ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

martedì 26 agosto 2014

PSICOFARMACI: LA MATTANZA CONTINUA. PRIMA O POI CI STERMINEREMO L'UNO L'ALTRO

Siracusa, 60enne uccide il marito nel sonno a coltellate e tenta il suicidio
E' successo a Carlentini. La donna, che soffriva di crisi depressive da 6 anni, avrebbe colpito il coniuge 72enne almeno 30 volte

14:09 - Nuova tragedia di famiglia in Sicilia, a Carlentini, in provincia di Siracusa. Una donna di 60 anni, Sebastiana Ippolito, ha ucciso con almeno 30 coltellate il marito 72enne. Alfio Vinci è stato colpito nel sonno, dopodiché la moglie ha provato a suicidarsi colpendosi con lo stesso coltello ma è svenuta. Dal 2008, anno della morte della figlia, malata di tumore, la donna soffriva di crisi depressive.

Poco dopo la mezzanotte la donna avrebbe preso un coltello, di quelli che si usano a tavola, si sarebbe recata nella camera del marito (dormivano in stanze separate) e avrebbe iniziato a pugnalarlo colpendolo nel sonno. 

Poi è andata in bagno e si è procurata ferite superficiali sul corpo prima di svenire. Intorno alle 3 si sarebbe risvegliata e avrebbe urlato richiamando l'attenzione dei vicini. 

Sono stati loro a chiamare i carabinieri. La 69enne è stata trasferita d'urgenza all'ospedale di Lentini, dove si trova al momento ricoverata con prognosi riservata.

Pm: donna era depressa da tempo - "E' ancora presto per potere dire se la donna abbia tentato il suicidio, ma certamente era depressa da tempo e per questo non è un'ipotesi da escludere, ma neppure certa. Occorrerà del tempo per verificarlo". Così il Procuratore di Siracusa, Francesco Paolo Giordano, sull'uccisione del 72enne. 

Fonte TGCOM.IT


COMMENTO

30 coltellate sono l'esempio classico della violenza mostruosa indotta dagli antidepressivi SSRI-SNRI










Chi era Federico Leonelli, il killer dell'EUR

Minacciati e quindi costretti a sparare. Questa la risposta degli agenti di polizia che lo scorso 24 agosto hanno sparato ed ucciso Federico Leonelli, il killer dell'EUR che ha decapitato e ucciso a colpi di mannaia Oksana Martseniuk, colf  di origini ucraine che lavorava nella villetta dove è stata trovata morta. 

''Abbiamo sparato quando si è lanciato contro di noi, col coltello in pugno. Ci voleva un attimo a raggiungerci. [...]  Aveva un coltellaccio in mano, i capelli lunghi, un paio di occhiali protettivi sul viso. Faceva paura, alto quasi due metri, robusto, lordo di sangue. [...] A due metri di distanza, con la paura di essere uccisi e l'adrenalina a mille non si mira: si spara al bersaglio grosso e basta. Per salvarsi o per salvare altre vite''. Questa la nota della Questura di Roma, in risposta allo sfogo di Laura, sorella di Federico Leonelli, che da domenica scorsa non si dà pace e chiede chiarezza sul perchè il fratello sia stato colpito al cuore. "Potevano sparargli altrove, i poliziotti avevano una pistola e lui un coltello". 

Una donna sconvolta e incredula, che continua a descrivere suo fratello come "un ragazzo veramente d'oro ed un bravissimo zio", gli stessi agettivi usati anche dagli altri conoscenti e condomini: un bravissimo ragazzo, schivo e silenzioso, ma non pericoloso.
Depresso, sicuramente, almeno così lo descrivono le persone che lo conoscevano. Un disturbo che aveva dal 2012, da quando la sua compagna con la quale stava da 17 anni era morta in seguito ad una malattia. Un tragico evento che lo ha segnato profondamente, portandolo probabilmente ad utilizzare anche tranquillanti e psicofarmaci, così almeno raccontano i suoi vicini di casa. 
Ma non tutti lo descrivono come un ragazzo tranquillo: altri intervistati in questi giorni hanno parlato di lui come di un uomo dall'indole violenta. Possedeva e maneggiava coltelli ed armi bianche e questo suo interesse era stato notato e segnalato dalla colf stessa ai padroni della villetta nella quale da qualche settimana era ospite l'uomo. "Quello gioca coi coltelli", aveva scritto Oksana in un sms al suo padrone, la sera prima di morire.

Quale sia stato il movente che ha spinto Federico a indossare la divisa da paramilitare, la maschera filtro e a imbracciare la mannaia contro la donna, ancora non si conosce. Esclusa al momento l'ipotesi dello stupro. Dai tabulati telefonici pare non ci sia stata neppure alcuna relazione tra i due, che porterebbe ad un movente di tipo sentimentale. Raptus omicida, o omicidio calcolato, o reazione spropositata dopo aver ricevuto la telefonata del suo amico Giovanni Cialella, preoccupato dagli aggiornamenti della sua colf. Un movente che con la morte dell'omicida non si saprà mai con certezza, lasciando l'amaro in bocca per questo ennesimo fatto di cronaca nera metropolitana.

FONTE Yahoo notizie

COMMENTO

Antidepressivi SSRI/SNRI hanno sicuramente portato questo essere umano in uno stato psicotico.










Bimba uccisa ad Ancona: nel sangue del papà killer mix di sostanze stupefacenti

Nel sangue e nelle urine di Luca Giustini, il 34enne che domenica scorsa ha accoltellato a morte sua figlia di 18 mesi, i medici hanno riscontrato la presenza di sostanze stupefacenti


Ha agito sotto effetto di alcol e sostanze stupefacenti, Luca Giustini, il 34enne che domenica scorsa ha inferto due coltellate mortali a sua figlia di 18 mesi, nella sua abitazione di Collemarino, un quartiere a nord di Ancona. A rivelarlo i plurimi esami eseguiti dai medici, nel corso degli ultimi giorni, nel sangue e nelle urine dell’uomo.Luca Giustini omicidio figlia 18 mesi

Con ogni probabilità si tratta di cocaina e anabolizzanti, quelli utilizzati per gonfiare i muscoli in palestra, ed anche steroidi e psicofarmaci. Un cocktail micidiale che avrebbe alterato lo stato psicofisico dell’uomo, annebbiandogli completamente la mente e inducendolo a compiere l’efferato delitto. Giustini era da tempo depresso, lo provano gli strani comportamenti assunti negli ultimi mesi, resi ancora più inquietanti da messaggi deliranti appuntati in dieci fogli di quaderno: “precetto di nostro Signore”, “il disegno di Dio” e “la salvezza degli uomini e del mondo”.

Ora gli inquirenti cercheranno di capire quando Giustini abbia assunto quel mix di sostanze, visto che fino a poche ore prima del delitto aveva lavorato normalmente, prestando servizio sul treno che copriva la tratta Foligno-Ancona. Quel giorno, smontato dal servizio, aveva pranzato con la sua famiglia. Possibile che nessuno si sia accorto del suo stato di alterazione? O forse l’uomo ha assunto quelle sostanze solo dopo essere rimasto solo in casa con sua figlia? A questi ed altri interrogativi dovranno rispondere gli investigatori.


COMMENTO

La mia idea è che l'antidepressivo SSRI/SNRI abbia scatenato la miccia della violenza.

Tutti questi avvenimenti sono accaduti negli ultimi giorni solo in Italia (senza riportare tutti gli altri suicidi archiviati come fatalità).

Vi basta per rendervi conto di come gli psicofarmaci stanno distruggendo il mondo?

NOTA BENE:

Tre anni ininterrotti di impegno e sacrifici hanno portato questo blog a diventare un piccolo faro nella notte per quanto riguarda l'igienismo naturale e l'alimentazione vegana in relazione a tutto quello che concerne il mondo della salute mentale.

Siamo partiti da zero e in tutto questo tempo tante persone hanno finalmente capito come esista un'alternativa ad imbottirsi di sostanze chimiche non meglio identificate, che uccidono il corpo e addormentano l'anima.

Gli psicofarmaci sono e rimangono pillole assassine.

Il libro è finalmente pronto. "ASSASSINI IN PILLOLE: la psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere".

Cosa leggerete? Leggerete tutto quello che nessuno psichiatra vi dirà mai.

Cosa sono veramente gli psicofarmaci, la facilità con cui vengono prescritti, il fallimento totale della psichiatria moderna.

E ancora...il lato oscuro degli psicofarmaci, che trasformano persone comuni in stupratori, assassini di se stesse e degli altri.

E ancora...le alternative "non violente", legate allo stile di vita e alimentare, per arrivare a risolvere un problema e non a mascherarlo.

E ancora...lo stretto legame tra ciò che mangiamo e come ci sentiamo, anche a livello mentale.

Tutto questo visto da un operatore di polizia, che da 20 anni osserva con i propri occhi lo sfacelo che la psichiatria moderna ha portato e tuttora porta nella vita delle persone.

Senza dimenticare la dismissione dai farmaci, per molte persone l'inferno sceso in terra, e la psichiatria negli anziani. C'è tanto, tanto da leggere.

Questo blog continuerà la sua opera pienamente gratuita di supporto a tutti quelli che ne avranno bisogno.

Acquistare il libro deve quindi essere una scelta personale e consapevole, sapendo però che ogni copia venduta significherà aiutare questo piccolo uomo in quest'opera informativa senza precedenti.

E chiunque assuma psicofarmaci, attraverso la sua lettura potrà finalmente capire che esiste una via alternativa alla lobotomizzazione perenne.

Il libro uscirà in due versioni: Ebook (al prezzo di 8 Euro) e cartacea (al prezzo di 16 Euro).

Nessuna casa editrice. Tutto in self-publishing.

Chiunque sia interessato, può scrivere a pbisant@hotmail.com e vi verranno fornite le coordinate bancarie per il pagamento.

La data finale di uscita è il 30 giugno 2014: chi ha scelto la versione cartacea, la riceverà all'indirizzo evidenziato; chi ha scelto quella su ebook, riceverà link e autorizzazione al download.

Ringrazio tutte le persone che continuano a scrivermi e a starmi vicino.

Questo è solo l'inizio e vi prego di divulgare il più possibile.

Con l'aiuto di tutti so che arriveremo molto, molto lontano.

Grazie di cuore

Pietro Bisanti


Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.


Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.




Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.