ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

mercoledì 4 settembre 2013

CYMBALTA, MI HAI RUBATO L'ANIMA. E ORA MI DISTRUGGI DI SCOSSE ALLE GAMBE

Vi racconto, come ormai faccio da molto tempo, un'ennesima giornata di delirio all'interno di una caserma dell'Arma dei Carabinieri, con rispetto della privacy e del segreto istruttorio.

Ieri ho infatti convocato e ricevuto un ragazzo, il cui telefono cellulare era stato rinvenuto vicino a una pozza di sangue conseguente a una lite avvenuta in un locale pubblico di Milano.

Il medesimo era accompagnato dalla propria madre, che ho subito notato essere molto rallentata nei movimenti e nelle risposte.

Dopo aver espletato gli atti di Legge necessari, con il mio solito misto di discrezione-sfacciataggine, ho chiesto alla signora come si sentisse.

"Insomma Maresciallo, ho fatto una forte depressione."

E io, sempre più sfacciato: "Mi raccomando signora, cerchi di affrontare il suo problema, che i farmaci sono solo un tampone. Soffocano i sintomi senza andare alla causa del problema".

"Lei ha ragione. Ora sto prendendo un farmaco che si chiama Cymbalta".

Premetto come sempre che non sono un dottore, non curo nessuno, non faccio diagnosi, non prescrivo farmaci e ben me ne guardo dal farlo.

Nulla però mi vieta di esprimere un'opionione e di fare delle considerazioni personali.

La signora davanti a me non era un essere umano, ma una sua parvenza.

Sguardo vitreo, assente, come se dietro gli occhi l'anima fosse racchiusa in un sacchetto di plastica.

Rallentata, visibilmente sedata, con l'immancabile sigaretta in bocca.

Questo, per voi, significa restituire alla società un essere umano guarito e pronto a godere della propria vita?

La signora mi ha raccontato come questa sia la terza o quarta depressione che fa, e che in passato, ogniqualvolta dimenticasse anche solo una dose del proprio antidepressivo, fosse vittima di dolorosissime scosse alle gambe.

Questo sono gli antidepressivi. Questo solo gli psicofarmaci.

Pozioni chimiche demoniache, che vi ammaliano come le sirene di Ulisse, per poi mostrare la loro vera natura.

I concetti che vado ad esprimere sono la verità, non perché la dica io, ma perché è davanti agli occhi di tutti:

1) Gli psicofarmaci non curano la causa delle malattie mentali, ma agiscono solo come soppressori dei sintomi.

2) Gli psicofarmaci provocano una tremenda assuefazione, tale da rendere infernale la loro dismissione.

3) Chiunque cominci una cura psicofarmacologica andrà incontro, nel futuro, a molteplici ricadute.

4) La psichiatria moderna tende a incatenare le persone ai farmaci per sempre: pochissimi "professionisti" portano i loro pazienti a dismettere i farmaci.

5) Gi psicofarmaci ottundono le emozioni, trasformando gli esseri umani in zombie menefreghisti.

6) Gli psicofarmaci sono causa di diabete, tumori, infarti, ictus.

7) Gli psicofarmaci fanno ingrassare le persone anche di 60 kg, o le riducono pelle e ossa.

8) Le crisi da dismissione degli psicofarmaci possono essere peggiori di quelle dell'eroina.

9) Gli psicofarmaci trasformano gli uomini in soggetti impotenti e le donne in soggetti frigidi o ninfomani.

10) Gli psicofarmaci, soprattutto gli antidepressivi delle categorie SSRI e SNRI, portano la gente ad ammazzare se stessa e/o gli altri.

11) Le "malattie mentali" non si curano con gli psicofarmaci, ma attraverso un riequilibrio totale del corpo, sia a livello fisico-organico (con un'impeccabile alimentazione vegana, il più crudista possibile), che a livello psicologico, cercando di azzerrare gli stress ed elaborando i traumi che nella vita possono occorrere: in pratica il binomio cibi puliti-pensieri puliti.

12) Una marea di manifestazioni psichiatriche hanno una base ORGANICA (diabete, tiroide, tumori, intolleranze al glutine, amalgame dentali etc...) e non meramente PSICOLOGICA.

13) Milioni di persone perdono anni della propria vita sul lettino di un psicologo, non sapendo, magari, che la loro depressione deriva da una cronica intossicazione di mercurio.

14) Le sinapsi cerebrali sono ancora praticamente sconosciute. Pensate che una pastiglia possa interagire con un organo complesso come il cervello umano?

15) Tutti gli effetti dati dagli psicofarmaci sono veri e reali. Quelli non voluti vengono chiamati collaterali, ma sono sempre diretta conseguenza del farmaco.


Ogni giorno, tre quarti delle persone che conosco è sotto psicofarmaci. Anni fa l'Iphone sarebbe stato considerato stregoneria, mentre oggi è la norma.

Zombielandia è sempre più reale.

Credete ancora che la vostra depressione passerà con una pastiglia?


Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti. 
Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com
Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra




1 commento:

  1. Ciao,

    causa depressione molto, molto grave, ho preso Cymbalta per parecchi mesi. Da subito la depressione ha iniziato a diminuire, il mio cervello è tornato a produrre decenti livelli di adrenalina e noradrenalina (per non parlare di serotonina). Una volta finita la terapia, ho iniziato a diminuire la dose del farmaco, con effetti da sospensione (vertigini, scosse alla testa, ecc ecc). Gli effetti da sospensione sono parzialmente controllabili riducendo gradualmente la dose giornaliera del farmaco, e comunque mi sono durati non più di 10 giorni. Durante il periodo in cui assumevo Cymbalta, a parte la prima settimana, ero normalissimo. Non ero stanco, nè assonnato,nè rallentato ed il mio sguardo non era assente. Dal mio punto di vista alcune volte i farmaci sono indispensabili, Cymbalta alcune volte lo è. Manipolare i neurotrasmettitori è una cosa delicata, farlo per curare la depressione lo è ancora di più perchè le cause a monte di questa malattia sono veramente tante. La mia quindi non vuole essere una generalizzazione ma una mia personale esperienza. Ti invito a seguire il mio blog, dove parlo di un altra sostanza, molto meno demonizzata... la caffeina.

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.