ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

lunedì 24 ottobre 2016

TRE LETTERE RIGUARDANTI L'ALIMENTAZIONE ANIMALE: GATTO CHE VOMITA SANGUE E CROCCHETTE, CANE CON THELAZIOSI OCULARE E I DUBBI DI UN VEGANO-IGIENISTA

LETTERE
 
Buona sera, leggo anch'io le tesine di Valdo Vaccaro e ho letto la sua risposta. Se non è un disturbo le chiederei aiuto anche per la mia gatta.
Ha 10 anni e a luglio ha avuto i primi episodi di rigurgito di sangue con crocchette semi intere.
Fatto una breve cura perché non riuscivo a darle l'anti gastrite per bocca. Poi il tutto è ricomparso tre settimane fa. Fatto ecografia e dice tutto nella norma con solo  ispessimento della parete dello stomaco.
Il veterinario le faceva un'iniezione mattina e sera di Zentadine, due di antibiotico e una antivomito al giorno per cinque giorni.
Poi ho continuato un'altra settimana con Zentadine mattina e sera e Nicilan una volta al dì.
Dieta: carne fresca di pollo tritato e poca bustina di carne umida.
La gatta ha molto appetito.
Un'ora fa le ho dato delle crocchette e le ha mangiate voracemente e poi rigurgitate con sangue.
Ha qualche consiglio da darmi?
Grazie mille.
Saluti Michela
 
 
 
 
Mi chiamo Ignazio, ho letto il suo indirizzo e mail  e la sua disponibilita' sul blog di Valdo Vaccaro e vorrei sapere se lei in generale conosce cure igienistiche anche per il cane, in particolare per la Thelaziosi oculare per la quale sono costretto a somministrare ai cani medicinale ogni estate. Saluti Ignazio.
 
 
 
 
Caro PIETRO,
sono Francesco D'Ambrosio, allievo all'HSU.
Il tuo punto di vista sull'alimentazione canina non mi trova d'accordo.
Ovviamente rispetto la tua posizione.
Ma come faccio, da vegano, a prendere carne cruda e a darla ai miei cani?
Io ho adottato Otello, di media taglia, 30 kg. Mai vaccinato. Va avanti a pasta, patate, legumi e buccie di mela e kiwi e la polpa dell'estratto. Ama mele, pere, angurie, prugne e fichi.
È una furia. Reattivo. Tosto e muscoloso.
La carne cruda non saprei proprio come toccarla per poterla somministrare al mio tesoro...
Io credo che la frutta e la verdura cruda possono tenere sempre pulito e ordinato l'intestino del mio Otello.
E poi. I predatori non mangiano carne...in primis mangiano le interiora che contengono verdura e frutta in fase digestiva. Poi mangiano gli organi interni, ricchi di sali minerali. Le ossa per il calcio. E la carne la lasciano per ultima, se hanno ancora fame.
Ma i canidi, oltre le prede, da sempre hanno mangiato anche radici e frutti caduti dagli alberi e verdure crude, specie cavolfiori.
Amano i legumi.
Con affetto. Un abbraccio.
 
 
RISPOSTA
 
Buongiorno Michela, Ignazio e il mio caro studente Francesco,
grazie anzitutto di aver scritto a questo piccolo Uomo.
 
Veniamo a noi...
 
Michela... lei si rende conto di avere in casa una creatura fondamentalmente identica, in scala, a una pantera?
 
Ha mai visto in natura una pantera mangiare crocchette, fatte all'80% di cereali?
 
Si meraviglia se il suo gatto vomita tale spazzatura completamente INADATTA al suo intestino corto e tozzo da TOTALE carnivoro?
 
Ha trasformato il suo gatto in un granivoro, e questa splendida creatura si sta giustamente ribellando, cercando di farglielo capire in tutti i modi...
 
E lei, nonostante le meravigliose nozioni datele dallo strepitoso Valdo Vaccaro, cosa fa?
 
Lo riempie di farmaci, al posto di sradicare le cause a monte.
 
Il mio consiglio è semplice: tratti il suo gatto rispettando in primis la sua natura: lo alimenti quindi con il suo cibo naturale, che è la CARNE CRUDA.
 
Il gatto in natura mangerebbe lucertole, piccoli uccelli, piccoli roditori...
 
Quindi, o lo lascia andare a caccia da solo, oppure acquista per lui del pollame, dandoglielo crudo, ossa comprese, interiora comprese.
 
 
Ignazio...nel suo caso ci troviamo davanti a una parassitosi.
 
Anche qui, però, mi sento di propendere verso una "colpa alimentare", infatti i parassiti trovano spessissimo terreno fertile in animali che sono già depauperati per conto loro.
 
Vaccinazioni, antiparissatari e le orribili crocchette sono responsabili dello sterminio degli animali che vivono con l'uomo, che ormai non riescono più nemmeno a morire naturalmente di vecchiaia.
 
Quindi, la prima cosa da fare è INTERROMPERE il carico tossico dell'animale, evitando QUALUNQUE tipo di farmaco, antiparassitario o vaccino, cominciando ad alimentarlo secondo il suo disegno strutturale di carnivoro opportunista.
 
Quindi, carne cruda con ossa e interiora, un po' di frutta, e qualche ortaggio crudo come carote e cavolfiori.
 
Ricostruiamo quindi un terreno positivo e vediamo come va la parassitosi.
 
Ricordi SEMPRE che i parassiti sguazzano nel terreno a loro più congeniale, che è quasi sempre quello "malato".
 
 
Francesco... eccoci qua.
 
Tu sei una scimmia. Il tuo cane è UN CANE.
 
Tu hai denti piatti, pollice opponibile, vista a colori, nessun istinto per il sangue e ribrezzo per le carcasse.
 
Lui ha molari seghettati spaccaossa, vista notturna, mascella fissa e una naturale predisposizione per la caccia, oltre alla capacità di digerire persino carne in putrefazione.
 
Tu, in questo momento, non stai pensando A LUI, ma stai pensando A TE STESSO.
 
Tu stai facendo quello che fa stare bene TE, non LUI.
 
Al momento, come l'igienismo ti insegna, il tuo cane sta vivendo in uno stato di salute apparente, nel senso che come l'uomo-carnivoro può andare avanti alimentandosi malamente per anni prima di crollare, così anche il cane-vegano può andare avanti molto tempo prima di mostrare chiaramente lo sconquasso interno a cui viene sottoposto. Ma il conto da pagare, presto o tardi, arriverà per entrambi!
 
Pensi che lasciato libero il tuo cane si farebbe una pasta con i legumi (oltretutto con quella schifezza chiamata glutine), oppure uno sformato di patate, oppure una macedonia?
 
Dai Francesco, non mi dire poi che un leone mangia solo il contenuto dello stomaco di una preda....
 
Certo che quella è la prima cosa che mangiano, assieme agli organi interni e a tutto il resto, ossa comprese.
 
Il concetto è semplice: gli animali NON dovrebbero vivere con l'uomo.
 
Ma dato che l'habitat naturale dei cani è ormai inesistente, non me la sento di condannare i miei quattro cani solo perché altri animali devono essere uccisi per dar loro da mangiare.
 
Anche a me piacerebbe un mondo dove nessuno uccide nessuno, ma questo non è possibile.
 
Non possiamo cambiare la natura degli altri esseri viventi, e quindi se abbiamo deciso di prenderci cura di un animale il cui habitat è ormai estinto, mi sento IN DOVERE di trattarlo, anche a livello alimentare, rispettando la sua natura.
 
Anche a me fa schifo il sol toccare la carne cruda, e se non esistessero le macellerie arriverei a raccogliere le carcasse a lato strada pur di alimentare i miei animali secondo natura.
 
Benissimo per quanto riguarda i vaccini: ribadisco, per TUTTI, che la chimica deve RESTARE FUORI dalla vita di ognuno di noi, se non in situazioni assolutamente emergenziali.
 
Avanti così
 
Pietro Bisanti
 
 
 
 

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Ci sono delle imperfezioni in ciò che ho scritto e che sostituisco con questo sotto non potendo cancellare quello sopra. Me ne scuso.
    Sulla predazione

    La natura obbedisce a leggi universali dalle quali essa è superata, oltre che determinata. Leggi di amore, ma anche di adattamento alle condizioni particolari nelle quali ci si trova a dover vivere. La convinzione che la legge di natura che prevede l'interdivoramento tra gli esseri sia un principio universale, e sia conseguente ad alcune necessità legate alla sopravvivenza di esseri che non hanno a disposizione altre scelte e, naturalmente col passare del tempo determina anche cambiamenti nella struttura organica degli esseri, i quali uniformano le caratteristiche del loro fisico adattandole alla necessità data dalla predazione, questa convinzione, stavo per dire, è errata. Ma tutto l'esistente è soggetto a modificazioni, anche sostanziali, date dai nuovi bisogni o da nuove scelte di vita. La conformazione dentale e l'apparato digerente sembrano essere irremovibili per il lungo tempo impiegato a essere quello che sono, ma non hanno perso l'elasticità che ha consentito loro di potersi adattare modificandosi anche profondamente. Così anche animali essenzialmente carnivori possono nutrirsi, alla bisogna, di vegetali. Le volpi, per esempio, pur essendo carnivore mangiano di tutto, persino la frutta. È per questo che credo sia possibile modificare, almeno in parte, la dieta animale propria ai carnivori. Chi crede che senza sbranarsi a vicenda l’esistenza non ci sarebbe più sbaglia, perché la vita si fonda su principi creativi benefici, non malvagi, e la predazione è una legge certamente naturale, ma soggetta a scelte individuali che possono essere diverse perché orientate al rispetto del diverso che è una necessità conseguente alla legge universale che spinge ogni essere ad amare e rispettare ogni altro essere, perché figli dello stesso Mistero che sta al centro di ognuno, unica realtà identica propria a tutti gli esseri i quali corrispondono al dispiegamento delle possibilità infinite, che diventano individuali nel loro esistere, che sono proprie al Mistero assoluto che si riflette nell'esistenza, capovolgendosi come lo sono tutte le riflessioni. La convinzione fascista che assegna al più forte il diritto di esistere è, da una visuale spirituale, errata, perché lo spirito è l’Intelligenza universale che assegna al sacrificio di sé, e non degli altri diversi da sé, la massima importanza.

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.