ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

sabato 20 aprile 2013

PSICOSI DA CANNABIS: E GIU' DI PSICOFARMACI

Da operatore di polizia, e come descrivo bene nel mio libro di prossima uscita "LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE" (prenotazioni a pbisant@hotmail.com), mi sono sempre chiesto se il legislatore avesse dovuto esprimersi in maniera chiara sulla distinzione fra droghe "leggere" o "pesanti".
La risposta me l'ha fornita la mia carriera, fatta prevalentemente in mezzo alla strada.
Ed è molto semplice.
Tutti noi, pur funzionando in base alle stesse, medesime leggi della Natura, siamo profondamente diversi, e reagiamo in maniera completamente differente all'introduzione di sostanze "estranee", siano esse di origine naturale che sintetica.
Infatti, non tutto quello che Madre Natura produce è adatto all'uomo, basti pensare ai funghi velenosi ad esempio.
Quindi, in linea generale, nessun uomo può essere allergico alla frutta o alla verdura commestibili, in quanto nostro cibo d'elezione, mentre è una reazione normale essere allergici ai latticini, ai cereali, alla carne, in quanto cibi non adatti al consumo umano.
Allorquando si sviluppa una reazione allergica all'ingestione di frutta ad esempio, non bisogna dare la colpa all'innocente fragola ma bensì alla forte impregnazione tossica dell'organismo, i cui marigini di tolleranza sono ormai ridotti al lumicino.
Questo per far capire che una volta ingerita, inalata, iniettata una sostanza all'interno del nostro corpo questa viene riconosciuta o come "self" e quindi una sostanza accettata, dalla quale il corpo può ricavare qualcosa (e quindi la frutta, la verdura) oppure "non-self", e quindi una sostanza che deve essere eliminata nel più breve tempo possibile, con dispendio di energie proprie (tutti i cibi sbagliati e le sostanze di origine chimica), da cui si ha un ricavo marginalissimo o nullo.
Torniamo quindi sul discorso droghe.
Nessuno nega che non si possa equiparare un tiro di cannabis a un tiro di crystal meth o a una pippata di cocaina, ma non si può nemmeno continuare a mantenere la generalistica distinzione tra sostanze leggere e pesanti, in quanto, come accennato all'inizio, ognuno di noi è biologicamente unico, e reagisce in maniera unica.
E quello che ho visto e che continuo a vedere nel mio lavoro ne è la riprova.
Sempre più giovani vengono trasportati presso i reparti di pronto soccorso e poi di psichiatria per manifestazioni di tipo psichiatrico connesse all'utilizzo, anche modestissimo e saltuario, di cannabis.
Le manifestazioni più frequenti sono la psicosi cannabis-indotta e i disturbi di attacchi di panico, anche a seguito di un singolo tiro di marijuana.
La cannabis molto spesso agisce come una vera e propria chiave che va ad aprire il lucchetto della nostra sanità mentale, facendo da apripista a disturbi psichiatrici molto seri e invalidanti.
E il pericolo più grande non è tanto la psicosi o gli attacchi di panico conseguenti all'utilizzo di cannabis, in quanto manifestazioni temporanee destinate a spegnersi da sole.
Il pericolo più grande per i giovani d'oggi è quello di essere trasportati presso il pronto soccorso e ricoverati in psichiatria, con conseguente impostazione di una "cura" che comincerà a rovinarli già alla loro età.
L'ignoranza del nostro tempo fa si che un giovane, in preda a una psicosi da cannabis, venga "curato" con sostanze altrettanto potenti, pericolose e devastanti, quando sarebbe sufficiente un contenimento di tipo fisico in attesa della sparizione della sintomatologia indotta dalla sostanza.
Ho recentemente visto un ragazzo adottato di origine russa già rovinato a 18 anni, a cui, dai 16 anni veniva somministrata la seguente cura:
Haldol: antipsicotico di vecchia generazione;
Seroxat: antidepressivo della classe SSRI;
Eutimil:  antidepressivo della classe SSRI;
Più varie benzodiazepine...la follia...e in più il ragazzo continuava a farsi di cannabis, aggiungendo oltre al danno la beffa.
Contiamo infine che le sostanze stupefacenti di oggi conservano molto poco di naturale (cannibis compresa), i cui principi attivi sono potenziati attraverso manipolazioni di tipo genetico e chimico.
Non facciamo passare i nostri figli dallo spacciatore illegale di strada a quello legale che veste un camice bianco. Non permettiamolo.

NOTA BENE:

Tre anni ininterrotti di impegno e sacrifici hanno portato questo blog a diventare un piccolo faro nella notte per quanto riguarda l'igienismo naturale e l'alimentazione vegana in relazione a tutto quello che concerne il mondo della salute mentale.

Siamo partiti da zero e in tutto questo tempo tante persone hanno finalmente capito come esista un'alternativa ad imbottirsi di sostanze chimiche non meglio identificate, che uccidono il corpo e addormentano l'anima.

Gli psicofarmaci sono e rimangono pillole assassine.

Il libro è finalmente pronto. "ASSASSINI IN PILLOLE: la psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere".

Cosa leggerete? Leggerete tutto quello che nessuno psichiatra vi dirà mai.

Cosa sono veramente gli psicofarmaci, la facilità con cui vengono prescritti, il fallimento totale della psichiatria moderna.

E ancora...il lato oscuro degli psicofarmaci, che trasformano persone comuni in stupratori, assassini di se stesse e degli altri.

E ancora...le alternative "non violente", legate allo stile di vita e alimentare, per arrivare a risolvere un problema e non a mascherarlo.

E ancora...lo stretto legame tra ciò che mangiamo e come ci sentiamo, anche a livello mentale.

Tutto questo visto da un operatore di polizia, che da 20 anni osserva con i propri occhi lo sfacelo che la psichiatria moderna ha portato e tuttora porta nella vita delle persone.

Senza dimenticare la dismissione dai farmaci, per molte persone l'inferno sceso in terra, e la psichiatria negli anziani. C'è tanto, tanto da leggere.

Questo blog continuerà la sua opera pienamente gratuita di supporto a tutti quelli che ne avranno bisogno.

Acquistare il libro deve quindi essere una scelta personale e consapevole, sapendo però che ogni copia venduta significherà aiutare questo piccolo uomo in quest'opera informativa senza precedenti.

E chiunque assuma psicofarmaci, attraverso la sua lettura potrà finalmente capire che esiste una via alternativa alla lobotomizzazione perenne.

Il libro uscirà in due versioni: Ebook (al prezzo di 8 Euro) e cartacea (al prezzo di 16 Euro).

Nessuna casa editrice. Tutto in self-publishing.

Chiunque sia interessato, può scrivere a pbisant@hotmail.com e vi verranno fornite le coordinate bancarie per il pagamento.

La data finale di uscita è il 30 giugno 2014: chi ha scelto la versione cartacea, la riceverà all'indirizzo evidenziato; chi ha scelto quella su ebook, riceverà link e autorizzazione al download.

Ringrazio tutte le persone che continuano a scrivermi e a starmi vicino.

Questo è solo l'inizio e vi prego di divulgare il più possibile.

Con l'aiuto di tutti so che arriveremo molto, molto lontano.

Grazie di cuore

Pietro Bisanti



3 commenti:

  1. stesso trattamento per gli "ubriachi" che per loro sfortuna finiscono in pschiatria..

    solite cure..per tutti..di solito il DEPAKIN CHRONO lo troviamo sempre fisso..stabilizzatore dicono anche se non sanno ancora che carattere ha una persona in due secondi lo stabilizzano (? )..che ridicoli..Poi a scelta en gocce , oppure diazepam gocce..per poi inserire un antidepressivo ...Se per caso ha una manifestazione psicotica allucinazioni un po' di serenase gocce..che poi sara' vita natural durante...! ENTRA nle giro della psichiatria ed ogni volta che andra' al pronto soccorso magari per una fratturina o mal di testa sara' uno psichiatrizzato !!..

    franco

    RispondiElimina
  2. mi dispiace che esista gente come te a questo mondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La "gente come lui" mira a risolvere questioni importanti e a cercare di cambiare qualcosa. Puoi anche dargli torto ma sappi che sei tu l'ignorante

      Elimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.