ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

domenica 29 aprile 2012

ARTRITE PSORIASICA: DERMATOLOGO + REUMATOLOGO = TOMBA GIA' PRONTA

Settimana scorsa mi è capitato di iniziare una chiacchierata con una persona visibilmente dolorante.
Presentava infatti evidenti segni di psoriasi al viso e alle mani (le uniche zone a me visibili), e dopo alcuni minuti siamo entrati in confidenza e mi ha raccontato di soffrire di artrite psoriasica ormai da sempre e di non essere mai riuscita a sconfiggerla definitivamente, trasformatasi di fatto in una "malattia" cronica con cui convive e che cerca di arginare a suon di pastiglioni.
Prima il cortisone, poi tutta una serie di immunosoppressori come la ciclosporina, e alla fine, udite udite, un bel chemioterapico a basso dosaggio.
Spaventoso, semplicemente aberrante.
Anzitutto l'artitrite psoriasica, senza perdersi in grandi paroloni medici che a noi non interessano, è semplicemente una psoriasi con un processo infiammatorio che interessa anche le articolazioni, prevalentemente quelle delle dita, del ginocchio, delle braccia, fino ad arrivare anche alla spina dorsale.
Quindi compaiono sia le manifestazione cutanee che quelle artrosiche.
Per la medicina le cause sono o sconosciute, o genetiche o infettive.
Eh sì...che sfortuna...sono nato con il gene sbagliato e quindi sono destinato a stare male.
Ma perfavore!
Stile di vita? Quello manco per il sogno che viene preso in considerazione...
Alimentazione moderna? Ma per piacere, in ospedale viene osannato il brodino di pollo, o "succo di cadavere" come lo chiamo io.
Via la lobotomizzazione, e vediamo le cose per quello che sono.
Qualunque, dico qualunque processo infiammatorio nell'organismo avviene per una legge di causa-effetto: niente avviene per caso.
L'infiammazione non è nemica, anzi è il procedimento principe che il corpo mette in atto al fine di arginare un problema e per ristabilire un decente equilibrio.
L'infiammazione infatti aumenta il calore nei tessuti, fa arrivare più sangue e più sostanze nutritive al fine di riparare il danno subito.
Purtroppo quando le scorie sono troppe e siamo pieni di spazzatura fino al collo, il corpo semplicemente non ce la fa, e si mette in "modalità sopravvivenza".
Significa che tenta, nonostante tutti gli insulti giornalieri che gli facciamo, di sopravvivere.
Lo stesso avviene nell'atrosi psoriasica: l'infiammazione è consequenziale a un corpo pieno di spazzatura, e a moltissime quantità di acido urico che il corpo immagazzina gioco forza in posti lontani e meno pericolosi come le articolazione, con tutti i problemi che però ne conseguono.
Lo stesso vale per gli sfoghi cutanei presenti nella psoriasi.
Non smetterò mai di dire che la pelle è un organo emuntore al pari dei reni, e che quindi il corpo la utilizza per eliminare sostanze di scarto e veleni quando i reni non ce la fanno più.
Il corpo non va mai contro se stesso, e quindi, paradossalmente, l'infiammazione e le lesioni cutanee nell'artrite psoriasica stanno letteralmente salvando la vita di chi ne soffre.
Al contrario, infatti, ci sarebbe stato un avvelenamento generale dell'organismo se il sistema immunitario non avesse sapientemente utilizzato articolazioni e pelle per stoccare ed espellere quello che dentro non doveva stare.
E l'accoppiata di dottoroni dermatologo+reumatologo che cosa fanno?
Uno prescrive creme a base di cortisone, mentre l'altro farmaci potenti come la ciclosporina.
Come è possibile non capire che bloccare un'infiammazione o un'eruzione cutanea, che come già detto sono processi sintomatologici tendenti alla guarigione, senza capire il perché si siano sviluppati è come tagliare la spia accesa di un cruscotto che segnala un malfunzionamento?
Rispedire dentro quello che deve uscire significa avvelenarsi ancor più in profondità arrivando a cronicizzare un problema che invece va risolto.
La soluzione?
Non sono un medico, non faccio diagnosi, non prescrivo farmaci.
Dico semplicemente quello che farei se accadesse a me: farmaci nel cesso, tirare sciacquone.
Secondo: aria e sole a bizzeffe
Terzo: digiuno depurativo di tre giorni a sola acqua e poi via a un'alimentazione crudista al 100% con prevalenza di centrifugati di frutta e verdura.
Rigorosità totale. Zero cibi cotti. Zero proteine animali. Zero latticini. Zero caffè, cole, thè. Zero zuccheri artificiali. Niente di niente. Solo quello che la Natura ha creato per noi e per la nostra specie.
Tornando alla nostra amica.
Devo ammettere di essermi rattristato nel vedere una persona fisicamente e psicologicamente distrutta, ancora illusa di trovare il rimedio grazie a un chemioterapico a basso dosaggio, dopo anni di inutili cure farmacologiche che l'hanno ancor più devastata.
Ma quando impareranno i medici che sopprimere i sintomi non significa guarire?
Quando impareranno che l'unica guarigione possibile viene realizzata dal nostro sistema immunitario, messo nelle condizioni di operare al meglio?
Quando impareranno che mangiare cibo non nato per noi significa ammalarsi?
La mucca mangia mais e soia mentre dovrebbe mangiare l'erba; il cane mangia crocchette mentre dovrebbe mangiare carne cruda; l'Uomo mangia la carne mentre dovrebbe mangiare frutta e verdura.
Siamo riusciti a rovinare tutto. Complimenti.

NOTA BENE:

Tre anni ininterrotti di impegno e sacrifici hanno portato questo blog a diventare un piccolo faro nella notte per quanto riguarda l'igienismo naturale e l'alimentazione vegana in relazione a tutto quello che concerne il mondo della salute mentale.

Siamo partiti da zero e in tutto questo tempo tante persone hanno finalmente capito come esista un'alternativa ad imbottirsi di sostanze chimiche non meglio identificate, che uccidono il corpo e addormentano l'anima.

Gli psicofarmaci sono e rimangono pillole assassine.

Il libro è finalmente pronto. "ASSASSINI IN PILLOLE: la psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere".

Cosa leggerete? Leggerete tutto quello che nessuno psichiatra vi dirà mai.

Cosa sono veramente gli psicofarmaci, la facilità con cui vengono prescritti, il fallimento totale della psichiatria moderna.

E ancora...il lato oscuro degli psicofarmaci, che trasformano persone comuni in stupratori, assassini di se stesse e degli altri.

E ancora...le alternative "non violente", legate allo stile di vita e alimentare, per arrivare a risolvere un problema e non a mascherarlo.

E ancora...lo stretto legame tra ciò che mangiamo e come ci sentiamo, anche a livello mentale.

Tutto questo visto da un operatore di polizia, che da 20 anni osserva con i propri occhi lo sfacelo che la psichiatria moderna ha portato e tuttora porta nella vita delle persone.

Senza dimenticare la dismissione dai farmaci, per molte persone l'inferno sceso in terra, e la psichiatria negli anziani. C'è tanto, tanto da leggere.

Questo blog continuerà la sua opera pienamente gratuita di supporto a tutti quelli che ne avranno bisogno.

Acquistare il libro deve quindi essere una scelta personale e consapevole, sapendo però che ogni copia venduta significherà aiutare questo piccolo uomo in quest'opera informativa senza precedenti.

E chiunque assuma psicofarmaci, attraverso la sua lettura potrà finalmente capire che esiste una via alternativa alla lobotomizzazione perenne.

Il libro uscirà in due versioni: Ebook (al prezzo di 8 Euro) e cartacea (al prezzo di 16 Euro).

Nessuna casa editrice. Tutto in self-publishing.

Chiunque sia interessato, può scrivere a pbisant@hotmail.com e vi verranno fornite le coordinate bancarie per il pagamento.

La data finale di uscita è il 30 giugno 2014: chi ha scelto la versione cartacea, la riceverà all'indirizzo evidenziato; chi ha scelto quella su ebook, riceverà link e autorizzazione al download.

Ringrazio tutte le persone che continuano a scrivermi e a starmi vicino.

Questo è solo l'inizio e vi prego di divulgare il più possibile.

Con l'aiuto di tutti so che arriveremo molto, molto lontano.

Grazie di cuore


Pietro Bisanti



26 commenti:

  1. Lei non ha la più pallida idea di che cosa sia questa malattia. Se davvero provassimo a seguire i suoi miracolosi consigli, allora tutti noi malati di artrite psoriasica saremmo sotto terra. Ha per caso una vaga idea di come un malato si possa sentire, dei tremendi dolori da sopportare così forti fino al punto di svenire? Evidentemente no altrimenti non direbbe certe idiozie. Personalmente una malattia del genere non la augurerei nemmeno al mio peggior nemico, ma mi creda gente presuntuosa come lei si meriterebbe di provar la anche solo per un giorno. Forse la prossima volta prima di scrivere cose del genere dovrebbe riflettere. Le medicine non saranno di certo una cura definitiva ma perlomeno ORA POSSO CAMMINARE DOPO MESI E MESI DI DOLORI INFINITI E DI PARALISI. Non dico altro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io soffro di questo problema e capisco benissimo che i dolori ti uccidono io non riuscivo più a muovermi , grazie alle cure con cortisone e metotrexate sono riuscita a migliorare la qualità della mia vita piangevo dal male e dalla situazione psicologica che mi rendeva l'esistenza impossibile, adesso mi ha colpito il ginocchio, ma le altre parti del corpo sono tranquille e mi accontento così di potermi muovere e di fare anche delle passeggiate che erano diventate impossibili,tanti auguri a tutti quelli che conoscono queste sofferenze!!!!

      Elimina
    2. Caro mio, sei evidentemente fortunato... non sai di cosa parli.

      Elimina
  2. Chi non ha questo male non ha e dico non ha il diritto di parlare le sofferenze sono tali da farti perdere.la dignità e la voglia di vivere e solo grazie i biologici che si fa quasi è dico quasi una vita normale. Prima di parlare ..........

    RispondiElimina
  3. Mi puoi indicare un centro ottimale, sto usando il metatraxone ma la situazione non migliora. Grazie

    RispondiElimina
  4. Io ho provato a stare a digiuno e devo dire che ho avuto dei risultati incredibili.Il ginocchio non mi fa più male e la psoriasi sulle mani è quasi scomparsa. Ora ce l'ho solo sui gomiti.( due giorni di digiuno e 20 giorni di dieta ferrea.) Provare per credere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono affetta da artrite psoriasica grave da luglio 2012 (in 2 mesi mi ha deformato 4 dita delle mani e quasi tutte le dita dei piedi tanto che non toccano più il pavimento) senza psoriasi (c'è familiarità), ho 41 anni e la mia vita è diventata molto difficile a causa del dolore atroce diffuso. La malattia a me ha colpito praticamente quasi tutte le articolazioni : piedi (dolori atroci zona metatarsi), mani, caviglie, ginocchia, spalle ,articolazione mandibolare...con grande fatica ho accettato gli immunosoppressori, salazopirina (senza risultato) Arava (senza risultato) ora dovrei provare Il Metotrexate ed io ho detto NO. Riesco ad alleviare i dolori solo se mi imbottisco di medrol 16 o dicloreum 150......ma questa non è vita, perchè non penso che il mio corpo possa reggere a tutti questi veleni.
      Ti scrivo perchè ho deciso di sospendere tutti i farmaci, quindi voglio provare un pò di digiuno terapeutico e dieta rigida prevalentemente crudista perchè la ns. malattia pare parta dall'intestino anche senza sintomi apparenti.
      Mi piacerebbe sapere più su di te (nel senso della malattia) e di come procedono i progressi legati all'alimentazione.

      Elimina
  5. ho questa infiammazione. non malattia. è un'infiammazione. premesso che sono una golosa assuefatta....assuefatta dai grassi...sino ai 25 anni più o meno ho sofferto di dermatiti, psoriasi, allergie alimentari e ad agenti inalanti, ecc..finchè non sono diventata vegana all'improvviso, spaventata da una malattia renale. volevano mettermi in dialisi nell'attesa di un trapianto di reni...assurdo..io sportiva atletica attiva...a tutti può capitare. ero in cura con medicinali chelanti non so cosa e chiesi all'epoca se si poteva almeno rallentare il processo di "autodistruzione" dei miei reni con l'alimentazione. risposta dei ricercatori che mi avevano sotto osservazione: caz..ate...non serve a nulla. e io: ma neanche eliminando proteine animali e sale e bevando di più acque specifiche? risposta: NO assolutamente. io ho fatto di testa mia, ho eliminato i medicinali e sono diventata vegana, eliminato cibi tostati (caffè, cacao ecc), prediligevo alimenti crudi, eliminato il sale, zucchero, ecc.. un mese e mezzo dopo analisi di controllo solita per dosaggio farmaci...non mi hanno trovato più nulla. sapete la spiegazione? impossibile, avremo sicuramente fatto un errore prima, ci saranno stati problemi con i laboratori di analisi.a quest'ora sareidializzata. dopo questo episodio ho continuato con la mia alimentazione ed è sparito tutto: dermatiti, ALLERGIE, influenze stagionali, ecc ecc...mah...chissà se sono stata fortunata...cmq a 34 anni rimango incinta spaventata da ginecologi, coniuge, parentado riprendo alimentazione normale (carni rosse no visto che ho l'emocromatosi e devo stare attenta a non assumere ferro). risultato? ingrassata di 30kg più che altro gonfia non grassa, non so come spiegare, l'aspetto è un po' diverso), tornati tutti gli eczemi, dermatiti, influenze, ALLERGIE e, in più....scoperta celiachia (assurdo, sono passata da stitichezza cronica ad andare in bagno 10 volte al giorno ma a differenza di altri non dimagrivo), intolleranza a lattosio ed infine...artrosi psorisiaca...con dolori atroci..pensavo di avere il cancro...invece informandomi sui sintomi manifestazioni sono giunta alla conclusione che mi fosse venuta pure questa...CONFERMATO DAL REUMATOLOGO di turno naturalmente dopo le previste analisi. cura innovativa? farmaci biologici....ottimo biologici (mi pare si chiamino). mi informo e scopro, appunto che si tratta di chemioterapici. ma che razza di biologico hanno? che ammazzano la vita??!!mai presi e mai più tornata dal reumatologo. nonostante zoppicassi e nonostante la mattina mi ci volesse un'ora almeno per riuscire ad alzarmi (non per pigrizia ma per riuscire a muovere le articolazioni). parlo al passato perchè ora non ho più alcun dolore. l'artrosi ancora c'è ma i dolori sono spariti. la dermatite sta migliorando ma solo perchè non sono ancora riuscita a tornare completamente all'alimentazione di prima...i vizi danno assuefazione...non è semplice la seconda volta. per ora mangio tanta verdura e ho eliminato il glutine (dopo aver scoperto che persino molti medici che si occupano di autismo stanno facendo sperimentare diete prive di caseina e glutine agli autistici con ottimi risultati in una percentuale alta di casi) che intossica chiunque a livelli differenti. per quanto riguarda la carne non riesco ad eliminare gli insaccati...deleteri.....l'olio di condimento da me utilizzato è sempre troppo e...non riesco proprio ad eliminare completamente i latticini: adoro lo yogurt greco che faccio in casa!!!!e purtroppo ne mangio in quantità industriali..almeno uno al giorno da 150grammi sicuramente. poi al mattino e al pomeriggio caffè...ma non uso zucchero, solo sciroppo di agave. insomma già eliminando poche cose sono migliorata tantissimo! (e sto dimagrendo mezzo kg al mese..sono già a -15kg :-). che dire, sarà solo un caso? consiglio cmq chi ha iniziato già una cura di terminarla anche iniziando la dieta....io ho un po' rischiato senza esserne sicura alla fine..

    RispondiElimina
  6. vorrei rispondere al sig Pietro Bisanti, che lei di artrite psoriasica non ne capisce nulla, anzi lei si definisce uno scenziato, una persona che soffre veramente, non a la piu' pallida idea , che puo' passare, ti senti inutile, la vita e solo dolore, e disturbo ai propi cari,non siamo in grado di fare le piu' piccole mansioni giornaliere,prima di divulgare notizie idiote si informi bene della gravita'della malattia di un paziente con artrite psoriasica

    RispondiElimina
  7. Salve a tutti, ho 46 anni tra pochi giorni, sono affetta da psoriasi dall'età di 11 anni e di artrite psoriasica dall'età di 18, dunque ho trascorso la mia vita a lottare con queste due due patologie..... una forma di psoriasi eritrodermica universale che per molti molti anni mi ha cambiato notevolmente la qualità della vita, per poi essere accompagnata dall'artrite che mi ha messo orizzontale per parecchi anni. le cure? lasciamo perdere.... una miriade di terapie, dal cortisone, al tigason che mi ha fatto cadere tutti i capelli compresa tutta la peluria del corpo, raggi uva, omeopatia, unguenti vari, per non parlare dei santoni che nulla hanno a che fare con i Santi.... pranoterapeuti, ecc.... fino a 15 anni fa quando grazie a mio marito che mi ha mollato, le due patologie hanno raggiunto vette mai viste, accompagnate da una depressione allucinante, ho intrapreso la curs del methotrexate, ciclosporina, cortisone e tutto questo mi ha rimesso in piedi.... dopo qualche mese ho operato entrambi i piedi... Non cammina vo più, di seguito sono approdata ai farmaci biologici.... una manna dal cielo... oggi non assumo più cortisone, antinfiammatori, ciclosporina e methotrexate, mi sottopongo solo ed esclusivamente all'infusione di farmaci biologici... sono rinata. ho combattuto per una vita con dolori da svenimento, con con la vergogna di espormi al mondo e quindi con i pregiudizi della gente.... Non è stato facile ma con l'aiuto della mia famiglia e della fede che non conoscevo, sono rinata sotto ogni punto di vista.... Dico ss qualcuno di non. parlare se non si è pr ovata una certa esperienza come facciamo quasi tutti per carità..... le malattie e la mia disabilita mi hanno regalato una ricca esperienza che oggi mi serve per comprendere ed aiutare gli altri. auguri a tutti miei amici e mettetevi dopotutto lo sguardo attento di un buon reumatologo. un abbraccio e scusatemi sr mi sono dilungata

    RispondiElimina
  8. ciao da 4 anni mi curo con farmaci biologici x artrite psorisiaca quando ho iniziato queste cure non camminavo dai dolori ai piedi poi sono stata meglio ma i dolori sono stati forti alle mani, ora è un periodo che ho forti dolori di schiena dopo un 2 ore circa che sono in piedi devo sdraiarmi e prendere 1 coefferangan ,ho letto l'articolo del signor pietro mi ha molto spaventata non sono convinta che basti il digiuno

    RispondiElimina
  9. ciao da 5 anni ho questa malattia anche io mi stavo curando con i faermaci biologici fino a 13 giorni fa adesso il medico me la sospeso e mi sento malissima chi sa dopo che mi dara ?

    RispondiElimina
  10. Da qualche mese artrite psoriasica, sono vegetariana, quasi vegana,non assumo farmaci,non ho manifestazioni cutanee da psoriasi.Come mi spiego il discorso del corpo che deve eliminare la spazzatura? Nonostante ciò oggi comincerò digiuno..in fiducia..

    RispondiElimina
  11. ciao a tutti voi ho 43 anni con la psoriasi da 30 anni e artrite psoriasica da 10 .ho pure la depresione mi sento molto giu triste e inutile.mi sembra che non mi capisce nessuno.cerco di mangiare piu frutta e verdure poca carni bianca piu spremute di agrumi.come cure non mi fido piu non fanno niente la pelle e sempre coperta delle chiaze .sto sempre male .se qualcuno mi puo dare un consiglio sarrei molto contenta

    RispondiElimina
  12. anche sg.pietro bisanti se mi puo dare una risposta la ringrazio molto

    RispondiElimina
  13. ciao da parecchi anni soffro di dolori a iniziare dai piedi -mani -anche-schiena, dopo vari accertamenti stavo male e ho deciso personalmente di andare da un reumatolgo.allinizio neanche questo mi ha trovato niente e dopo ho cambiato medico e mi hanno diagnosticato la spondiloartrite psoriasica non visibile,ma ereditata.ho fatto salazopirin senza risultati poi metrotexate e ora reomaflex.alternati da vari antidolorifici.ora le mani sono meno gonfie ma a periodi sono tormentata da dolori e si calmano con 5 past.di voltaren per un po poi....ora sono stanca delusa e depressa e non voglio più farmi le iniezioni nella pancia.il reumatologo dice che non sono abbastanza grave per fare il biologico (anche se non so se sono compatibile) .non riesco a fare quasi più niente sono rigida e dolorante. però sono convinta che con questo tipo di dieta si risolvano tanti problemi ma no l'artrite!!!!!

    RispondiElimina
  14. ciao a tutti! Ho 49 anni e 2 anni (gennaio 2012) fa ho avuto una bella infiammazione al tendine d achille dx: pronto soccorso con radiografie x esclusione di fratture.Mi hanno curato con antinfiammatori generici... ho usato tutore e stampelle x 1 mese e sono tornato a camminare.Ad inizio luglio 2014 mi s'è gonfiato in ginocchio dx: ospedale m hanno detto che era da operare x presenza di cartilagini e mi hanno prenotato lintervento per inizio settembre (!!!). Sono stato a letto x 2 mesi (luglio/agosto),impossibilitato a camminare,ero debole, riuscivo a fare pochi metri con le stampelle.A fine agosto mi si gonfia il piede dx in 4 punti diversi...vengo spedito dal reum il quale mi fa ecografia-raggi x e analisi sangue e urine.Diagnosi:artite sieronegativa o psoriasica.Cura: 1 mese di Medrol 16 mg + Tauxib 90,poi mi viene aggiunto Arava.Ma 15 giorni di Arava mi hanno dato diarrea,tachicardia,rash cutaneo,e un dolore fortissimo al fegato...(una colica? boh!).A fine ottobre interrompo Arava ed il reum mi prescrive Metrotexate. Non lo prendo!!!!!! Adesso - da 15 gg - ho un dolore fortissimo all anca sx.
    Da novembre cerco di curarmi in modo naturale: zenzero,curcuma,magnesio, e tanto pesce.Se riesco, cerco di mangiare broccoli e cavolfiori.Ho eliminato glutine,carne,birra,zucchero,dolci ed insaccati.Non riesco a rinunciare al caffè e alla nicotina.Il reum vuole tornare a prescrivermi Metrotaxate....io preferisco morire di artite piuttosto che di fegato spappolato! quindi persevero con la mia mini dieta,in futuro mi sforzerò di mangiare sempre piu frutta e verdura e nn escludo di diventare vegano x necessità....
    Un bocca al lupo a tutti voi....ed anche a me!!!

    RispondiElimina
  15. Ho provato a fare come consigliato dopo un digiuno di 5 giorni. Devo dire che funziona. Per la prima volta mi sono alzato dal letto senza i soliti dolori. Ho fatto una prova per tre settimane. Dolori quasi zero, più forza per lavorare. Poi ho provato a mangiare "alimenti proibiti", in soli due giorni è tornato un male bestia. Valeva la pena provare. Adesso mi rimetto in stecca. Con me ha funzionato. Grazie ancora dei consigli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sempre io, due mesi senza farmaci e con la dieta giusta sto bene. Ieri sera ho mangiato una piccola brioche. In sole 6 ore mi sono ritrovato tutto dolorante. Confermo che nel mio caso con i giusti alimenti sto bene. Ma basta un niente, tipo brioche da 6 cm per ritrovarsi il male addosso. Occhio gente. Adesso è per le prossime 48 ore avrò il male che avevo. Poi, sempre se non mangio cose "proibite" ritorno a stare bene. Saluti.

      Elimina
    2. scuze per la mia domanda ho trovato qst sito e mi interesa molto quest argomento essendo malata di artrite psoriatica e iniziando oggi la cura con arava,nn ho capito bene se il digiuno vuol dire nn mangiare proprio niente,se gentilmente mi puo dare qllche chiarimento,nn so se lei mi rispondera ma qmq la ringrazio anticipatamente

      Elimina
  16. buongiorno, sono malata di artrite psoriasica dal 2010. dolori atroci, impossibilità a muoversi e persino a dormire. il dermatologo mi aveva prescritto cortisonici, il reumatologo nel 2011 chemioterapici a basso dosaggio (cosa credete che siano i farmaci biologici?!). io mi sono rifiutata di metter cortisone ed intossicarmi. so che fanno benissimo i farmici biologici finchè li si assume ma conosco caterve di pazienti ricaduti nella malattia dopo 6 mesi dalla sospensione, con in più altre malattie sopraggiunte a causa dei farmaci. io ho eliminato il problema togliendo glutine e caseina. vi assicuro che i dolori spariscono. e io li avevo gravi: alla spina dorsale! per non parlare della mani e piedi deformati e delle unghie ormai degenerate. per far sparire anche la psoriasi però ho dovuto passare ad essere vegana e con prevalenza crudista. non tofu e schifezze varie mi raccomando! quanto più di naturale esista in natura! provate per prima cosa ad eliminare il glutine: vedrete in un solo mese sparire i dolori! consideratevi fortunati perchè il corpo vi parla: va solo ascoltato. una volta vegani crudisti potete passare ai digiuni altrimenti ci sono crisi eliminative pesanti. già ci saranno eliminando glutine, poi caseina, poi il resto, vedrete. lo consiglio da ex malata. sono rinata! e il reumatologo (oltretutto famoso) mi aveva assicurata che non c'era nulla da fare..non avete nulla da perdere a provare per un mese senza glutine per prima cosa se non avete ancora preso farmaci, dopo di che vedrete che procederete ad eliminare tutto il resto! buona salute a tutti! Barbara

    RispondiElimina
  17. Non ho mai letto così tante sciempiaggini in un solo post. Internet è la maledizione del mondo moderno, perchè da un lato la maggior parte della gente non ha gli strumenti o la volontà di informarsi in modo oggettivo e dall'altro chi ha un blog spara a raffica su qualsiasi argomento senza citare fonti (o senza avere fonti) con una spruzzata di complottismo che non guasta mai... occhio a giocare con la salute della gente. Lei scrive "l'intento di questo blog non è di fornire informazioni di natura medica", faccia pertanto la cortesia di astenersi da disquisizioni in merito, mantenendo la sua fede vegana che approvo indiscutibilmente come scelta etica ma senza spingersi in campi a Lei ignoti con post che potenzialmente arrecano più danno che benessere agli utenti. Saluti.
    Francesca

    RispondiElimina
  18. Carissima Barbara aggiungo solo che tutti i farmaci sono chemioterapici... da chemio (chimica) e terapia, che sia un antibiotico un antivirale un antimicotico o un antitumorale sempre una molecola di sintesi è. E non è che le sostanze naturali non siano farmacologicamente attive, se non addirittura tossiche (dalla corteccia del tasso hanno isolato il Taxolo, potente sostanza antitumorale, vogliamo poi parlare delle proprietà dell'atropina e della digitale?). Non pensate che i farmaci siano il male del mondo, senza il progresso in ambito biomedico non saremmo qui a discuterne. Ciao!

    RispondiElimina
  19. Buongiorno, ho letto ora l'articolo in oggetto e vorrei dare la mia modesta opinione, visto che sono anch'io molto interessata al discorso sulla'mal-cura' della medicina convenzionale e mi sto documentando sull'argomento in quanto un po' di problemini di salute li ho anch'io. Mi permetto di dare del tu, Pietro tu dici che noi dovremmo mangiare solo frutta d verdura ma la nostra dentatura non rispecchia la tua dichiarazione, dovremmo avere i denti come le mucche o i cavalli, no?
    Grazie dell'attenzione. Attendo riscontro.
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ahahah !!! Ancora con questa storia delle "dentatura". Ma se proprio insistete allora io dico...abbiamo forse la dentatura di una tigre o di uno squalo, quelli sì solo carnivori??? Diciamo allora che la nostra dentatura è adatta agli onnivori, in questo caso umani, ed in quanto tali, a differenza degli animali, dotati della cosidetta "intelligenza" che dovrebbe far loro scegliere di cosa cibarsi indipendentemente dagli istinti primordiali di madre Natura: ragion per cui, potendo scegliere (cosa che un leone non potrebbe mai fare)a seconda del fabbisogno personale di cibo e, in questi frangenti, in base a ciò che per certe patologie può portare benefici o al contrarion portare danni...siamo liberi di nutrirci di volta in volta con gli alimwenti che la nostra "scienza" reputa i più adatti per chi ha problemi di salute: e il discorso vale anche per chi, come me, soffre di artrite psoriasica. Una cosa è certa...che il sottoscritto prima di danneggiare irrimediabilmente i propri globuli rossi, le proprie piastrine (con danni talvolta IRREVERSIBILI) oppure farsi spappolare il fegato e i reni con certe porcherie velenose, beh...ci penserà non due ma anche tre volte; certi "esperimenti" i signori reumatologi li facciano su sè stessi, poi ne riparliamo.

      Elimina
  20. Credo fortemente che l'alimentazione in queste patologie autoimmuni abbia un ruolo determinante e non sia irrilevante.In Italia ancora non esiste un protocollo medico che permette di accompagnare una terapia medica ad una sana e corretta alimentazione come in alcuni paesi europei.Gli immunosoppressori usati spesso per queste patologie non curano la malattia, ma limitano solo alcuni sintomi, con tutte le conseguenze e gli effetti collaterali che hanno sul nostro organismo.Bisogna correggere l'alimentazione per poter trovare un equilibrio col nostro sistema immunitario. Si arriva ad un punto in cui il nostro organismo si ammala perche'non c'e'tolleranza con i cibi introdotti,basta provare a chiedersi quando si hanno dolori cosa si e'mangiato prima e forse riusciamo a capire cosa abbia scatenato i nostri anticorpi provocando infiammazioni?.Sono affetta da connettivite mista,Les e tiroidite da anni.Dopo anni di calvario e ricoveri ospedalieri ho cercato di trovare da sola qualche soluzione per poter star meglio.Ho fatto tante ricerche e ho capito che ci doveva essere qualcosa nella mia alimentazione che non andava bene.Ogni volta che stavo male cercavo di capire cosa avessi mangiato,e allo stesso tempo eliminando l'alimento che faceva spesso parte della mia dieta miglioravo.Mi sono resa conto che il glutine, zuccheri semplici e i latticini in particolare creavano degli Stati infiammatori nel mio organismo scatenando dolori e aggressioni agli organi come pericarditi e nefrite.Posso dire con gioia oggi,dopo due anni di dieta alimentare corretta, che non ho alcun dolore e ho ridotto drasticamente i farmaci.Chi soffre di queste patologie non deve sottovalutare l'alimentazione e spaventarsi nel poter variare la dieta,questa di certo non avra'effetti collaterali, e' l'abuso di farmaci che distruggono il nostro corpo bloccando il sistema immunitario di difesa, e a lungo andare avremo altri problemi.Scrivo questo perche'la mia esperienza possa essere da monito per chi sta male e non trova soluzioni.

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.