ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

martedì 4 novembre 2014

VALENTINA: ABBUFFATE, SCALAGGIO ENTACT, GLUTINE E VACCINI. TANTE DOMANDE, UNA SOLA RISPOSTA

LETTERA

Ciao Pietro,
sono Valentina, immagino tu abbia un miliardo di cose da fare piuttosto che leggere la mia mail, ma sento il bisogno di scriverti perché ho conosciuto il tuo blog per caso o meglio, per come la vedo io, un angelo mia ha voluto bene e mi ha portato dritta dritta a te. 

Ti racconto in breve la mia storia: da piccola sono sempre stata allegra e piena di vita, ma le vicissitudini della vita -soprattutto la separazione dei miei quando avevo 16 anni- mi hanno portato ad una sorta di depressione perenne, come se fossi "naturalmente" portata ad essere giù. 

Adesso ho 29 anni, ho una bimba meravigliosa di 5 anni e sono sola. Abito con mia mamma e purtroppo non lavoro -motivo anche questo di preoccupazioni e sensi di colpa. 

Poco più di due anni fa la mia dottoressa, riscontrandomi una colite nervosa (la mia separazione e la grande responsabilità che sento verso mia figlia mi hanno creato non poche ansie e paure), mi ha prescritto entact 20mg e anche se controvoglia e con grande amarezza ho cominciato ad assumerlo. 

Per circa un anno e mezzo mi sono sentita meglio, ma non mi è mai andata giù l'idea di dover ricorrere a questi farmaci per stare bene. Così ad inizio primavera scorsa, senza neanche avvertire la dottoressa, ho cominciato lentamente a scalare, ed a inizio estate ho definitivamente smesso. 

Purtroppo poco dopo ho avuto un lutto in famiglia ed altri momenti di sconforto che mi hanno fatto sentire nuovamente a terra ed in poco tempo mi sono sentita persa e per gestire le mie angosce non facevo altro che mangiare, anche solo per illudermi di riempire il vuoto immenso che avevo, ed ho dentro... 

Mia mamma vedendomi così mi ha consigliato di riprendere entact e una sera mi sono ritrovata a buttar nuovamente giù quella maledetta pasticca. Durante la notte non riuscivo a dormire e mi sono messa su Internet a cercare delucidazioni su questi cavolo di psicofarmaci che ho sempre visto come droghe. 

E come un angelo sei apparso tu. Nel giro di due settimane ho smesso carne, caffè e sigarette. trovo faticoso togliere latticini, uova e glutine perché tuttora mi butto sul cibo per placare le mie tristezze, e non so proprio come fare per spezzare questo circolo vizioso. come posso fare a tirarmi su di morale? 

La vita mi angoscia e i sensi di colpa mi trascinano sempre più giù, perché mia figlia è la mia vita e stare così male mi fa sentire un'ingrata verso quello che invece la vita mi ha donato.

Può essere davvero il glutine a tenermi in questo inferno interiore?
E una volta smesso, quanto ci vorrà alla mia mente per tornare in salute?
Un ultimo dubbio, non puoi capire il senso di colpa che ho provato informandomi sui vaccini, dato che mia figlia è vaccinata. Mi sono sentita una mamma orribile. 

Tra poco dovrebbe fare il richiamo dell'esavalente, ed io non vorrei, ma cosa rischio? 
O meglio, davvero non rischio niente? A cosa potrei andare incontro?
Ti ringrazio in anticipo per l'attenzione,
È meraviglioso l'impegno e l'amore per la vita che si percepisce leggendo ogni tua parola.

Grazie

valentina


RISPOSTA

Ciao Valentina,
sono io che ringrazio te per aver deciso di scrivere a questo non-medico.

Felice anzitutto di esserlo, in quanto convinto sostenitore delle capacità autoguaritive del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi, e alle tante puntuali domande che mi hai posto, e che meritano un approfondimento.

Via anzitutto la lobotomizzazione, e vediamo le cose per quello che sono.

Il messaggio rivoluzionario di questo blog è semplice: corpo e mente lavorano in sinergia; un corpo alimentato male è più debole e soggetto a cadere come una pera davanti alle difficoltà della vita che, volenti o nolenti, prima o poi, a chi più a chi meno, colpiscono tutti.

Quindi, per poter sviluppare ciò che io chiamo "pensieri puliti" servono "cibi puliti".

Posso programmare quindi la mia vita quanto mi pare, ma quando arriva un lutto inaspettato (in realtà lo sono sempre) ecco che il mio corpo fisico deve essere pronto, forte, per affrontare la difficoltà presentatasi.

Se, invece, il corpo fisico non è pronto, ecco che tali eventi (ma anche situazioni molto più "gestibili") possono buttarci in spirali depressive anche molto forti.

E qui arrivano gli psicofarmaci.

Ma cosa sono?

Sono molecole chimiche, create in laboratorio, che nulla hanno a che fare con il corpo umano.
Mi dici quindi come diavolo fanno a interagire con la biochimica cerebrale, tuttora praticamente sconosciuta?

Non possono...e infatti agiscono come le sostanze stupefacenti: danno un finto senso di benessere  (quando va bene) sconquassandoti dentro, e portano il conto da pagare molto salato quando si tenta di dismetterli.

È normale che una dieta come la tua non permetta alla tua mente di essere pronta, reattiva, speranzosa, battagliera: i sentimenti "buoni" nascono anche e soprattutto da quello che ingurgitiamo giorno dopo giorno.

Ora...il tuo piano di battaglia è il seguente:

-via le proteine animali, in tutte le loro forme;
-via il glutine, nella maniera più assoluta: assieme ai latticini, è la sostanza in assoluto più mostruosamente allergenica che un essere umano possa ingerire. I forum americani a tema strabordano di testimonianze di persone che hanno definitivamente risolto problematiche mentali anche serissime semplicemente eliminandolo dalla dieta, e facendo attenzione quindi a tutte le contaminazioni, bastando, per alcune persone, anche un quinto di una briciola di pane, per sentire effetti nefasti sul sistema nervoso;
-eliminare tutti gli zuccheri artificiali: essi contribuiscono agli sbalzi glicemici e a farti tuffare nelle abbuffate fuori controllo;
-per tirarti su di morale devi fare due cose: scalare lentamente l'entact e cominciare a mangiare ciò che Madre Natura ha progettato per l'animale "uomo", e cioè la frutta e la verdura, allo stato più crudo possibile.

Quindi...
Spremute di agrumi al risveglio.
Durante la giornata, fuori pasto, si mangerà solo ed esclusivamente frutta, a volontà.
I pasti principali saranno di verdura cruda, all'inizio, seguita da un secondo di cereali senza glutine, legumi, verdure cotte o amidacei (come le patate o la zucca).
Le calorie provenienti dai grassi devono mantenersi assolutamente a circa il 10% del totale: quindi si azzerano gli oli di tutti i tipi e si limita tantissimo l'avocado, il cocco e la frutta secca in generale (siamo esseri umani, e non castori).

Prova a mangiare così per sei mesi e, superate le crisi eliminative che arriveranno, non potrai che trovare una nuova "te": in forma, con la pelle splendente e determinata.

I vaccini....cosa ne penso?
Penso siano il male del mondo, e i maggiori responsabili dell'epidemia di autismo, morti in culla e della salute cagionevole dei nostri bambini.
Non vedo nulla di buono nell'inserire direttamente nel torrente sanguigno (bypassando quindi tutte le barriere difensive del corpo) un miscuglio composto da RNA animali, adiuvanti, conservanti e metalli pesanti: chi ancora crede che la febbre post-vaccinazione sia un segnale di adattamento del corpo al vaccino, non ha capito una benemerita mazza di come il nostro corpo funzioni.

Cosa farei se fossi in te? Non farei il richiamo. Nessun vaccino è obbligatorio. Si manda una bella raccomandata alla A.S.L. competente, precisando che si intende NON vaccinare il proprio figlio. Punto.

Come vedi, ho risposto alla tua lettera.

Anche se ormai non ho nemmeno il tempo di andare in bagno, non lascerò nemmeno una mail senza un'adeguata risposta.

Per me ogni essere umano è importante. Sono qui per aiutarvi a camminare con le vostre gambe.

Non sono un guru o un santone. Sono semplicemente un essere umano che ha deciso di vedere le cose per quello che sono.

Avanti così

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

2 commenti:

  1. Scusi signor Bisanti, io sostengo la sua campagna contro gli psicofarmaci, ma da studente di medicina quale sono non posso acconsentire a ciò che dice riguardo ai vaccini. Faccio una premessa : non mi risponda dicendo che queste cose vengono insegnate sbagliate agli studenti in modo tale da formarci in un determinato modo. Perché la medicina, e ancor più la biologia, non si possono inventare. I vaccini in particolare sono frutto di anni e anni di studio, ore e ore passate dentro un laboratorio. Ci sono malattie che se prese in tenera età (epatite B, morbillo, rosolia ecc..) possono portare a danni molto pesanti, con i quali poi si deve convivere per tutta la vita. Quindi starei ben attento a non fare i richiami. La febbre poi è una "normale" reazione di adattamento al virus: quando l'organismo produce gli anticorpi la temperatura si alza prioprio come avviene in tutte le altre infezioni. Lei è una brava persona dottor Bisanti, ma crede di essere un esperto in ogni materia. Si ricordi che non è per merito suo che l'età media di vita si è alzata e che molte malattie come il tetano , la poliomelite ma anche il vaiolo, la difterite e molte altre oggi possono dichiararsi quasi estinte nei paesi sviluppati.

    RispondiElimina
  2. http://valdovaccaro.blogspot.it/2014/01/messaggio-alle-mamme-sui-danni-da.html

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.