Pensi che sia sufficiente una spremuta d'arancia al mattino e una mela qua e là per assicurarci il livello di salute che meritiamo?

Ovviamente è una domanda retorica.

No, non basta.

Il corpo di tuo figlio continua a mandare INCESSANTEMENTE fortissimi segnali che voi, al posto di decodificare e capire, state invece spegnendo e seppellendo a suon di bombe chimiche chiamate cortisone et company.

L'infiammazione che "così tanto bene" il cortisone combatte altro non è che la forza dirompente dell'organismo votata alla guarigione.

Disattivare questo processo porta semplicemente alla temporanea sparizione dei sintomi nonché all'aggravamento nel tempo delle sue generali condizioni di salute.

Così si creano i futuri malati di tumore. Comincia a metterti bene in testa questo concetto.

Ora, bisogna assolutamente che tu capisca veramente cosa significhi adottare una CORRETTA ALIMENTAZIONE.

Non vi è dubbio che la carne, il pesce e le uova causino putrefazione e danni nel medio-lungo periodo.

Ma è però altrettanto difficile che si abbiano effetti IMMEDIATI dopo l'ingestione di tali sostanze.

In pratica mi avveleno, ma mi avveleno "con calma".

Vi sono invece dei nemici molto, molto più subdoli, che stanno divorando la salute di tuo figlio, e che danno delle reazioni IMMEDIATE (direi per fortuna).

Questi nemici sono due: GLUTINE e LATTICINI.

Per i latticini, inutile ribadirne l'incompatibilità con il corpo umano. Ma devo metterti bene in guardia su quanto siano allergenizzanti e quanto influiscano su tutta la sintomatologia soprattutto respiratoria.

Per quanto riguarda invece il glutine, devi assolutamente comprendere come i cereali NON siano cibo per tutti.

I cereali sono e rimangono un cibo sì vegetale e non violento, ma anche forzosamente inserito nell'alimentazione umana solo ed unicamente negli ultimi 10.000 anni, e cioè dall'inizio dell'uomo stanziale-agricoltore.

Se fossero cibo per noi, potremmo mangiare una spiga di grano come fanno gli uccelli.

Ma questo non è possibile, e il solo fatto che debbano subire tantissimi processi lavorativi per risultare edibili, ti fa capire quanto siano incompatibili con il nostro disegno antropometrico.

D'altronde, chi ha mai visto uno scimpanzé mangiare una focaccia?

Detto questo, URGE intervenire in questo modo:

1) Evitare qualunque contrasto in ambito familiare. 

2) Tenere a casa il bambino dall'asilo fino a quando non starà bene, e successivamente concordare con la struttura che lo stesso mangi in maniera vegana con eliminazione del glutine. È un vostro preciso diritto.

3) Come detto, eliminazione TOTALE del glutine, dei latticini e anche del mais (che seppur senza glutine risulta comunque molto difficile da assimilare).

4) MASSIMIZZAZIONE DELLA FRUTTA al mattino e fuori dai pasti. Utilizzare molto di più zucca, patate e verdure cotte per compensare il fabbisogno calorico del bambino. Riduzione ai MINIMI termini dei cereali senza glutine e dei legumi, almeno all'inizio.

Altre precisazioni importanti:

1) Il cortisone, come tutti i farmaci, agisce semplicemente stroncando il sintomo ma lasciando sia inalterate le motivazioni alla base di quanto è in atto che indebolendo piano piano l'organismo.

2) L'iperattività di tuo figlio è sicuramente legata all'utilizzo del cortisone e dei broncodilatatori, oltre sicuramente alla continua infiammazione causata dal glutine e dai latticini. Non dimenticare infine che gli antistamici sono dei veri e propri PSICOFARMACI, andando ad agire a livello neuronale.

L'apparato respiratorio di tuo figlio non ha nulla che non vada.

Dovete semplicemente smettere di riempirlo di merda.

Non basta la "spremuta con papà".

Io ci sono

Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.