ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

martedì 4 aprile 2017

"È UN MIRACOLO CHE UNA PERSONA DELLO STATO VOGLIA LOTTARE PER DIRITTI TANTO IGNORATI": GRAZIE DELLE VOSTRE CENTINAIA DI ATTESTAZIONI DI STIMA. ANCHE IO SONO PER IL TSO NON FARMACOLOGICO

DALLA "CHAT" DI FACEBOOK

Grazie a lei è un miracolo che una persona che lavora per lo Stato voglia lottare per diritti tanto ignorati o affrontati superficialmente...io sono a favore dell'obbligo di custodia se uno è pericoloso, anche ad una sorta di carcere preventivo, ma non di cura farmacologica.  In caso di pericolosità imminente sono d'accordo che se il paziente, per assurdo, avesse con se una dichiarazione rilevabile dalle forze dell'ordine o soccorritori ove si dichiara contrario per credo agli psicofarmaci (quindi violerebbero come nel caso mio la dignità della persona umana) o si esprima verbalmente in tal senso anche nella acuzie, a suo rischio e pericolo venga immobilizzato e si proceda alla CONTENZIONE FISICA non farmacologica. Ovvero anche chi è un pericolo deve avere uno spiraglio di scelta di non volere i farmaci e di rischiare dietro sua palese richiesta piuttosto di morire soffocato. Io per mio credo sono contraria agli psicofarmaci. Ho degli scientologist in famiglia e simpatizzo non mi nascondo, anche se non condivido tutto la lotta antipsichiatrica è totale. Ho visto un  ragazzo con il massimo voto alla maturità, con la patente per guidare la corriera, per nulla violento solo povero non  mangiava più ridotto ad una larva umana con la terapia ogni mese. Provai a consigliarlo e smise la terapia...ma ad un certo punto i suoi mi chiamarono a rapporto dicendomene di ogni. Ovvio non si tratta di *******, il mio amico che subì tso abusivo dai vigili di ***** nel *****...lui uscito di lì non prese più nulla, non aveva mai preso  nulla...ma ho capito che non devo aiutare chi non chiede espressamente di essere aiutato. Grazie ancora. Irene
Fine della conversazione in chat


RISPOSTA

Carissima Irene,
la vita è una sola, scorre via come un lampo, e siamo qui non certo per arricchirci, fare carriera o ad assurgere ad occupare un posto di potere solo per sentirci "qualcuno".

Io mi sono arruolato e ho prestato un giuramento di servire il prossimo, soprattutto i più deboli.

E i più deboli al mondo sono propri i pazienti catalogati come "psichiatrici": tutto quello che dicono NON viene preso in considerazione. Vengono dileggiati, minacciati di ricovero, riempiti senza criterio di farmaci fino allo stordimento: sono cose che ho visto e vedo tanto nella mia professione quanto nella mia attività extraprofessionale di persona sanitaria di fiducia.

Spesso sembra di trovarsi in un Paese senza regole, tanti sono gli abusi che vengono perpetrati in campo psichiatrico...

Volete degli esempi recenti? Ve ne do quanti ne volete.

Ho recentemente aiutato una persona, già affidata a un Centro di Salute Mentale per un precedente ricovero. Questa persona è stata da noi indirizzata ad un rinomato professionista privato che l'ha presa in carico, con trasmissione del relativo certificato al suddetto Centro di Salute Mentale. 

Tanto basterebbe per "essere lasciati in pace".

Invece, il medico responsabile, chiama l'interessato al telefono, dicendo che "per lui il certificato, non contenendo la terapia, non vale, quindi se oggi non viene a prendere davanti a loro la terapia, chiama subito l'ambulanza".

L'interessato, sconvolto, mi telefona, mi delega come persona di fiducia sanitaria e parte immediata diffida formale a lasciarlo stare, in quanto nel pieno dei suoi diritti.

Morale della favola, nessuna ambulanza arrivata... Ma se il suddetto fosse stato da solo, che sarebbe successo? La risposta la sappiamo tutti...

Questa è una goccia nell'oceano degli abusi per cui mi batto. Siamo in uno stato democratico e le regole ci sono per essere rispettate DA TUTTI, psichiatri compresi.

Per quanto riguarda il TSO, concordo sul fatto che, al di là dei numerosi abusi, ci siano anche moltissime situazioni di persone "fuori di testa" che vanno gestite coattivamente.

E concordo quindi sul fatto di istituire, e per questo mi batterò anche per una raccolta di firme per un disegno di Legge di iniziativa popolare, un TSO non farmacologico, ove l'interessato potrà essere contenuto in uno spazio sicuro, senza cinghie, in attesa che passi la "crisi".

Questo è utilissimo soprattutto per le psicosi derivate da abusi farmacologici, alcolici o da stupefacenti.

Quando si capirà che è inutile riempire di sostanze chimiche una persona, che è USCITA DI TESTA PROPRIO A CAUSA DI ALTRE SOSTANZE CHIMICHE. Questa è la maniera con cui vengono sistematicamente rovinati le migliaia di adolescenti che vanno fuori di testa, ad esempio, per colpa degli spinelli.

La Psichiatria ha urgente bisogno di un organo di supervisione, di imparare umanità e amore, e di capire che la guarigione è un processo a 360 gradi e non il giocare al "piccolo chimico" con potenti sostanze di cui non si conosce nemmeno appieno il funzionamento a livello neuronale.

Un ragazzo che esce fuori di testa per uno spinello ha bisogno di NON FUMARE SPINELLI, non di essere psicomedicalizzato a vita. È così difficile da capire?

Pietro Bisanti





Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.