ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

mercoledì 5 aprile 2017

ELETTROSHOCK: "MIA MADRE RIDOTTA DA BELVA AGGRESSIVA A LARVA UMANA. ECCO PERCHÈ IL TUO LAVORO VALE PIU' DEGLI INSEGNAMENTI ACCADEMICI"

Ciao Pietro,

Ti mando la mia tesina sul confronto sciamano e raver, uso di sostanze psicotrope e musica. Per farla ho letto libri come L’inganno psichiatrico o Etnopsichiatria. Ho trovato idee comuni leggendo il tuo libro.

Poi purtroppo ho avuto mia madre operata due volte al seno e etichettata come depressa e curata con psicofarmaci, fino ad una crisi per cui è stata ricoverata in una clinica psichiatrica. 
Lì gli è stata diagnosticata la sindrome di Cotard la cui unica “cura” era l’elettroshock a cui mi sono opposto dopo un consulto con il Telefono Viola contro gli abusi in psichiatria dove mi hanno detto la realtà delle cose e che c’è un ritorno all’elettroshock dopo che era stato accantonato come pratica disumana anche perchè le contrazioni che la scossa scatenava rompeva le vertebre e le costole, ma ora era più umana con l’uso di miorilassanti! 
Tra l’altro alla dimissione di mia madre nella lettera di, appunto, dimissioni la diagnosi era completamente cambiata! 

Frequentando quella clinica psichiatrica ho visto cosa vuol dire essere trattati come cose fastidiose e pesanti, specie e purtroppo per i familiari, e non come persone in difficoltà bisognose di aiuto, con situazioni di vita e vissuti allucinanti.

Quando ho accompagnato mia madre la prima volta dallo psichiatra, un uomo di mezza età, lui ci ha guardato, ha visto mia madre, una persona invecchiata, bianca di capelli e visibilmente anziana e me, ragazzo moro, alto e giovanile e mi ha detto “lei è il marito?”!!! Da allora non mi sono mai fatto influenzare da quello che diceva e sostituivo il farmaco nelle boccette con acqua.

Ho scoperto cosa sono gli effetti collaterali paradossi degli psicofarmaci, ti “curano” dalla depressione o manie suicide ma causano depressione o ti inducono a suicidarti e così via. 

Dopo il ricovero mia madre non è stata più la stessa è diventata prima una belva aggressiva poi una larva e piano piano si è spenta con il corpo tutto contratto ed io avevo contro nelle scelte una sorella ed una zia materna infermiere, un cognato medico, uno zio farmacista che spingevano per le “cure” tradizionali.

Quando ero volontario sulle ambulanze e andavamo a casa di persone anziane e sole che manifestavano varie patologie succedeva che semplicemente parlandogli e, soprattutto, ascoltandole tenendogli la mano nel tempo del tragitto per arrivare al pronto soccorso il sintomo era passato!

Per questo ho apprezzato molto il tuo lavoro perché va coraggiosamente contro corrente ed è supportato dalla tua esperienza lavorativa di avere a che fare con TSO e affini che vale molto più di tanti testi e insegnamenti accademici è la Vita reale dove un abbraccio vale molto più di tante goccine. 


Un caro saluto

Lettera firmata


RISPOSTA

Caro Anonimo,
anzitutto grazie per aver voluto condividere questa parte della tua vita.

Cosa possiamo aspettarci da una Psichiatria a cui non frega un bel nulla di niente, tranne rarissimi casi, del benessere delle persone che a loro, volenti o nolenti, si rivolgono?

Cosa possiamo aspettarci da una Psichiatria che pensa che i mali dell'animo umano debbano essere soffocati a suon di potentissime sostanze psicotrope che non hanno nulla di curativo?

Cosa possiamo aspettarci da una Psichiatria che pensa che il cervello sia un organo staccato dal resto del corpo, e che quindi alimentazione e stile di vita non abbiano niente a che vedere con i cosiddetti "disagi psichiatrici"?

Cosa possiamo aspettarci da una Psichiatria che pensa che inserire una corrente elettrica nel cervello di un essere umano possa anche lontanamente portargli giovamento?

Quando impareranno, questi "luminari", che l'essere umano non è un involucro, bensì una meravigliosa macchina fisica e spirituale, che ha quindi bisogno sia del carburante organico giusto (il cibo corretto) che di quello spirituale (l'amore, la comprensione, il supporto, la parola): la mancanza di uno, dell'altro, o di entrambi porta inevitabilmente allo squilibrio.

Come hai detto tu, la parola è più forte di tutti gli psicofarmaci di questo mondo (e io aggiungo, assieme al giusto cibo), ed è priva di effetti collaterali.

Io continuerò a stare dalla parte dei più deboli, difendendoli con tutti i mezzi che la Legge mi da.

Avanti così
Pietro Bisanti


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.