ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

martedì 25 novembre 2014

CANNABIS IN VACANZA... PRENDIAMO SUBITO LA SITUAZIONE IN MANO

LETTERA

Buongiorno mi chiamo ***** e sono il papà di un 19enne che a seguito della vacanza di fine anno scolastico a ***** è tornato stordito. Il 13 ottobre mi ha detto di aver fatto uso massiccio di cannabinoidi dal rientro da ***** e che lì ha preso una "pasta".  La sua confessione è stata sincera. Si è iscritto all'Università a ***** che attualmente frequenta non assiduamente. Fa sport. Il percorso di disintossicazione lo stiamo facendo a casa.

Ci siamo avvalsi della collaborazione di un pranoterapeuta dal quale lui ha accettato di andare e con il quale si trova bene. 
Tale consulente fa dei massaggi ed è una sorta di mentore per lui. 
Ha rilevato una intossicazione con ingrossamento del fegato (vista anche con l'ecografia fatta da un medico di fiducia) e gli ha prescritto la dieta del gruppo sanguigno con moltissima verdura e frutta che lui convinto prende divisa in 5 pasti al giorno unitamente a estratti fluidi di varie piante a effetto detossicante. Questa settimana farà la pulizia del fegato con il metodo Clark (sali epsom). 

Da poco abbiamo abbinato un trattamento psicoterapico con una psicologa (niente farmaci) per risolvere il problema che ha scatenato questa crisi (ha un conflitto con me ....una sorta di rapporto di amore-odio).

La psicologa ci ha detto che si tratta di una crisi adolescenziale ritardataria e che in questa fase vive una grande confusione. La droga ha esacerbato queata confusione.   
Il primo mese di astinenza da cannabis è stato inframmezzato dalla ricomparsa del meccanismo del sogno con sogni vividi e allucinazioni diurne che con il tempo si sono annullate.  Ci sono stati 3 espisoidi di psicosi acuta nei quali ha avuto reazioni violente (con me) e di cui si è scusato dicendomi che non riesce a rendersi conto in tempo. La psicologa ma anche il pranoterapeuta ci hanno confermato che sono fenomeni derivanti dall'astinenza e che dobbiamo resistere.
Il secondo mese è iniziato con un dialogo migliorato soprattutto con la mamma e niente episodi psicotici ma è comparsa una sorta di insonnia che ci ha preoccupati. Dorme ma di meno (dalle 01,30 alle 07.00 se non svegliato prosegue.........ma anche notti in cui non dorme) 
Lui si documenta ma le sue energie fisiche stanno diminuendo. Oggi per esempio non so se è andato all'Università.

Quest'anno per noi sarà un anno dedidato al suo recupero psicofisico per cui l'Università lascia il tempo che trova ma la frequentazione è utile per non cadere in una sorta di sindrome amotivazionale. Sbagliamo a pensarla così oppure un periodo di riposo assoluto è congeniale?

Altro elemento ha chiuso con tutte le amicizie precedenti tranne che con 3 amici che non hanno mai fatto uso di sostanze. Credo che sia utile che abbia chiuso i contatti con chi abusava di sostanze.

Per contro va in Parrocchia dove frequenta una catechesi. 

Si sta documentando e vorrebbe fare un digiuno terapeutico di gruppo per disintossicarsi.

Vista la sua esperienza le chiedo alcune info:
1) quanto potrebbe durare la disintossicazione (ho letto 3 mesi)
2) quali prodotti naturali possiamo proporgli per il sonno?
3) quanto può durare l'insonnia?
3) altri consigli da parte sua?
4) esistono cliniche (non per "matti" o "tossici") dove curano la terapia del sonno e la disintossicazione che può consigliarci?
5) facciamo bene a non proporgli visite psichiatriche e sonniferi o in questo caso esiste qualche farmaco che potrebbe essere somministrato come ad esempio un blando ansiolitico senza che questo abbia effetti negativi sulla sua psiche? facciamo bene a tenere duro?

La ringraziamo in anticipo per il prezioso siuto e la consulenza che vorrà darci. 

F.to Anonimo

AGGIORNAMENTO

La ringraziamo Mar. Bisanti. E' possibile risponderci non via Blog ma privatamente via mail?
Ultimamente le cose stanno migliorando moltissimno nel senso che l'umore si è stabilizzato e ora la comunicazione è fluida e tranquilla. Permane la frustrazione per la sua delusione sentimentale ma questo mi sa che l'abbiamo avuta tutti prima o poi e fa parte del suo percorso di maturazione personale. Pratica sport ad alto livello. Ha ripreso l'Università e l'intenzione e farsi un piano per gli esami da sostenere.
Segue la sua dieta quasi totalmente vegetariana senza glutine e caseina e zuccheri e con vitamine varie e magnesio aggiunte dal medico.
Ora serve continuità e speriamo che la sua caparbietà lo tenga stabile sulla retta via.
Grazie     


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
grazie anzitutto per la sua mail e per aver voluto condividere la sua storia.

Ho deciso di risponderle nel blog, tutelando ovviamente la vostra privacy, in modo che quanto accadutovi possa risultare utile anche ad altre famiglie nella vostra medesima situazione.

La cannabis è questo: tanto decantata quale innocua pozione miracolosa, quanto invece una porcheria che ha implicazioni psichiatriche spesso drammatiche.

Pur non essendo medico, come dico sempre, non posso assolutamente negare che la salvezza di vostro figlio siate stati voi, non avendolo consegnato come troppo spesso accade nelle mani dello psichiatra di turno, che ve lo avrebbe rovinato per sempre a furia di antipsicotici atipici come lo Zyprexa, il Risperdal o l'Invega.

Nel giro di pochi mesi vi sareste ritrovati in casa una balena zombizzata, che dorme 14 ore al giorno e che pensa solo a mangiare.

Quindi i miei complimenti per la vostra apertura mentale.

Per il principio cardine che il corpo non va mai contro se stesso e che cerca la guarigione se messo nelle condizioni di farlo, vi dico quale sarebbe il mio piano di attacco:

1) alimentazione vegana (senza esagerare in questo caso con il crudismo al fine di evitare crisi eliminative troppo forti);
2) come avete già fatto, via il glutine e la caseina;
3) non credo assolutamente alla dieta dei gruppi sanguigni: i cani ne hanno ad esempio 22 diversi, e non ne ho mai visto uno nutrirsi a broccoli e cavolfiori. Il genere umano è uguale in tutto e per tutto a livello anatomico. Fate voi le valutazioni di sorta;
4) evitare l'integrazione a tutti i costi o invasivi interventi come il lavaggio epatico. Il corpo sa come disintossicarsi e ha bisogno di farlo nella maniera più dolce possibile. Qualunque sostanza che non arrivi dal cibo viene sempre e comunque vista come sintetica;
5) meglio non dormire che dormire con l'aiuto di qualcosa: il corpo ha bisogno di ricostruire il ritmo del sonno, e l'insonnia fa parte del gioco. Quindi non aiutatelo, tornerà a dormire bene con il tempo;
6) vostro figlio non ha bisogno di nessuna clinica. Lasciate fare al suo sistema immunitario, che sa molto bene cosa debba essere fatto e come farlo;
7) alla larga da psichiatri che dopo dieci minuti di visita vi lascerebbero con un bel sorriso e una prescrizione a vita per un antipsicotico.

Abbiate quindi fiducia nelle capacità guaritive del corpo umano.

Qui, più che fare qualcosa, c'è da non fare nulla....

Migliorate sempre di più l'alimentazione come precisato nel blog, non abbiate paura delle crisi se e quando arriveranno e, se volete, fate leggere il mio libro a vostro figlio, che sicuramente potrà fare tesoro di un sacco di informazioni importanti.

Avanti così




Pietro Bisanti



Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.


Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.