ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

lunedì 17 ottobre 2016

LO XEPLION MI HA RESO UN'AMEBA: MANGIO, FUMO E NON FACCIO UN CAZZO TUTTO IL GIORNO

LETTERA
Salve dottore (se così la posso chiamare),
ho letto riguardo al suo libro nei vari forum andandomi a documentare un po'  sugli psicofarmaci che mi sono stati prescritti da poco tempo.
Sono una ragazza di 24 anni e da 5 mesi mi è stato somministrato Xeplion per iniezioni che ho dovuto fare per questi 5 mesi.
Sono stata ricoverata perché ho avuto una lite brutta con mia madre che ha chiamato il 118. Dall'ospedale mi hanno prescritto una terapia farmacologica che ho dovuto seguire obbligatoriamente senza il mio consenso.
Ebbene la mia vita è cambiata in pochissimo tempo, non può capire lo strazio interiore e non che sto vivendo. Non avrei mai voluto trovarmi in una situazione simile. Ormai non vivo più, non riesco più a leggere, a scrivere, mi sento la testa vuota ed inoltre mi sento anche emotivamente appiattita.
Non riesco a fare niente tutto il giorno, sono una sorta di ameba che gira per casa in maniera lenta e amorfa. Non riesco a fare i conti della spesa, a leggere neanche la pagina di un romanzo, figuriamoci studiare che è quello che dovrei fare visto che sono ferma da molto tempo; la mia giornata si divide tra il letto, il cibo e le sigarette, ho preso 7 kg e non faccio altro che fumare e ciondolare per casa.
Non riesco a seguire più neanche un film, zero tv, sono diventata completamente passiva a tutto. Ho parlato con lo psichiatra per farmi interrompere la terapia che mi ha reso la vita impossibile, ora ho fatto l'ultima puntura ma il signore mi dovrà monitorare per un anno circa per vedere se ne avessi di nuovo bisogno.
Ovviamente mi riprescriverà di nuovo questi farmaci assassini, questo è ovvio e dovrò vedere  come gestirmi la situazione.
Ora la domanda è: è possibile che io a quasi 24 anni non possa sottrarmi a qualcosa che ritengo per me nociva, è possibile che debba avere paura che, nel caso dovessi rifiutare la terapia, il cim possa chiamare l'ambulanza e indire un TSO e ricominciare di nuovo tutto l'iter?
 
Non c'è un modo per sottrarsi a quest'inferno? Lei cosa mi consiglia?
Grazie dell'ascolto
Firmato Alessandra V.
RISPOSTA
Buongiorno sig.ra Alessandra,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Ritengo difficile (ma non impossibile data la follia della moderna Psichiatria) che lei sia stata ricoverata a seguito di una "semplice" lite.

Probabilmente (e mi corregga se sbaglio) può darsi che lei si trovasse in uno stato di alterazione, magari da cannabinoidi, come troppo spesso accade.

Al di là di tutto, mi perdoni il non celato sarcasmo, nel dirle "Benvenuta nel gruppo dei rovinati dallo Xeplion".

I balordoni che l'hanno "avuta in cura", al posto di parlarle, oppure di contenerla amorevolmente senza somministrarle alcuna sostanza chimica, hanno optato per l'unica cosa che sanno fare (e che hanno imparato in BEN dieci anni tra laurea e specializzazione): sedarla come un cavallo.

E, per loro, il suo ciondolare, il suo abbuffarsi, il suo fumare, la sua incapacità di leggere, fare calcoli, emozionarsi, insomma VIVERE è considerato GUARIGIONE.

Gente del genere andrebbe radiata all'istante e ricatapultata sui banchi di scuola a imparare prima di tutto concetti come AMORE, EMPATIA e quanto un essere umano non sia un sacco vuoto ove iniettare sostanze chimiche.

Ora, il "sistema" si è impossessato di lei, e uscirne è possibile, ma non è così facile.

Sono pronto ad aiutarla, come faccio per tutti e come farò fino a quando avrò fiato.

Lei, se non sottoposta a un TSO o ad altro provvedimento dell'Autorità Giudiziaria, non HA ALCUN OBBLIGO DI ASSUMERE FARMACI.

Purtroppo, essere da soli significa sconfitta assicurata.

Dobbiamo creare intorno a lei un cordone di persone fidate che possano aiutarla nel momento in cui dovessero sopraggiungere forti crisi durante lo scalaggio.

Scalaggio che dovrà essere lento e costante, affiancato da un cambiamento totale dello stile di vita, soprattutto alimentare.

Sarò felice di accompagnarla in questo viaggio di rinascita del corpo e dello spirito.

La affiancherò materialmente e legalmente.

Pietro Bisanti NON abbandona nessuno.

Ricordate però che dovete diventare autonomi e padroni della vostra vita.

Forza e coraggio

Pietro Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.