ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

lunedì 16 aprile 2012

DA DEPRESSO A BIPOLARE: GRAZIE PSICOFARMACI!

COMMENTO ALL'ARTICOLO "DEPRESSO, PSICOTICO, BIPOLARE? GIRA LA RUOTA!"

Buonasera,
Ho letto con attenzione questa lettera e ho pensato di intervenire in quanto e' un tipo situazione quella descritta che mi riguarda da vicino purtroppo.Ho 29 anni e sono vegetariana da circa 19 anni e vegana solo da qualche anno secondo una ben precisa scelta etica piuttosto che salutare.Da sempre sono stata contraria all'assunzione di ogni tipo di farmaco fin quando circa 3 anni fa sono caduta in una profonda depressione che mi ha spinta a rivolgermi ad un medico.Mi sono ritrovata ad assumere degli antidepressivi che mi hanno portata,a detta del medico stesso,ad una forma di disturbo bipolare.E' stato drammatico l'impatto che ha avuto sulla mia vita che da quell'anno e' profondamente cambiata.Ho seguito una terapia per il disurbo bipolare con sertralina e depakin fin quando ho deciso da sola di interromperne gradualmente l'assunzione.Praticamente non assumevo piu' nulla quando nella mia vita e' successo un episodio veramente tridste che mi ha portata a sperimentare un'altra volta la depressione.Non ho nessuna intenzione di riprendere la terapia ma devo ammettere che a distanza di 7 mesi dall'inizio di questa maledetta depressione non sono ancora riuscita a ritrovarmi..provo sempre quella sensazione di apatia e vuoto,come se stessi vivendo nell'ombra di me stessa.Sono una persona caratterialmente molto sensibile alla sofferenza,soprattutto quella di miliardi di animali massacrati ogni giorno in nome della nostra "evoluzione",sofferenza che investe la mia vita ogni giorno tutti i giorni.Sono una persona che non riesce ad adattarsi in una societa' dove i principi fondamentali degli esseri viventi,tutti,vengono costantemente oltraggiati e violati.Passera' questo mio periodo,spero presto,ma non cambiera' purtroppo la sete si sangue dei membri della mia specie!!!



RISPOSTA

Cara Anonima, anzitutto firmati con il nome, che mi piace sapere con chi sto parlando.
Vuoi sapere chi sei? Sei una delle innumerevoli vittime di questo schifoso sistema, che ha dato e continua a dare soprattutto alla moderna psichiatria il diritto di etichettare e di rovinare persone perfettamente sane.
Ma la buona notizia è che sei perfettamente in grado di riappropriarti della tua vita.
Primo errore: esserti rivolta ad uno psichiatra in un momento di depressione della tua vita.
Cosa pensavi che facesse, che ti prendesse per mano per parlarti? No...troppo tempo...e quindi sei uscita con la tua bella prescrizione in mano.
E hai quindi assunto delle sostanze stupefacenti legalizzate che hanno interferito con la misteriosa e delicata biochimica celebrale, sballottandola e trascinandoti verso un'altra etichetta: "disturbo bipolare".
Per carità, niente fraintendimenti: la depressione e il disturbo bipolare esistono eccome, ma non derivano sicuramente dai loro tanto decantati squilibri chimici all'interno del cervello.
Il cervello è un organo come gli altri, e se il corpo è indebolito da un'alimentazione e da una spiritualità errate ecco che anch'esso si ammala, con tutte le nefaste conseguenze del caso.
Pensa solo a quello che può fare il glutine (leggi il mio articolo SBROCCATI DAL GLUTINE) per capire come il nostro corpo mal sopporti alimenti non strutturati per noi.
Non voglio relegare tutto alla mera alimentazione, ma non posso non evidenziare come gli alimenti abbiano una profonda interferenza con la biochimica celebrale.
Dai un piatto di pasta di frumento a un celiaco, e vedrai che un bel 10-20% non avrà problemi di stomaco, ma cadrà in una depressione nera, anche se avesse contestualmente vinto al Superenalotto.
Purtroppo non precisi perché sei caduta in depressione tre anni fa, ma purtroppo hai scelto la strada sbagliata, proprio perché in questa società nessuno ha voglia di perdere tempo per comprendere la vera natura del disturbo.
I sintomi sono solo la punta dell'iceberg di qualcosa che non va.
Ma lasciamo stare il passato.
Guardiamo il presente.
Ora sei in modalità "bicchiere mezzo vuoto" e quindi tutto ti darà fastidio, compresa l'innegabile crudeltà dell'Uomo nei confronti delle altre creature.
Ma ora non hai la forza sufficiente per vedere quello che comunque c'è di buon nel mondo perché secondo me il corpo è troppo indebolito.
Pensi che la tua seconda depressione sia dovuta all'episodio in sé o al fatto che il corpo fosse già ulteriormente indebolito dalla pregressa assunzione di farmaci?
I drammi fanno parte della vita, e anche se forti e spiacevoli, vanno affrontati ma mai e poi mai a suon di farmaci.
Mettere un coperchio instabile su una pentola a pressione significa solo ritardare il disastro, che avverrà con ancor più veemenza.
Ora fottitene della bramosia di sangue dei membri della tua specie.
Il mondo non va come lo decidiamo noi.
Possiamo fare qualcosa per cambiarlo, ma prima dobbiamo essere in pace con noi stessi.
Figurati se avrei voglia di rispondere al tuo commento se non fossi equilibrato di mio.
Quindi il mio consiglio è di rinnovarti fisicamente e psicologicamente.
Niente farmaci, che hai peraltro già eliminato.
Digiuno depurativo di tre giorni, per poi continuare con la tua alimentazione vegana, ma tendente ad un crudismo quasi assoluto.
In casi di emergenza non si sgarra, si potrà sgarrare quando si starà meglio.
Quindi frutta e verdura crude a volontà, centrifugati, spremute, tutte vitamine a costo digestivo zero.
ZERO caffè, bibite gassate e qualunque cibo manipolato.
ZERO cereali contenenti glutine, che sono la rovina mentale per un sacco di gente.
Preparati a crisi eliminative anche pesanti: i farmaci che hai preso sono tutt'altro che eliminati, e quindi potrebbero causarti ulteriori crisi depressive durante la loro eliminazione e il tentativo del tuo corpo di ristabilire un equilibrio.
Un grande in bocca al lupo.
 

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.